EXTREMA LAZIO

(erano decenni che aspettavo il momento adatto per scrivere questo titolo)

Se c’è una cosa più odiosa di una pigna in culo, questa è la “pausa del campionato per la Nazionale“.
Piuttosto, avrei preferito robe ben peggiori.
Un’epidemia di colera alla Pinetina o un attacco di cagotto perenne fulminante nel centro di Vinovo, per dire.

Però una cosa di positiva questa pausa per la Nazionale l’ha portata: ha fatto vedere al mondo intero che Montolivo, al Milan, è palesemente fuori ruolo.

Il meglio di sè lo dà da trequartista atipico, l’interno di centrocampo che si stacca, il quasi-rifinitore-poco-marcatore-per-nulla-pressatore.

Messo come schermo davanti alla difesa, si caga in mano. E lo fa perché sa di essere:
– lento;
– macchinoso;
– cagasotto;
– fisico da mezza sega

C’è da dire anche un’altra cosa però, a parziale discolpa di Allegri.
In nazionale Montolivo fa ciò che fa perché la cerniera a centrocampo è composta da Pirlo – De Rossi – Marchisio.
Qui invece abbiamo De Jong – Ambrosini – Flamini se ci va bene; Constant – Traoré – Emanuelson se ci va di merda.

Percui ci tocca fare di necessità ragù: prendere quel poco di buono che c’è dai nostri broccacci e cercare di amalgamarlo per dare un cuore alla squadra.

Il problema è che dobbiamo farlo contro la Lazio, fascistissima squadra rompicoglioni che arriva nel momento peggiore.

Inutile dire che dobbiamo fare risultato pieno a tutti i costi, se vogliamo iniziare la ripresa.

Milan, Lazio, crocevia

EXTREMA LAZIOultima modifica: 2012-10-19T21:34:38+00:00da igortv
Reposta per primo quest’articolo

15 pensieri su “EXTREMA LAZIO

  1. Caro igor,
    se vinciamo a Roma avrò visto un film di fantascienza…
    Siamo realisti ed affidiamoci al fattore Q invocato contro lo Shaktar o a qualche attacco di “cagotto” (come lo chiami tu) dei nostri avversari.
    In altro non posso e non so sperare e tutto ciò senza un briciolo di pessimismo.
    Per il resto sono qui pronto davanti alla tv, ma già avverto i primi bruciori perianali…
    A dopo, forza e coraggio!

  2. Non so cosa dire.
    E probabilmente stavolta dirò poco perchè c’è poco da dire.

    Igor, nei giorni scorsi, ha testualmente detto:
    “io alla B non ci credo manco per il cazzo”.
    Non so se perchè non ci credeva proprio o per reazione emotiva.

    Consiglio a tutti, e quindi anche a lui, ci cominciare a familiarizzare con l’eventualità concreta che ciò potrebbe anche avvenire. Nel senso che è più probabile che ciò accada piuttosto che il contrario.

    Siamo a 2 punti, DUE, dal terz’ultimo posto con una partita in più.
    Abbiamo dieci squadre davanti, per ora, e dobbiamo ancora incontrare, nell’ordine dall’alto in basso, Juventus… Napoli… Fiorentina… Roma… Catania… Genoa… Torino… Ne abbiamo incontrate solo tre. Lazio (2-3), Inter (0-1), Sampdoria (0-1).

    Di motivi per essere ottimista ne vedo pochini.

    Bye

  3. Basta Allegri con Bonera titolare…è una pippa assoluta.
    Ho letto anche che per il rinnovo del contratto non dovrebbero esserci problemi..è come no è un fenomeno…
    Yepes dovrebbe essere un rincalzo non un titolare vista la sua età,ma almeno lui da tutto in campo ogni volta.
    Io punterei su Mexes,Zapata e Acerbi…peggio di così è difficile fare.
    Poi una parola su Amelia che (se si può) è peggio di Abbiati…
    Non lo poi De Sciglio deve giocare perchè Abate si è involuto e Antonini è quello che è.
    Boateng su chi la visto assieme a Pazzini ci starebbe bene.

  4. @ giorgio

    ….. e per carità di patria non ho citato le due che hai citato tu!
    Già oggi, in qualsiasi modo finisca Cagliari-Bologna, una della due ci fa scendere di un gradino. Per la classifica definitiva, appuntamento alle 17,00 circa.

    Nei giorni scorsi si parlava di Strootman (e chi è?), e di un altro dal cognome impronunciabile.
    Ora di Dossena e Antonelli.
    Campagna acquisti di gennaio (sempre che ci sia, perchè non credo che la facciano) isterica come al solito.
    Pensare di farla a luglio, no, emerite teste di cazzo?

