MENO MALE VA

Meno male che Zlatan Ibrahimovic è stato venduto perché:

– senza di lui la squadra gioca meglio;
– si sono risparmiati un sacco di soldi di ingaggio;
– era solo un accentratore di gioco;
– con lui i suoi compagni – Boateng, Nocerino, Emanuelson – erano bloccati sul piano tattico;
– così lo schema di Allegri non sarà solo “palla lunga ad Ibra”;
– Pato, senza di lui, è più libero di esprimersi;
– spaccava lo spogliatoio e senza di lui è più unito e saldo che mai;
– ora si può verticalizzare il gioco molto meglio;
– il fair play finanziario prima di tutto;
– non è mai stato decisivo in Champions League e a livello internazionale.

Meno male.
Altrimenti avremmo rischiato di vedere ancora a San Siro degli orrori così (soprattutto l’ultimo):


Stiamo molto ma molto meglio adesso.

Già.


MENO MALE VAultima modifica: 2012-11-14T23:52:00+00:00da igortv
Reposta per primo quest’articolo

23 pensieri su “MENO MALE VA

  1. l’ha venduto anche Moratti, e guardate cos’è successo.
    L’avrei venduto anch’io Ibra, ma non per compiere uno scempio simile. Effettivamente lui non è adatto a grandi squadre con una manovra corale che esprimono un calcio a 360°. E’ adatto a squadre senza grandi solisti, con un allenatore incapace di dare un gioco ad una squadra e che per questo adotta il classico “palla lunga ad Ibra e speriamo in Dio”.
    Eh, appunto.

  2. @ andrea

    mi spieghi cosa c’entra Galliani?

    I destinatari delle tue, e mie, maledizioni dovrebbero essere, nell’ordine:
    1) Berlusconi Silvio
    2) Berlusconi Marina
    3) Berlusconi Barbara
    4) Galliani Adriano
    oltre ad Allegri. Perchè c’entra anche lui, ovvio! Ma ancora non so se metterlo prima o dopo Galliani. Come avallatore delle scelte societarie, non per l’impossibilità di trovare la formazione giusta.

    Crapapelada fa quello che lo Psiconano gli dice di fare. E la ridicola vicenda Tevez è lì a testimoniarlo. Oltre a essere sempre costretto a barcamenarsi in modo anche a volte umiliante nel calciomerato.
    – Se Silvio non ha più voglia di impegnarsi, di pensarci, di investire, di litigare coi figli per difendere il Milan, di spendere denaro e tempo…..
    – Se Marina ha chiuso i cordoni della borsa di Mediaset, lasciando chiaramente capire che se potesse sbriciolarlo, il Milan, l’avrebbe già fatto…..
    – Se Barbara è talmente impicciona da mettere sempre il naso in questioni non sue pur non capendoci una mazza…..
    – Va da sè che Galliani c’entra poco, oltretutto impegnato com’è a salvare il cadreghino. Se può e se riesce.
    Non voglio assolverlo, sia chiaro. Solo che se c’è qualcuno da maledire, ci sono altri ben prima di lui, credo.

    Certo che puoi vendere Ibra. Ed insieme anche Thiago Silva, magari. Ma devi adoperarti non dico per sostituirli, perchè non sarebbe possibile, ma almeno per creare e/o mantenere una squadra competitiva almeno un minimo. E non mandare via tutti. Ma proprio tutti.
    Quando la Juventus vendette Zidane, vennero Buffon, Nedved e Thuram. Più qualche altro di contorno. Per dire…..
    Se Galliani è costretto a sostituirli con Pazzini (aggiungendo pure Cassano…) e con Zapata+Acerbi…..
    Lasciamo perdere…..

    Bye

  3. Chiacchiere a zero oggi.
    Perché oggi si lotta per non retrocedere.
    Perché oggi la famiglia Berlusconi non venderà il Milan.
    Perché oggi Allegri, di suo peggio di Terim e Sacchi 2, deve inventarsi nuovamente un terzino e costringerci a rimpiangere macerie-Zambrotta.
    Perché oggi il Napoli è di un altro pianeta.
    Perché oggi non è ieri.
    De profundis.

