PRIORITA’

Lo dico: non me ne fotte nulla del diverbio tra Allegri ed Inzaghi. Sono screzi che ci sono sempre stati e ci saranno sempre nel mondo del calcio.

Certo, il momento è d’oro per i media che ci sguazzano sui momenti di difficoltà di società non “affiliate” – ricordo che la Gazzetta dello Sport è media partner dei nerazzurri; probabilmente queste baruffe fanno il gioco della società rossonera stessa, dato che dalla dichiarazione di Galliani sull’ineluttabilità dello scudetto di quest’anno in poi sono state solo rogne per l’allenatore.

La partenza al rallentatore poi è l’ultima delle scuse, dato che:

1) è un classico ormai delle squadre di Allegri;
2) la rosa di quest’anno è talmente tanto cragnosa rispetto alle precedenti che una partenza a rilento è da considerarsi “fisiologica”.

Ciò che mi sta veramente in culo è l’atteggiamento della società AC Milan nell’addossare tutte le colpe al tecnico – e di buona parte di bloggers e tifosotti vari che ingollano i dettami societari e non muovono una singola critica al vero artefice di questo disastro, ossia Silvio Berlusconi.
A nulla serve poi la farsa in diretta a Milan Channel di questo pomeriggio, se non a dipingere Allegri come un patetico burattino manovrato a piacere.

A peggiorare ulteriormente la situazione ci si mette anche questa notizia qui: «Otto rappresentanti degli ultrà milanisti sono entrati [giovedi 20 settembre n.d.r.] nel centro sportivo di Carnago e hanno parlato per circa mezzora con Massimiliano Allegri, Massimo Ambrosini e Christian Abbiati».

Tra questi otto, era presente pure Luca Lucci – leggere qui per capire il personaggio – un tizio sotto processo per aver distrutto un occhio con un pugno ad un sostenitore nerazzurro durante un derby nel febbraio del 2009.
Tifoso nerazzurro che si sarebbe poi suicidato nell’aprile di quest’anno a causa del trauma subìto.

Queste sono le cose che più di ogni cosa mi fanno incazzare: la presenza di indagati tra le “delegazioni” dei tifosi.
Cosa? Quella gente là dovrebbe rappresentarmi? Ma per favore, via…

Una società seria dovrebbe denunciare costoro alle forze dell’ordine, altro che girare con la scorta da 4 anni.
Ma d’altronde, finché si ha un non-presidente che con i personaggi loschi ci fa affari da sempre e li ficca pure in parlamento…

La soluzione? Chiudere una volta per tutte le curve.
Tutte le curve.

Ed eliminare la parola “ultrà” dal vocabolario sportivo e – anche alla luce degli accoltellamenti a Napoli – sostituirla col sinonimo più corrispondente: delinquenti.

Come altro definire quella massa di subumani che sono arrivati a contestare Paolo Maldini il giorno del suo addio al calcio?

«Io sono orgoglioso di non essere uno di voi»

Milan, allegri, inzaghi, ultrà, vergogna

PRIORITA’ultima modifica: 2012-09-21T16:09:00+00:00da igortv
Reposta per primo quest’articolo

9 pensieri su “PRIORITA’

  1. @igor

    Minchia se hai ragione!

    Resto davvero disgustato se è vera la notizia che riporti…dar conto (e possibilmente ragione) ad un delinquente con precedenti penali o/e segnalazioni per gravi violenze negli stadi non è certo degno di aprire bocca con chicchessia e personalmente lo gradirei solo come cliente da difendere nelle aule di giustizia dopo avergli spillocchiato tante migliaia di euro per poi sfancularlo…
    Resto inebetito davvero…
    Per il resto ribadisco di appartenere a quella schiera di “tifosotti/blogger” che avrebbero mandato a fare in culo Allegri già da tempo, non ritenendolo minimamente all’altezza di gestire una squadra come il Milan in tutto e per tutto, sotto ogni profilo (umano, emotivo, emozionale, tattico e tecnico). Questo -ovviamente- NON SIGNIFICA che non ne faccio una colpa di cotanto sfacelo alla società (???) e al suo leader maximo.
    Anzi sarai daccordo con me con il constatare che Il Silvio ha trattato il Milan come un suo personale giocattolo, che ha prima ha reso grande (v’è da riconoscerlo) e poi ha buttato nel cesso solo ed esclusivamente per i suoi buoni e turpi interessi personalissimi, familiari ed esclusivi, strafregandosene alla grande di tutti i suoi tifosi.
    La filosofia? Io ho i soldi, io fotto, io comando, io vendo chi cazzo mi pare…
    Ma lo sai che a questo punto anche il “buon” Lucci mi pare, tutto sommato, un interlocutore più adeguato nel centro sportivo di Carnago?

