E’ TUTT’UN TWEET 11: PARMA 3 – MILAN 2

@IgorTV [https://twitter.com/IgorTV] – hashtag: #ParmaMilan

– Parma-Milan al pub, insolitamente farcito di rossoneri

– Gabriel titolare assieme a “suo fìlio”

– Attacco con il “Bi-Ba-Ro

– Pressing furibondo del Parma

– Senza kakà in campo, robinho è tornato il solito trottolino che noi tutti amiamo

– Complimenti vivissimi a Constant e alla ignoranza calcistica di Zapata. 1-0 ducali.

– Zapata sembra la madonna nera di Medjiugorje: immobile e piangente

– “Parolo, Parolo, Parolo…” è già stata detta?

– I cross di Abate resteranno per me un mistero incomprensibile

– Il fraseggio Robinho-Abate dovrebbe essere vietato dalla Convenzione di Ginevra

– I nostri son talmente apatici che sembrano arrivati direttamente dalla Leopolda

– Peccato. Grande uno-due tra Poli e Birsa, tiro a lato di pochissimo

– Gran tuffo del Balo, coefficiente 3.1. L’arbitro non coglie l’ironia

– E la legge dell’ex arriva a compimento: stessa identica azione del primo gol, solo che stavolta parolo offre a Cassano il 2-0

– Ah beh, ma a gennaio arriverà Honda che…

– Dovrebbero entrare Matri e Kakà. Kakà terzino sinistro al posto di Constant, presumo

– Cosa devono fare ancora i nostri per far peggio di così? Cagarsi addosso in pubblico?

– Fuori Poli? Robinho ancora in campo? Bah. O mi fanno doppietta Matri (Balo inguardabile oggi) e Binho, o questa è una cazzata

– A sto punto mi aspetto che allegri tolga De Jong e metta Niang. E poi, con uno scolapasta in testa, caghi a centrocampo

– Il Parma ci sta “ischerzando” con una facilità imbarazzante. E tutto ciò è meritato, intendiamoci

– Matri che segna con la maglia del Milan. Ormai siamo al “vale tutto”

– Ho visto, nell’ordine: tacco di Matri, traversa di Zapata, gol di Silvestre. Sto udendo un lontano rumore di trombe…

– Sul tiro fuori di Montolivo inquadrano in tribuna il presidente del Parma, Jabba the Hutt

– Questo pugno di Gabriel ha resettato Cassano: ora si esprime in italiano fluentissimo

– Kakà cerca sempre il tunnel al portiere. E Mirante lo sa

– Entra Saponara. Se per caso dovesse segnare…

– Ma perché farla tirare a Birsa che è completamente senza forze?

– Constant suggella la sua partita sontuosa con una cazzata paurosa. Grandissimo salvataggio di Gabriel.

– Purtroppo Gabriel

– Barriera di due uomini. Che si aprono. E lasciano passare il pallone. Bye bye allegri?

 

Milan, Parma, sconfitta, allegri, matri, balotelli

CONSIGLI PER IL WEEKEND

Dopo la bella prova con vittoria in quel di Parma (ho ancora negli occhi la traiettoria del tracciante di Pirlo) ci si para innanzi una delle più grandi catastrofi del mondo occidentale: la pausa di campionato. Nella apposita lista stilata dall’OMS si posiziona esattamente tra “cataclisma” e “cena dalla suocera” come principale causa di malessere diffuso, tendenza depressiva e disturbi cardiovascolari nell’uomo moderno.
Ma niente paura: questa volta potrebbe anche essere salutare. Per i ragazzi della squadra e financo per noi tifosi.

Per quanto riguarda il Milan, In queste due settimane si potrà: recuperare gli infortunati di lungo corso, mandare con calma un detective a cercare nuove tracce di Onyewu, cambiare l’olio a San Drone, rifare il setto nasale ad Antonini, guarire gli stiramenti di Abbiati, pulire la gabbia di Gattuso, raddrizzare gli scarpini ad Abate, mettere nel polmone d’acciaio Zambrotta, decifrare i tatuaggi di Boateng, rifornire Zlatan di bersagli da prendere a calci, regalare un megafono ad Allegri, aiutare Pato a configurare la webcam, legare Ronaldinho al letto nutrendolo solo via flebo, chiamare un esorcista per Robinho.

Mentre noi tifosi potremmo impiegare una altrimenti vuota domenica nell’assistere a questo delizioso gioiellino: si chiama “Il Maledetto United” ed è un gran film. Ambientato tra il 1968 ed il 1974, parla della storia di Brian Clough (il più grande allenatore inglese della storia) e dei suoi travagliatissimi 44 giorni alla guida del Leeds United, all’epoca la squadra più forte d’Inghilterra. Durante il film si parla male pure della Juventus, che è sempre un bene.
Un film che dimostra ancora una volta come il calcio in Inghilterra sia una faccenda dannatamente seria e che al cinema, almeno al cinema, vada trattato con rispetto.
Si trova solo in dvd e in blue ray, quindi non siete obbligati ad andare al cinema.

Allora, che state aspettando?