  4. Bene. Trasferta a Napoli senza sconfitta. Bicchiere mezzo pieno. Abbiamo giocato bene e siamo finiti sotto di due goals poi i Napoletani hanno usato la solita tecnica difensiva: date la palla a loro che non sanno cosa farsene. ‘Sta volta, però, è andata male (a loro). Grazie a El Sh(ev)arawy e all’ipercriticato Binho oltre che al Monto (e perchè no, al baby terzino) siamo riusciti a raddrizzare la partita. Bicchiere mezzo vuoto. Christian che c…o mi combini. Mi sembri il Dida dei tempi peggiori. Mi spiace, ma è imperativo pensare ad un portiere serio. Purtroppo per noi però, bella partita, passati incolumi da una trasferta insidiosa, ma siamo sempre solo a +4 dalla retrocessione.
    E domenica ci toccano i galeotti

  5. “ma siamo sempre solo a +4 dalla retrocessione”.

    Ecco… bravo….
    Vediamo di non dimenticarcelo.
    Anche perché:
    1) Abbiati è un colossale disastro. Mi viene in mente Dida nelle giornate peggiori. Se penso che i suoi sostituti sono Amelia ed un bambino brasiliano mi viene da allargare le braccia sconsolato.
    2) La difesa è un’allegra combriccola di dopolavoristi ubriachi. Se Constant risulta il migliore del reparto in quel di Napoli, è tutto dire…
    3) Nel centrocampo l’unica nota “decentemente” accettabile risulta Montolivo. Stendiamo un velo pietoso sugli altri.
    4) L’attacco. Ecco, qui non so se essere piacevolmente sorpreso dall’autorevolezza dell’Elsciaravi, o essere nel contempo preoccupato.
    La media realizzativa porta a un 29-30 gol circa a fine torneo da parte del ragazzo. Impensabile. Qua, se non segna lui, è notte fonda.
    Non oso pensare ad un eventuale infortunio. Se va avanti così, oltretutto, prepariamoci a perderlo a giugno. E solo per fare un poco di Fantacalcio, non avesse segnato neanche un gol, avremmo sette punti in meno. Saremmo a 8 punti in classifica. Ultimi e straultimi.

    In un imprevisto impeto di isterico ottimismo, ho previsto come budget massimo raggiungibile otto punti fino alla fine dell’andata.
    Sempre che si sia in grado di battere Pescara e Siena entrambe a Milano. Cosa tutt’altro che facile, vista la banda di mentecatti che dimostriamo di essere. Per cui, pur capendo gli scongiuri di FratelGiorgio e gli interessati auspici di Plastico, non credo si possa andare oltre ad una sconfitta onorevole, domenica sera. Per le altre partite non lo so. Anche se me lo immagino.

    Spero che Bruxelles renda giustizia all’onorabilità del calcio, sbattendo al 4° posto questa patetica Armata Brancaleone. Presentare in Europa, foss’anche l’Europa League, questo malassortito insieme di sottosviluppati balbuzienti sarebbe un insulto. Rimaniamo nei patrii confini ad collezionare legnate.

    Forza Milan, anche se potrebbe sembrare strano, alla fine di questo intervento.

  6. @ albo
    D’accordo su tutto. Di meglio non potrei dire. Cerchiamo di stare abbarbicati alla dura realtà stagionale: rimanere nella massima serie e fanculo scempion ed Europa lig (cazzo serve?)
    Contrordine: con una ventina di milioni di euro per la qualificazione ottavi di scempion potremo comprare a gennaio…un altra scuderia di puttanone ed escort per il 2013, visto che il capo sembra avere più tempo per fottere e meno per comandare, viagra e cialis permettendo…
    Scusatemi lo sfogo…tornerò nei ranghi!

