FIORENTINA 1 – MILAN 2

Posso dirlo? Finalmente.
Finalmente una vittoria della testa, degli attributi e della caparbietà.

Primo tempo giocato ad un ritmo allucinante dalla Fiorentina, che ci ha perennemente messo sotto soffocandoci ogni fonte di cioco. Ha pure trovato il gol in maniera culosa, dato che Bonera (mi sembra fosse lui) canna completamente il fuorigioco permettendo all’ ex Gilardino di segnare un golletto facile facile.

La ripresa cambia radicalmente. Non so che cazziatone abbia fatto Leonardo ai suoi, ma ha funzionato. Milan sempre pericoloso, Viola sempre a rintuzzare. Poi, il lampo di genio: fuori Sborry, dentro Huntelaar. Passano 5 minuto: pauroso assist cieco di Ronaldinho per l’ accorrente cacciatore di quaglie, tiro secco in corsa e palla in rete. E’ l’ 80° minuto. I successivi 10 minuti saranno risse da far west. In mezzo anche uno pseudo-rigore non dato alla Fiorentina: in realtà Montolivo spalle alla porta comincia già a strattonare Thiago Silva, e non appena si gira si lascia cadere; inoltre Rosetti credo che dia il vantaggio, tant’è che Keirrison da 4 metri spara indisturbato verso la porta con Abbiati che compie un miracolo respingendo la conclusione. Due minuti più tardi lo stesso Abbiati va a togliere dall’ angolino alto una stecca da fuori area di Vargas.
92° minuto e scatta l’ apoteosi: dopo una serie di rimpalli, la sfera giunge a Pato che da centro area trafigge Frey: 2-1 e festa finita.

Abbiamo avuto culo, lo ammetto. Ma il culo bisogna andarselo a cercare, e solitamente lo si trova tirando fuori i coglioni. Cosa che ieri sera abbiamo fatto egregiamente.
Bisognerebbe poi erigere una statua d’oro ad Abbiati a milanello. Per i corsi e i ricorsi storici, ricordo che nel 1999 partite vinte così in rimonta e con la fortuna ce ne furono tante, e anche allora c’era un ragazzetto di nome Abbiati in porta che, partendo da secondo portiere, scalzò i titolari.
E infine Pato: finalmente determinante, gioisco ogni volta che fa quel gesto con le mani.

E stasera non voleva certo essere un cuore, ma un culo rovesciato.
Nella vita ci vuole pure quello.

9428_big.jpg

CRONACHE DALLA FOGNA SUD

Gilardino figlio di puttana
Firenze merda, Firenze colera, sei la vergogna dell’ Italia intera
Devi morire” (con Felipe giù a terra)

No, questi non sono tifosi rossoneri in trasferta a Firenze.
Questa è gente che ha fischiato Paolo Maldini durante la sua ultima partita in casa della carriera.
Questa è gente che, durante il derby d’andata, ha esposto merdosissimi striscioni d’amore verso Silvio; non solo, ha pure invitato la gente ad andare al cinema a vedere il film dove il Barone di sta gran minchiazza fa una comparsata.
Questi sono semplicemente delle merde umane, gente alla quale non frega un cazzo sostenere la squadra (sostiene però a gran voce la dirigenza, dato che gli fa fare i propri porci comodi, molto spesso illegali, in curva).

Per gente così, se fosse per me, il Milan non dovrebbe più vincere nulla; di più: dovrebbe restituire i trofei vinti, perché questi ammassi di schiuma uscita dal culo di un cavallo non sono degni di rappresentare l’ A.C. Milan, né in casa né tantomeno in trasferta. E neanche a casa loro, se è per quello.

Io sono incazzato nero, e loro dovrebbero essere rossi di vergogna.
Rivoglio la Fossa Dei Leoni, subito.

Fossa dei leoni.jpg

SPARTIACQUE

Oggi ci si gioca gran parte della stagione. Mai partita come quella di stasera può essere meglio definita di spartiacque.
La prova di Bari è stata tutto sommato buona, Leonardo ha avuto il coraggio di tornare sui propri passi a livello di scelte individuali e la squadra è stata tecnicamente quasi perfetta.
Siamo stati anche favoriti dall’ arbitraggio, come sempre d’altronde, quindi perché negarlo: i 14 rigori per Bari ci stavano tutti. Poi segnarli è tutta un’altra cosa – soprattutto avendo in porta Abbiati – ma questo è un altro discorso.

Si va a Firenze, trasferta insidiosissima, sulle ali di un entusiasmo ritrovato. Vincendo si potrebbe arrivare a soli 4 punti dalla capolista e si scaverebbe un notevole solco con le dirette inseguitrici per un posto in Champions. Non solo: vincendo oggi pomeriggio si metterebbe un po’ di pepe al culo all’ Inter che potrebbe affrontare la sfida contro il Chelsea in condizioni mentali da quasi-esaurimento, rischiando di sbroccare come contro la Samp in casa.
Attenzione ad esaltarsi troppo però, che in questa stagione gli eventi importanti li abbiamo scazzati tutti (vedi partite contro Palermo in casa, o i due schifosissimi pareggi contro Livorno e Bologna dopo il derby).

Percui calma e gesso e piedi ben piantati a terra. Il futuro dipende ora solo dai ragazzi, Leonardo in primis. Una buona prova stasera regalerebbe 1000 punti fiducia da spendersi contro il Manchester United all’ Old Trafford, cercando così di realizzare un’impresa da Grande Milan.

fiorentina-milan2.jpg

QUALCHE NEWS VELOCE VELOCE

1) Non c’ è due senza tre.
Domani giochiamo contro l’ Udinese. Di nuovo. Le due precedenti sfide vedono due vittorie per i friulani e due figuracce per noi. Non sarebbe ora di invertire la tendenza?

2) Perseverandum ad perseverantiam.
Rinnovi firmati per Antonino Antonini ed Abato Abate, per loro un pluriennale fino al 2014 a condizioni economicamente più vantaggiose. E grazie al cazzo, visto che fino ad ora venivano pagati, a cottimo, con prodotti ortofrutticoli.

3) Reazione a catena.
I rinnovi freschi freschi dei nostri due terzinacci comportano che a) i vecchiazzi malefici tra un po’ cominceranno a sfrangiare i maroni a Galliani per farsi aumentare la paghetta fino al 2022, e che b) probabilmente anche il prossimo anno i terzini titolari saranno ancora Scamòrzio Abate e Sfancùlio Antonini, con buona pace di chi sogna l’ arrivo al Milan di due terzini veri.

4) Arrivi e partenze.

Dunque. Torna Bonera dopo mesi e si ferma Antonini. Pato è latitante da un po’. Borriello ai box forse per pubalgia. Seedorf ha giocato mezz’ ora domeinca ed ora è di nuovo out. Onyewu è disperso tra le lande sconfinate dell’ Arizona. Nesta, Favalli, Gattuso, Mancini and so on sono ridotti da far schifo.
Ma chi cazzo è il nostro medico sociale, Jack lo Squartatore?

jack-the-ripper.jpg