  2. Io ritengo che il tecnico non abbia molte colpe in questa situazione. Qualunque allenatore si troverebbe in difficoltà a disputare campionato e champions con questa rosa (mediocre).
    Bojan e De Jong sono stati presentati come i grandi acquisti di quest’anno e qualcuno ha anche detto: “adesso Allegri non può dire che non siamo da primo posto”.
    Ah beh!!! Se con De Jong abbiamo risolto tutti i problemi siamo a posto!
    Martedì ha fatto un intera giocata per 90 minuti. Palla a lui passaggio a Mexes… Non ho niente contro il giocatore ma di certo non è colui che risolverà i problemi dei rossoneri!

  3. Udinese 2 Milan 1

    Mi arrischio con le pagelle…

    Abbiati 4: da un suo sbaglio in uscita scaturisce il gol che condiziona l’intera gara. Vicini al capolinea!

    Abate 4,5: corre e sudacchia senza costrutto, confermando il suo ruolo di porta borracce. Cafù dove sei?

    Mexes 4: È il solito con la classica gara pessima che giunge dopo una prestazione incoraggiante. Trito e ritrito!

    Zapata 5: qualche intervento degno di nota all’inizio, poi si scompone e dà il suo contributo alla terza sconfitta. Zappata!

    Mesbah 4,5: non sa difendere, non sa attaccare, non sa crossare. In compenso non rivediamo Antonini sulla fascia e questo è già tanto. Svagato!

    Ambrosini 5,5: sembra in riserva e non dà la spinta necessaria per cambiare rotta durante la gara. Arrancante!

    Montolivo 5,5: il passaggetto te lo infila pure ma non è mai stato trascendentale ed in queste prime gare lo conferma. Ovviamente Pirlo è irraggiungibile. Rimane il centrale con più fosforo nel centrocampo meno forte presentato dal Milan berlusconiano. Antieroe!

    Nocerino 5: finalmente il calciatore che conoscevamo prima del suo primo Milan (modesto tira calci) oppure no? Resta in piena crisi d’identità ed Allegri non sembra aiutarlo nè tatticamente nè psicologicamente. Disperso!

    Emanuelson 4,5: l’ennesima prestazione fuori ruolo che affossa ancora di più un calciatore di per sè mediocre ed inconcludente. Macchietta!

    El Shaarawy 6: indovina il tiro della domenica, ma mi pare solo un lampo in quattro gare. Non ha dimostrato ancora niente. Non basta la cresta per essere Neymar. Ha il beneficio dell’età .Promettente!

    Pazzini 4: gira a vuoto in una squadra che non lo sa valorizzare e che neanche lui sa esaltare. Svampito!

    Bojan, Acerbi s.v.

  4. @igor

    Iogr confermo in pieno ciò che sostieni , ma per ciò che concerne Allegri consentimi di dire che un allenatore con i coglioni non non si sarebbe esposto così tanto visto quello che gli prospettava quel nano di merda ed il suo tirapiedi e perdipiù essere considerato anche il male della squadra . Uno con i coglioni li varebbe mandati a fare in culo alla prima esternazione e cioè in piena fase di preparazione visto il dopopartita con il Real.

    CAPITOLO ULTRAS
    Che la curva sia in mano ad un duo che definire delinquenti è dire poco visto che trattasi di un pluripregiudicato dell’est ed un trafficante di droga ( SANDOKAN più che conosciuti alle forze dell’ordine ) i quali con una mossa a metà tra una la spedizione mafiosa e l’atto infame hanno costretto l’esecutivo della FOSSA ad emigrare forzatamente all’estero se non volevano rischiare la pelle ( la gran parte si trova in Australia) , del resto lo si vede chi frequenta la curva oggi ( 4 straccioni pagati dalla società ed un gruppuscolo di poco più che ragazzini che non sanno che fare la domenica) per cui il trattamento che hanno riservato a Paolo c’era da aspettarselo visto che non li ha mai riconosciuti.