  7. @albo

    Mi è sembrato di essere De Simone (io) con il Commissario Auricchio (tu) in “Fracchia la Belva Umana” (http://www.youtube.com/watch?v=3WaoDVPai6U&feature=related): ti ho anticipato di 2 settimane:

    “Alla luce delle prossime partite di campionato e di quante ne mancano alla fine del girone d’andata, urgono immediatamente almeno 8 punti nelle prossime 5 altrimenti…sò cazzi..

    e sono stato ripreso:

    N.B. : 8 punti nelle prossime cinque partite? E CON CHI????? Ma lo sai chi incontriamo? Ti rinfresco la memoria:
    1) Napoli
    2) Juventus
    3) Catania
    4) Torino
    5) Pescara
    6) Ci aggiungo anche la Roma, così arriviamo fino alla sosta di Natale.

    Per poi vedere che riproponevi lo stesso calcolo:

    “In un imprevisto impeto di isterico ottimismo, ho previsto come budget massimo raggiungibile otto punti fino alla fine dell’andata.
    Sempre che si sia in grado di battere Pescara e Siena entrambe a Milano. Cosa tutt’altro che facile, vista la banda di mentecatti che dimostriamo di essere.”

    Nessunissima polemica sia ben chiaro..che facciamo le polemiche degli ultimi..???..no di certo…solo PER LA PRECISIONE.. 🙂

    Ipse dixit.

  8. @ Andrilegal

    Perchè dovresti rientrare nei ranghi? Qui si scrive per esprimere pareri ed anche per sfogarsi. L’importante è farlo nei toni giusti.
    L’unico motivo che mi spingerebbe a desiderare il passaggio agli ottavi sono solo i venti milioni che ci passerebbe l’UEFA.
    In teoria…..
    E se li usassero per rinforzare la squadra…..
    Peccato che in pratica verrebbero utilizzati in qualunque altro modo. Fatevi venire voi in mente la destinazione di quei denari. Qualunque va bene, fate voi.
    Europa League. Sono d’accordo che, PER NOI, non serve a un cazzo. Nel senso che sarebbe meglio non presentarsi. A parte che, per come siamo messi, sarebbe un problema anche presentarsi in Coppa Italia.
    Ma tant’è…..
    Ricordo solo, per l’ennesima volta, che i risultati in Europa League fanno punti per decidere il ranking che porta le squadre in Champions. Quattro, tre o due che siano.
    Siamo già precipitati abbastanza. E siamo precipitati talmente tanto, che il prossimo che ci sta puntanto (al 6° o 7° posto) è l’Ucraina. Che è a circa 2 punti dietro nel ranking UEFA. Patria di squadre come lo Shaktar, per esempio. Quelli arancioni che sono venuti allo Juventus Stadium a dominare, se ricordate.

    Bye

  9. Ok. Passato il turno. Finalmente una notte rossonera, mi ha messaggiato un amico.
    Per me, è più nera che rossa. Malgrado un secondo tempo “logico”, anche qui, in questa partita ed anche in questo secondo tempo, non sono mancate le ombre. Che non sono poche.
    Cominciamo con le note più o meno liete.
    – De Sciglio, ragazzo dal futuro sempre più roseo ed interessante (a mio modesto parere).
    – Finalmente Mexes (non per la rovesciata, ma per la gagliarda partita dietro. Comunque molto meglio di altre volte).
    – Montolivo, più per il sacrificio che per le riproposizioni.
    – Constant, che è un caprone, ma la sua umiltà è commovente, e ci mette sempre tutto quello che ha, poco o tanto che sia.
    – Elsciaravi su tutti. Speriamo che duri e che soprattutto non si faccia male.
    – Secondo tempo all’altezza di una partita di Coppa. Per mezz’ora.
    – STOP. Note liete finite.