    Come avevo previsto, perchè questo mestiere l’ho fatto, e bene, in gioventù, ora il problema portiere lo abbiamo davvero. E bello grosso.
    Abbiati, come purtroppo stiamo vedendo, stra autocatastrofizzandosi e fa una megacagata a match.
    Amelia lo abbiamo visto tutti a Roma. L’ultima volta me lo ricordo a Bologna fare una bella cappella su tiro di Diamanti.
    Gabriel è bravo. Molto bravo. Ma far giocare un ventenne, anche se ha fatto le Olimpiadi, facendolo esordire in un contesto del genere così drammaticamente complicato e complesso significherebbe perderlo sicuramente. Perchè non è su di lui che il Milan si deve appoggiare per risolvere i problemi. Per cui ci dobbiamo tenere i due scarsi che abbiamo e sperare che limitino le cazzate. Ma non si possono sempre incociare le dita quando la palla gravita nella nostra area!
    In difesa fuori dai coglioni Antonini. Perchè De Sciglio non debba essere titolare lo considero uno sproprosito tecnico e tattico. Cosa giri nella testa di cazzo di Allegri francamente lo ignoro. Abate a destra ce lo dobbiamo tenere. A meno di mettere De Sciglio a destra e Didac Vila (quando rientrerà) a sinistra. Tanto vale provare. E centrali chi c’è c’è. Tanto son tutti scarsi. Forse Bonera-Yepes…..
    Boateng lo mandiamo alle Terme di Boario a rigenerarsi. E da lì al Bayern senza tornare a Milanello. Lui e la Satta.
    Facciamo un bel centrocampo a cinque: Nocerino, Montolivo, Ambrosini, De Jong, Emanuelson.
    E giochiamo con il solo El Shaarawi.
    Altrimenti giochiamo davanti con Stephan + Niang, centrocampo sempre a cinque, difesa a tre con Zapata in mezzo.

    Fair play finanziario…..
    Il fair play finanziario lo fai se hai un progetto sostitutivo e/o alternativo alla rosa che vai a sostituire. Non vendi i due pezzi pregiati ASSIEME alla dismissione degli altri titolari. Se devi vendere Ibra+T.S., allora ti studi un piano di sostituzione di due anni. Alcuni vanno e altri restano. Chi non lo so. Certo che se poi Allegri litiga con tutti compreso il magazziniere e il barista sotto casa, allora tutto si complica. E qui sta la PRIMA responsabilità del tecnico.
    Vi ricordo che nel 1991, con Sacchi in pieno delirio e con Berlusconi stabilmente seduto nella stanza dei bottoni, a precisa richiesta del tecnico di vendere la maggior parte dei titolari perché, a suo dire, bolliti e spremuti, il Presidente (allora lo avevamo…) lo invitò a farsi da parte con tanti ringraziamenti.
    Venne Capello e tutti sappiamo cosa fece, con quei titolari che Sacchi voleva mandare via…..

    Bye

    A stasera

  5. “Cosa giri nella testa di cazzo di Allegri…”

    Scusa Albo,
    ma non ricordi che qualche settimana orsono mi cazziavi (simpaticamente è ovvio!) asserendo le colpe solo minime del sig.Allegri in questa stagione psicotragicomica?
    Ho sempre ribadito che le responsabilità maggiori sono della società e del presidente non presente ma, vedi, fino a quando il presidente è quello, il Galliani ha quel budget a disposizione (è pur sempre uno a stipendio o no?) e la gang bang di Braida non si tocca, che cazzo vuoi fare? Almeno me lo togli dai coglioni uno che ha vinto lo scudetto SOLO grazie ad Ibra senza il quale campa cavallo ….
    Il nocciolo della questione è proprio questo: noi poveri tifosi che soffrono persino di disfunzione erettile ad ogni weekend con sconfitta (già mi aspetto che mi diciate “parla per te”) non possiamo invocare che Berlusconi e la sua cricca se ne vadano a fare in culo “damblè” perché è al momento impossibile per mille ragioni o quantomeno improbabile. Ma almeno possiamo e dobbiamo legittimamente chiedere la testa di un allenatore che più sprovveduto ed incompetente non si può … A meno che crediate che questi uomini più di tanto non possono. Io non credo.
    Vedi Albo, tu proponi soluzioni tecniche intriganti che io condivido pure ma che quel signore non metterà mai in pratica, limitando si ad abozzare qualche cambio alla spera in Dio nel secondo tempo dopo averne regalato il primo agli avversari e sperare nel fattore culo.
    Purtroppo i nodi sono venuti tutti al pettine. E te ne dico un’altra: se rimaniamo con Allegri vai tranquillo a scommettere per la retrocessione, ma fallo ora perché le quote presto scenderanno ulteriormente!
    Al posto di Allegri chi? Vaffanculo ai traghettatori stile Tassotti che per me è correo del disastro attuale (altrimenti perché pagare uno solo per farsi parlare all’orecchio da Mr. Titolare?). Un allenatore su cui contare e costruire sin da subito: sbaglio o Benitez è libero?
    Se poi vogliamo fare i bimbominchia e credere che ci ritroveremo Guardiola tra un anno, fate pure …

  6. @ Andrilegal

    Ottimo intervento. Ben esposto, come si conviene ad un laureato, e passionale il giusto.

