IL DERBY D’ITALIETTA

Complimenti, proprio una gran partita.
Due enormi ladrate, una per parte – incredibile il fuorigioco in occasione del vantaggio bianconero, ridicolo il rigore assegnato a Milito – e una serie di brutture calcistiche abnormi – da secondo giallo l’intervento di Lichtsteiner, da rosso diretto quello di Cambiasso, entrambi non sanzionati.

Bravi i nerazzurri ad approfittare della bagarre per mettere a termine la striscia di risultati utili positivi dei bianconeri. Altre 10 partite e avrebbero battuto il record degli “Invincibili” rossoneri di Capello.
Con una squadra fatta da gente – Pirlo a parte – degna nemmeno di allacciare le scarpe a quei meravigliosi artisti.

Perciò adesso finalmente smettetela di rompere il cazzo con il record e concentratevi sulle vostre prossime ladrate.
Perché questa partita ha detto anche questo: «signori, scordiamoci il 2006. Tutto finito. Tutto come prima. Tutto meglio di prima. Oggi ne avete avuto dimostrazione. Non esiste sudditanza psicologica, solo malafede».

E sarà così per entrambe le squadre fino a fine campionato. I prodromi d’altronde si erano già visti tutti: due partite regalate all’Inter (rigore non dato al Catania, goal in fuorigioco contro la Samp) e una alla Juve (clamoroso furto di Catania). Questo è il New Deal calcistico di questa stagione.

Ma d’altronde è giusto così. Queste due squadre – e relative tifoserie – sono quelle che meglio rappresentano l’attuale desolante panorama social-cultural-economico del nostro Paese: arroganti, piangina, immanicate con chi di dovere, pronte a vendersi la madre pur di raggiungere lo scopo, incoerenti anche di fronte all’evidenza, antisportive.

Tutto sommato, un derby d’Italia così, ce lo meritiamo ampiamente.

seconda squadra di milano, ladri

IL DERBY D’ITALIETTAultima modifica: 2012-11-04T01:27:00+00:00da igortv
Reposta per primo quest’articolo

11 pensieri su “IL DERBY D’ITALIETTA

  1. Non è da te Igor scrivere post come questo.La gara meritava ben altro commento,se proprio ci tenevi a commentarla.Io sono tifoso interista e non sono arrogante,piangina ammanicato(o immanicato?),antisportivo,incoerente e soprattutto mia madre non la venderei per nulla.Vivo(sportivamente)per partite come questa e per una sera non me ne frega una minchia del”attuale desolante panorama social-cultural-economico del nostro Paese”del quale dovresti chiedere conto al tuo presidente.Diciotto anni da spettatore hanno allenato la mia pazienza,tu sembri non sopportarne nemmeno uno.Eppure sei nella prima colonna della classifica,ti sei portato a 14 punti dalla capolista e ti salverai senza affanno.Ma vederti rosicare così non ha prezzo…

  2. @robynter: “rosicare”? ahahah e per cosa, di grazia?
    Credo di aver vinto abbastanza per poter starmene tranquillo per un po’. D’altronde anche dopo il ciclo degli Invincibili abbiamo inanellato un biennio di metà classifica. Quindi ci sono abituato.

    Dico solo che certe scene mi han fatto tornare indietro nel tempo, tempo di precalciopoli, dove c’era solo il dubbio. Oggi, passata calciopoli, certi dubbi son diventati certezze.
    E la partita di ieri ne è stata un bell’esempio: onestamente, risultato a parte, mica vorrai dire che è stato una bel match? Degna rappresentante delle nostre corazzate calcistiche?

    E’ stato il repertorio delle peggio brutture, dentro e fuori del campo, prima e dopo la gara. Solo che stavolta a “beneficiarne” non è stata solo la squadra pigiamata

    Per quanto riguarda il mio non-presidente, il problema sono chi lo ha votato. E – come detto tanto tempo fa pubblicando un documento di Ilvo Diamanti su intreccio tifo-politica nel 2010 – si scopre che l’equazione milanisti=berlusconiani proprio non sta in piedi, anzi. Solo un terzo dei milanisti vota pdl.
    Funziona solo a Milano città, ma per il resto di piemonte lombardia e veneto ciccia.