    OMBRE:
    – Primo tempo pazzesco per tremebondità, assetto confusionario in campo, disordine e poca determinazione. Abbiamo lasciato due occasioni incredibili agli avversari, e non abbiamo mai tirato in porta.
    Il misterioso vuoto mentale e atletico dei primi tempi di questa stagione dovrà essere affrontato da chi di dovere, prima o poi.
    – Atteggiamento spocchioso dopo il due a zero e dopo l’avvenuta superiorità numerica. Inaccettabile l’atteggiamento da “partita-ormai-finita-dove-vanno-questi-qui-sotto-di-due-gol-e-di-un-uomo”. Dieci minuti che di più assurdi non ne ho visti. Con conseguente, ovvia, logica e meritata pera che ha rimesso in discussione tutto.
    – KPB. Dov’è? Doveva uscire al massimo dopo un’ora. Mettendo magari Flamini, così si rinvigoriva anche il centrocampo. Ma la sua involuzione è sorprendente. Sta diventando un valore aggiunto per l’avversario.
    – Più qualche altra pinzillacchera negativa sparsa qua e là per il campo.

    Non cambio il mio parere. Abbiamo sofferto con una squadra che, per me, è la trentunesima del panorama di quest’anno. Solo la Dinamo Zagabria, forse le è peggio. E’ più forte il Nordsjaelland, per dire…
    Questi hanno preso sei gol in due partite dal Malaga. Il Malaga. Che solo in un girone con il Milan poteva sperare di passare. E’ passata come prima una squadra di quarta fascia. Forse, nella storia della Champions, non è mai successo.

    Ora ci attendono delle belle zucche, negli ottavi. Prendendo corpo quella batostata epocale che ho sempre temuto. Mettiamola così: è bello esserci comunque e qualunque cosa succeda.
    Per cui ci potrebbero capitate:
    – PORTO o PSG. Scontro diretto all’ultima giornata in Francia. Mi sa che passa Ibra come primo. E già qui sono cazzi.
    – SHALKE O4 o ARSENAL. Chiunque delle due anche qui sono cazzi.
    – BORUSSIA DORTMUND. Qui sono cazzi amarissimi. Questi sono forti gente. Molto forti. Insieme allo Shakhtar sono la vera novità della stagione europea. Belli, veloci e potenti. La vedo male. Anzi… non la vedo proprio! Questi ci asfaltano alla grande.
    – SHAKHTAR, appunto. Per quello che ha fatto vedere nel girone, tra tecnica, gioco e velocità, la miglior squadra (assieme al Borussia) vista quest’anno. Ci prenderanno in tromba e non li vedremo neanche passare. Ma si distraggono spesso. E’ forse il loro limite. E non è da poco.
    – BAYERN o VALENCIA. Molto più probabilmente BAYERN. E anche qui siamo fuori. Più o meno allegramente.
    – BARCELLONA. Lasciamo perdere…
    – MANCHESTER UTD. Rilasciamo perdere…

    Ne consegue che l’unica che con la quale ce la possiamo minimamente sperare di giocarcela è il Porto. Con tutte le altre….. OUT! Come è giusto che sia.

    Bye

  10. @albo: non si può che essere d’accordo. Partita paurosa, in tutti i sensi.
    E tutte le volte mi chiedo come è possibile che una dirigenza che ha scovato Sheva, Kakà, vanBasten, 8 cito solo gli ultimi), abbia potuto portare in rossonero certi giocatori che, quando va bene, sono onesti lavoratori della pedata. Ora tutti incensano la partita del Milan, ma ci fosse stata la Juve, ieri saremmo usciti con le ossa rotte. Anche se, bisogna concederlo, tutti hanno dato il massimo. Il problema è che per molti il massimo sia… scarso. Costant ha messo a dura prova le mie coronarie, deJong è meglio che continui a passarla al più vicino (sperando sia Montolivo), Boateng mi sono chiesto se giocava o lo avevano sostituito (ma dov’è finito il Principe Guerriero che correva, lottava, impostava,recuperava, segnava?), Bojan, che pure non è male, non ne ha combinata una giusta, scivolando ancora in un momento cruciale, Nocerino è tornato Nocer(topol)ino ( ma qui la scusante Ibra c’è), Emanuelson non ha mai tentato un affondo. Pato ha segnato il suo secondo goals in Coppa, ha fatto espellere un avversario, ma trotterella insipidamente ed irritantemente per il campo. (se vuoi giocare di più, impegnati di più, dovresti cercare di spaccare il mondo, non aggirarti evanescentemente per il campo). Infine deSciglio, ottimo giocatore, commette ancora degli errori gravi, avrebbe bisogno di fianco un grande come Nesta o TS, però mi pare che la stoffa ci sia. Di buono le solite cose,Montolivo è uno dei pochi che sa cosa fare con la palla e si sacrifica pure in copertura, Yepes è il solito, però, ogni tanto, l’età si fa sentire, Mexes ieri non ha combinato i suoi soliti errori, anzi oserei dire impeccabile, il goal poi…incredibile. resta El Sh(ev)aarawy. Meno male che c’è.
    Ed ora i galeotti (si torna ala realtà)