    Fdl vive
    HIC SUNT LEONES – PEDRO NEI NOSTRI CUORI.

  5. @ Andrilegal

    d’accordo con le tue pagelle, solo che le peggioreri di mezzo punto per Abbiati, El Shaarawi ed Ambrosini.

    ABBIATI: perchè non si può uscire in quel modo idiota. Io personalmente gli avrei fatto il test dell’etilometro, ad uno così.
    EL SHAARAWI: il gol non lo salva. Non lo salva da una prestazione impalpabile, inutile, molliccia e irritante. Le stesse prestazioni delle precedenti partite dove lo avevamo visto in campo. Ha tirato perchè Pazzini gli ha lasciato lì la palla dicendogli “TIRA!!!”. Altrimenti avrebbe tentato la solita boiata. Tipo dribbling inutile o numero fine a se stesso. Con regolare palla persa, ovviamente.
    AMBROSINI: dovrebbe essere il leader in campo ma non lo è. Non lo è mai stato e non lo sarà mai. Anche se ha 35 anni, non è un leader perchè non è in grado di farsi sentire, di farsi seguire, di caricarsi la squadra sulle spalle, di dare una svolta nervosa e morale allo sfascio.
    E’ solo un giocatore normale di 35 anni. Punto.

    Salverei Solo Zapata ed Emanuelson. Non perchè abbiano fatto una partita della madonna, sia chiaro! Non sono ubriaco.
    Ma perchè sono costretti a giocare fuori ruolo (Emanuelson) e fuori schema tattico (Zapata). Zapata, soprattutto, cosa lo abbiamo preso a fare? E’ già scarso, poverino, se poi lo costringi a giocare a quattro in difesa, è destinato a fare figure barbine ed a naufragare. Come è successo in Spagna (Villareal difesa a 4) e come è successo ieri. A parte le due cazzate sui due gol (sì, anche il primo….. perchè il passaggio a Ranegie lo fa uno dal quale Zapata distava 4 metri su un calcio da fermo proveniente dalla tre-quarti, per dire…..), lo vedevi che era un giocatore perso ed indeciso.

    Fossero solo tecnici i problemi, si potrebbe anche fare qualcosa. Non so cosa, ma qualcosa.
    Solo che questo nostro Povero Milan ha altri cazzi:
    – una curva di gangster
    – una proprietà assente e menefreghista
    – una dirigenza giocoforza congelata e cristallizzata da una azienda di riferimento che non paga neanche i conti del bar, figurati programmare una squadra di calcio di serie A!
    – un’azienda di riferimento ostile. A proposito….. continuiamo a vendere pezzi pregiati e a non vedere niente. Non è che, percaso, i soldi ricavati servono a chiudere i buchi di bilancio di Mediaset? Vuoi vedere che invece che essere Mediaset che sostiene il Milan, avviene il contrario?

    No, per dire…..

    Bye

  6. Giocatori nuovi?

    Giocatori venduti?

    Montella ieri ha dimostrato come si riesca a far giocare, E BENE!, una squadra completamente nuova. Cosa che ha anche fatto, mi pare, anche a Catania l’anno scorso.

    Continuo a dire che Allegri ha poche colpe. Poche, non nessuna.

    Quella più grande è che non ha dato, in tre anni, un gioco limpido alla squadra.

    Anche se ritengo il Milan decisamente inferiore come organico alla Fiorentina.

    Per cui, se all’organico scarso aggiungiamo il gioco che latita….. una sensazione diffusa di brancaleonismo a livello societario….. la scarsa capacità di soffrire….. la mancanza di chiarezza sugli schemi e sulla stessa presenza di Allegri….. una strisciante sensazione di paura….. ho il timore che il futuro sia decisamente nero. Anzi, nerissimo!

    Bye

Lascia un commento