    Se posso, vorrei rispondere.

    1) Sul fatto di cosa giri nella testa di Allegri, era riferito alle esclusioni reiterate di De Sciglio. Mi riferivo solo a quello. Ma questo non lo salva da responsabilità peraltro anche abbastanza precise. Un 20%, se vogliamo quantificare. Ma che sono niente, come peso specifico, se lo compariamo con il pesantissimo e devastante 80% almeno a carico della proprietà. La quale, a partire soprattutto da gennaio, ne ha combinate di tutti i colori. La seconda questione a carico di Allegri è l’incaponirsi, per esempio, nel far giocare Boateng. Non solo il fantasma del giocatore degli ultimi due anni, ma nemmeno paragonabile a qualunque baldo giovanotto di terza categoria.

    2) Vorrei addebitare la mia disfunzione erettile alle sconfitte del Milan…
    ma non è così, purtroppo. Questo problema è uno scomodissimo compagno dei miei sessant’anni. Diciamo che le prestazioni dei rossoneri non contribuiscono a rinfocolare l’antico ardore giovanile.
    Mettiamola così, va là…..

    3) Tra le responsabilità di Allegri, c’è quella del non avere ancora deciso la coppia centrale difensiva.
    Ora, lo sanno anche i sassi del Sahara che la coppia Nesta-Thiago Silva è insostituibile e soprattutto irreplicabile. Non mi sono rincoglionito del tutto. Purtroppo non ci sono. E quello che c’è, ora, è: Mexes….. Bonera….. Zapata….. Yepes….. Acerbi….. STOP.
    Nel calcio, che si giochi a zona (coppia centrale) o con il vecchio metodo (libero – stopper) la coppia di difensori centrali è la SECONDA certezza granitica che devi avere in squadra dopo la decisione sul portiere titolare. Portiere-centrali difensivi-centrocampista metodista (o/e metronomo)-attaccante è l’asse portante della squadra SEMPRE. Devi decidere, e in fretta, chi sono questi quattro-cinque giocatori. I restanti sei-sette ruotano intorno. Ma devi decidere chi sono quelli.
    La sua colpa è quella di far ruotare continuamente uomini nei ruoli chiave. Combinando casino. Decidi quali sono i due centrali, E FAI GIOCARE QUELLI, cribbio!!!!! Tanto sono tutti brocchi. Ma almeno avremo due brocchi affiatati, non due imbesuiti che ad ogni gol preso su guardano straniti. “ma come, non sei lì?” – “Chi, io? Ma non eri lì tu?. Io ero qui” – “sì, ero lì, ma poi sono andato là, perchè non sei rimasto quà?” – “non potevo stare quà. Sono dovuto andare là”. E avanti così…..

    4) Della proprietà abbiamo già detto. Ma dato che non ho voglia di ridiscutere tutto a partire dal caso Tevez, mi limiterò a dire, anzi a rimarcare, la figura che hanno fatto sulla questione cessione di Ibra e Thiago. Ma non perchè non dovessero essere ceduti. Ma perchè non ci hai pensato prima. E non perchè dovevi sostituirli. Gente come Sheva… Kakà… Ibra… T.S. ….. mica li sostituisci. Ma non puoi arrivare a metà luglio senza avere pensato ad una strategia di mercato che contempli queste cessioni. Ci devi pensare a gennaio. Tanto lo sapevano tutti che quei due, soprattutto Thiago, erano destinati a lasciarci.
    Devi avere il tempo di studiare le strategie e metterle a punto.
    Purtroppo stiamo parlando di proprietà e di dirigenza profondamente inadeguate ed incompetenti. Oltre che stanche e senza nerbo.

    5) Per prendere Benitez, devi esonerare Allegri (continuandolo a pagare), e assumere lo spagnolo (che devi a sua volta pagare). Non mi sembra che sia nelle risicate possibilità finanziarie del club, in questo momento.
    L’unico che potrebbe sostituire il livornese è Tassotti.
    Meglio lasciar perdere…..

    Intanto, dopo le partite di oggi pomeriggio, siamo bellamente terz’ultimi. Assieme a Chievo, Bologna e Pescara (pensa te…..). In un botto ci hanno sopravanzati Cagliari, Atalanta, Parma e Udinese (ripensa te…..).
    E non vedo niente di positivo all’orizzonte.

