LOST IN THE SUPERMARKET

«I’m all lost in the supermarket, I can no longer shop happily
I came in here for the special offer, a guaranteed personality»

Sta in queste parloe di Joe Strummer il riassunto dell’estate gallianesca: costretto a fare le nozze coi fichi secchi, deve per forza aspettare l’occasione last minute di fine agosto. E credetemi, è dura riempire due mesi con il nulla:

– ci sono i cronisti impazienti fuori dalla sede? Il Gallo ti inventa prestiti, notizie farlocche, consulenze di fiscalisti spagnoli giusto per tirare avanti;
– ci sono le altre squadre che si rinforzano? Il Gallo dice di avere pazienza e di credere nel presidente che ti trattiene i campioni;
– il presidente ti vende i campioni un’ora dopo? Il Gallo afferma che in tempo di crisi bisogna dare l’esempio e fare dei sacrifici;
– i tifosi non-evoluti rispondono che, in quanto a sacrifici, non è giusto imboscarsi i 70 milioni della vendita dei campioni? Il Gallo ha il colpo di genio e garantisce il rimborso dell’abbonamento ai tifosi insoddisfatti;
– il presidente ribadisce che il tesoretto per il mercato ammonterà ad un cazzo di niente? Il Gallo si mette in moto a questuare prestiti a zero in tutto il mondo in attesa dei fatidici ultimi due giorni di mercato;
– nel frattempo il campionato inizia e il Milan rimedia una figuraccia in mondovisione? Il Gallo se ne va dallo stadio 15 minuti prima;
– la batosta sottolinea che i problemi del Milan sono in difesa e a centrocampo? Il Gallo rimedia una punta 17enne e l’ennesima seconda punta, anche se in prestito;
– l’allenatore dà indicazioni tecniche sui giocatori che servirebbero e in quali ruoli saremmo scoperti? Il gallo risponde picche e segue l’unica logica che secondo lui vale: quella del low-cost (e pazienza se ingrumerà solo attaccanti scarsi);
– tutti parlerebbero volentieri di “giovani“, “progetto” a lungo termine e “acquisti fatti per tempo in modo da affrontare tutti assieme la preparazione estiva ed arrivare pronti ed affiatati per gli impegni stagionali“? Il Gallo risponde per le rime dicendo che se non ci fosse lui la squadra sarebbe in rovina, e che la fiscalità spagnola, e che il fairplay finanziario;
– finalmente i fatidici due giorni stanno arrivando? Il Gallo comincia ad arrazzarsi perché sente di essere entrato nel territorio che gli compete e nel quale, da anni, non ha rivali; pronto ad accanirsi come un avvoltoio su tutti gli “affari” a sua disposizione.

Peccato solo che il panorama calcistico italiano in quest’ultimo scorcio di mercato offra effettivamente poca roba. Galliani quindi potrebbe pure muoversi come uno squalo tra le acque torbide del calciomercato, ma non troverebbe di certo bocconi succulenti.
Quelli sono già spariti da un pezzo, dato che ci sono ben altri squali più grossi di lui con ben altre capacità “attrattive” in termini di pecunia e di appeal di squadra.

Percui, ho paura di vedere un Galliani depresso in questi ultimi due giorni, mentre si aggira come una iena in cerca dell’affare per ogni meandro del Quark Hotel.

Ripetendo ad ogni piè sospinto, proprio come scriveva Joe Strummer, «And it’s not here, it disappear»…

LOST IN THE SUPERMARKETultima modifica: 2012-08-29T16:02:00+00:00da igortv
Reposta per primo quest’articolo

22 pensieri su “LOST IN THE SUPERMARKET

  1. @ NO!

    Quelli, i dinosauri, si sono effettivamente estinti.

    Lui è come un sauro di Jurassic Park.
    Fantasiosamente ricostituito geneticamente, scorrazza in giro provocando gridolini di sorpresa. Ma è solo un Gallosauro erbivoro pronto per essere sbranato da…..

    ………il Berluscosaurus Rex. Che tutto divora spinto da una fame irrefrenabile. Sia di fighe che di soldi che di voti e consensi. E come in Jurassic Park, sono comunque del tutto fuori tempo e fuori luogo tutt’e due. Ma proprio perchè sono inseriti in un tempo che non gli appartiene più, i danni che provocano sono inenarrabili e irreparabili.

    Speriamo solo che, nel frattempo, non si estingua anche il Milan.

    I miei coglioni, comunque, si sono già estinti.

    Bye

  2. ci è andata bene, onestamente.