    Concludo dicendo che, come tu stesso ammetti, non essendo piangina, rosicone etc. non di dovevi sentire tirato in mezzo. Eppure…

    Io sparo nel gruppo. Ho visto le reazioni dei miei amici ieri sera, e di tutta la gente che era al pub. E di come han reagito subito dopo il fischio finale.

    E ho tratto le mie conclusioni.

    Ad maiora.

  3. Si, ieri è stata una brutta partita, mica come quella finale di cempions che giocaste contro quei cosi li travestiti da striscie pedonali… calcio champagne, “degna rappresentante delle nostre corazzate calcistiche”.

    Dai igor parla del milan e lascia perdere gli altri valà…

  4. @ lele

    E’ stata una partita intensa. Ma non è stata una bella partita.
    Le belle partite sono altra cosa.
    E’ stata una partita intensa perchè il risultato non è mai stato definito fino al gol di Palacio.
    Ma non è stata bella. Troppi errori da parte di tutte e due le squadre.
    Dal punto di vista estetico è stata un po’ bruttina, oserei dire…..
    Ma intensissima, questo sì.

    Bye

  5. @ lele

    Mi spiego meglio.

    Una bella partita bisogna che siano in due a giocarla. Dopo il primo quarto d’ora impreziosito dal solito furto con destrezza, la Juventus è andata calando perdendo i collegamenti e sbagliando molto a centrocampo, senza essere pungente in avanti, dove hanno sostituito Vucinic con Bendtner (ma dove vogliono andare, con questo qui?).
    Ma la stessa Inter ha dovuto aspettare il rigore al minuto 61′ per pareggiare. E non è che in questa ora abbia fatto vedere cose mirabolanti. Era solo più ordinata e caparbia, ma non mi pare che Buffon abbia fatto miracoli.
    Però, come ho già detto, intensa come poche. Si è sempre avuta la sensazione, se non altro da parte mia, che non sarebbe mai finita 1-0 e che l’Inter non la avrebbe persa.
    Inoltre, vi dobbiamo, scherzosamente ma doverosamente, ringraziare. La vostra vittoria ha non ha reso possibile che questa squadra di perecottari e scarponi (eccetto Pirlo) battesse una squadra leggendaria.
    Cosa possa accomunare Chiellini… Barzagli… Bonucci… a Baresi… Maldini… Costacurta e Tassotti non lo so. Oppure Rijkaard… Gullit… Donadoni… con Marchisio… Vidal non lo so. Solo Pirlo regge il confronto. O cosa possa accomunare Vucinic… Vidal… a Savicevic…. Van Basten… continuo a non saperlo.

    Complimenti, comunque. E grazie…..

    Bye

  6. Vabbè dai in questo articolo hai un pò sclerato…

    Definire il rigore di Milito ridicolo e Cambiasso che andava espulso…quando nessun sito di moviola ti da ragione è troppo.
    Poi la trattenuta su Milito è stra-evidente.

    Se vogliamo dire che hanno arbitrato a senso unico pro juve sono d’accordo…altrimenti no
    Detto da un milanista sfegatato.

  7. @ales: intervento di Cambiasso su Lichtsteiner due minuti dopo l’intervento omicida del bianconero stesso su Palacio. Nemmeno sanzionato. Entra diretto sulla caviglia dello svizzero a palla lontana. Gli ha ridato il pestone del primo giallo.

    La trattenuta su Milito inizia fuori area. Poi è bravo l’argentino a fingersi morto. Rigori così, con questo metro di giudizio, dovrebbero darne 20 a partita (10 solo contro la juve, dato che chiellini trattiene le maglie SEMPRE).

    Detto questo: a me va benissimo che la banda di ladri gobbacci abbia perso e perlopiù rubando come al solito.
    Il dubbio è che se al posto dell’inter ci fosse stata qualsiasi altra squadra l’arbitraggio sarebbe stato a senso unico. Quel rigore sarebbe diventato punizione dal limite, o niente.
    E se al posto di Cambiasso su Lichsteiner ci fosse stato qualsiqasi altro, sarebbe stato cacciato.

    E ho paura che così sarà – per tutte le squadre avversarie dei ladri bianconeri – da qui al prossimo inter – juve.

Lascia un commento