    Mi fermo qui. Sono stanco, stufo, incazzato, deluso e preoccupato.
    A risentirci.

    Bye

  7. Caro albo,
    solo per dirti che per me le tue sono sante parole, dalla prima all’ultima.
    Soprattutto il punto 3) rappresenta un’analisi spietata ma illuminata del disordine tecnico-tattico in cui Allegri ha scaraventato la squadra, non so, forse con le migliori intenzioni (nessun titolare tutti titolari tanto per non scontentare nessuno e tenere lo spogliatoio compatto?) ma con i peggiori risultati (nessun titolare nessuno che esce fuori un minimo di coglioni se non a sprazzi, sotto di qualche gol e per venti minuti al massimo!).
    Non so dirti davvero, colmo ed ebbro come te di sconforto rossonero, incomincio a credere a scenari fino a qualche tempo fa inverosimili.
    Quanto alla disfunzione di cui sopra, i miei 41 anni m’impongono di “tenere duro” un altro pò…vuoi anche perchè tra due mesi mi sposo…
    Un caro saluto a tutti…a proposito, c’è di peggio nella vita (mi riferisco al Milan di questi tempi non al matrimonio…)

  8. Condivido appieno la difesa a tre con chiunque riesca a dare calci al pallone, tanto, come dice fratel albo, uno vale l’altro. Bel centrocampo a cinque con due cursori e tre randellatori e Montolivo con due punte, anche qui vanno bene tutti, tanto sono tutti equivalenti. A questo punto, abbandono anche il mio meglio perdere giocando bene che vincere giocando male. Tutti dietro al pallone, facciamo densità e segnamo in contropiede. Abbiamo messo già un piede in B, vediamo di tirarlo fuori.

  9. Ciao a tutti, scusate ma a parte la squadra di brocchi che ci ritroviamo, io non credo che il milan di oggi sia più pippa di almeno 10 squadre che ci stanno davanti in classifica. Che in campo non possiamo schierare 11 fenomeni è appurato, ma Allegri a cosa cazzo pensa quando fa la formazione?? 2 anni fa ha vinto il campionato al pelo con la squadra nettamente più forte, l’anno scorso con la stessa squadra è riuscito a perderlo e quest’anno è in zona retrocessione.
    io dico:
    Gabriel,
    De Sciglio, Mexes, Zapata (Acerbi), Emanuelson
    Ambrosini, De Jong
    El Shaarawy, Montolivo, Muntari
    Pato (Pazzini)

    oppure tentare un 3,5,2 con
    Gabriel,
    Mexes, Zapata, Acerbi
    De Sciglio, Boateng, Montolivo, Muntari, Emanuelson,
    El Shaarawy, Pato

    Sono pazzo?

  10. @ giorgio

    Bravo fratello! Una buona dose di sano realismo che non guasta MAI.
    Infatti l’Inter, giocando letteralmente di merda, ha i suoi MERITATISSIMI (perchè comunque se li suda) 18 punti.
    Noi, che vogliamo essere sempre belli come il sole, di punti ne abbiamo sette.
    Loro, “brutti, sporchi e cattivi” (è una metafora, lo scrivo a beneficio degli eventuali cugini permalosi…), digrignando i denti sono lì, in piena zona Champions e a quattro punti dalla Juve.
    Noi, che vogliamo essere sembre sorridenti per il “bel giuoco”, come dice quel deficiente del nostro Presidente (ma ne abbiamo uno?), sempre sorridendo stiamo più o meno allegramente precipitando.

    Io personalmente, se sto rischiando di prenderlo nel culo, l’ultima cosa che avrei voglia di fare, è sorridere.

    Bye fratello.

  11. Alle sette del mattino la punteggiatura è, evidentemente, un’opzione, per me. Scusate.
    Quanto al “bel giuoco”, caro albo, neanche abbiamo qualcuno che lo sappia fare. O meglio, avremmo Montolivo, ma Allegri si ostina a farlo giocare fuori ruolo, così come si ostina con Emanuelson a destra, con il risultato che o si accentra e perde palla o crossa dalla tre/quarti, a favore dei difensori. Cosa poi dire di deJong? Quello che dice mio figlio: se fosse in porta passerebbe al palo!
    sai, mi viene da credere che alcuni giocatori stiano non giocando per protesta. Mi spiego: Ci avete ingaggiato con un progetto vincente e poi avete smantellato la squadra. Perchè mi dovrei impegnare io se non lo fate Voi? Che è poi il motivo che ha portato Cassano a volersene andare.
    Mercoledì c’è la Coppa. Al diavolo anche lei. Prima pensiamo a salvarci. Anche se mercoledì mi appollaierò tra divano e tavolino sperando di vedere la partita della vita di ‘sti… stì!
    Fuori i c….. le unghie, ragazzi.

Lascia un commento