  11. @ giorgio

    “E tutte le volte mi chiedo come è possibile che una dirigenza che ha scovato Sheva, Kakà, vanBasten, cito solo gli ultimi), abbia potuto portare in rossonero certi giocatori che, quando va bene, sono onesti lavoratori della pedata”.

    Te lo dico io, perchè…..

    Perchè quando avevamo un Presidente, l’allenatore di turno (Sacchi… Capello… Ancelotti…) facevano uno o più nomi, Galliani alzava il culo dalla sedia e riferiva al suddetto Presidente i pruriti dei tecnici.
    Prendendosi anche l’incarico un poco mafiosetto di comunicare al proprietario del cartellino: “qualunque sia la cifra che vi offrono, noi la alziamo di, che so….., uno – due – cinque – XXXX miliardi (o milioni di €).
    Sunt bun anca mì (sono capace anch’io….. per i non milanesi).

    Ma adesso che ti devi ingegnare, adesso che devi farti venire qualche genialata, saltano fuori tutti i limiti di competenza della strana coppia Braida-Galliani. I quali, non solo non capiscono una minchia di niente di calcio e giocatori (come il loro Presidente, del resto… Non dimenticatevi che il nostro Prode Silvio voleva Borghi al posto di Rijkaard. Pensa te!), ma oltretutto non hanno un cent da investire.
    Se metti assieme le due cose, unitamente al delirio del Silvio ed agli ormoni impazziti della Barbara, aggiungendo un pizzico dell’isteria della Marina e del menefreghismo del Piersilvio, è logico comprendere come si sia passati dai nomi che hai citato tu, allo scempio attuale prodotto un po’ da tutti.
    Quello che danno Constant gli altri come lui non è scarso. E’ tantissimo. E’ tantissimo perchè lo vedi che danno sempre il 110% minimo. Solo che il loro 110% non vale il 20% di Maldini. O di Shevchenko. O di Kakà. O di Cafù. O di tutti gli altri che abbiamo avuto.

    L’analisi spicciola e magra delle future avversarie degli ottavi l’ho già fatta. Spero di non uscire con le ossa troppo rotte. Perchè usciremo agli ottavi, spero che tu non sia convinto del contrario, perchè non esiste. E’ fantasia pura pensare di andare avanti in Champions.

    Ed ora, come hai detto tu, sotto con la Juve Rubentus. Che ci darà una bella spazzolata facendoci tornare violentemente alla dura realtà nostrana di una squadra che è meglio si guardi dietro prima di sognare rincorse.

    Bye, fratello.

  12. E’ l’occasione che aspettavamo da tempo:”…. Molto meno contento, però, sembra Pato, nonostante il gol del 3-1. E non tanto per il problema muscolare alla coscia, per il quale verrà sottoposto a esami al rientro in Italia: «Avevo annunciato il gol al mister, gli ho detto che sarei entrato e avrei chiuso la partita – ha detto il brasiliano -. Ho preso un po’ di colpi, valuterò al mio rientro ma non penso a nulla di grave. El Shaarawy sta facendo bene, però adesso vediamo: voglio giocare, adesso viene il mio procuratore e poi vediamo». Il Milan è avvertito….”
    Mi domando chi lo voglia comprare uno che corricchia meno di Balotelli e alla prima scoreggia s’infortuna…??

Lascia un commento