    GRUPPO A
    Porto
    Dynamo Kiev
    Paris Saint Germain
    Dinamo Zagabria

    GRUPPO B
    Arsenal
    Shalke 04
    Olympiacos
    Montpellier

    GRUPPO C
    Muilan
    Zenit
    Anderlecht
    Malaga

    GRUPPO D
    Real Madrid
    Manchester City
    Ajax
    Borussia Dortmund

    GRUPPO E
    Chelsea
    Shakhtar Donetsk
    Juventus
    Nordsjaelland

    GRUPPO F
    Bayern Monaco
    Valencia
    Lille
    Bate Borisov

    GRUPPO G
    Barcellona
    Benfica
    Spartak Mosca
    Celtic

    GRUPPO H
    Manchester United
    Braga
    Galatasaray
    Cluj

  3. @ igor

    Direi proprio di sì, soprattutto quando erano rimaste solo Zenith e Manchester City della 2^ fascia. E quando stavano estraendo quelle di 4^, il Borussia non era troppo lontano.
    Se posso esprimere una mia opinione riguardo il girone del Milan, direi girone RAGIONEVOLMENTE impegnativo. Niente di proibitivo, ma nel contempo nessuna delle due ti permette di affrontarle con sufficienza. Tipo Bate e Viktoria l’anno scorso.
    Ti devi sbattere un po’. Meglio così.
    Ma noi, anche conciati così, siamo il Milan. Per cui devono essere loro ad avere paura di noi. E non viceversa.

    Solito culo della Juventus, che ha sfangato tutti i carichi da 90 e si è presa pure la 32a delle partecipanti.

    Ma il calcio italiano è talmente conciato male (solo due partecipanti. Non capitata da 14 anni) che va bene così. Tiferò anche per la Juve che passi almeno il girone. Fin lì, tifo per lei. Dopo, sinceramente, non so.

    Mentre invece mi compiaccio che, in un modo o nell’altro, sei riuscito a tirargliela a Josè “SHIT MAN” Merdinho, la sfiga. Si è beccato anche Man. City e Borussia. Chissà, magari arriva terzo.

    Tanto per giocare azzarderei le qualificate, escludendo il Girone C per ovvie ragioni…..

    Girone A : PORTO, PSG e Dinamo Kiev in UEFA.
    Girone B : ARSENAL, SHALKE 04 e Olympiakos in UEFA.
    Girone C : Diciamo che i primi tre posti sono per MILAN, ANDERLECHT e
    MALAGA. Di più non mi sbilancio!
    Girone D : MANCHESTER CITY, BORUSSIA DORTMUND e Real in UEFA.
    Girone E : CHELSEA, JUVENTUS e Shaktar in UEFA.
    Girone F : BAYERN, VALENCIA e Lille in UEFA.
    Girone G : BARCELLONA, CELTIC e Benfica in UEFA.
    Girone H : MANCHESTER, BRAGA e Galatasaray in UEFA.

    Solo per giocare un po’.

    Bye

  4. Girone C : Diciamo che i primi tre posti sono per MILAN, ANDERLECHT e
    MALAGA. Di più non mi sbilancio!

    SCUSATE!!!!!

    Il Girone C l’ho cannato in pieno!

    Volevo dire che i primi tre posti DOVREBBERO giocarseli (non voglio dire in che ordine…..):
    MILAN – ZENITH – MALAGA.

    Bye

  5. Bene, fine del caldo, fine delle ferie, fine del mercato, fine dei sogni. Si torna alla realtà. Tutti i “top player” accostati alle italiane, sono rimasti dov’erano o sono andati da qualche altra parte. Juve, Inter e Milan hanno illuso i propri tifosi con acquisti mirabolanti, ma senza “schei”…
    Ma parliamo di cose serie, parliamo del Milan.
    Portieri. Abbiamo sostituito Roma con (Peter) Gabriel, giovane promessa brasiliana che alle Olimpiadi ha alternato c….e a paratone. Avevamo Donnarumma che nel Gubbio ha fatto le stesse cose. E in più era già nostro e italiano…
    Difesa. Addio a Zambrotta, SanDrone e TS. Sostituti: Acerbi, Vilà, Zapata. Tenedo conto che lo Zambrotta del MIlan può essere sostituito da chiunque, calcolando che Vilà ha giocato tutte le partite della Liga e che è un nazionale U21, beh direi che ci guadagnamo. SEMPRE CHE LO SI FACCIA GIOCARE. Quanto a SanDrone, prima o poi doveva succedere, non poteva giocare in eterno. Personalmente, nessuno dei due mi pare possano essere paragonabili a lui, neanche in prospettiva futura. TS. Forse tra dieci anni ne nascerà un altro. Lo avevamo noi e lo abbiamo dato via. Fine dei discorsi.
    Centrocampo. Via Gattuso, Seedorf, vanBommel, Aquilani, Merkel, dentro Costant, Traorè, Montolivo, deJong. Se deJong può sostituire vanBommel e Montolivo Aquilani, se Merkel era una promessa e quindi un’incognita, a nessuno ho visto la classe di Seedorf o gli occhi di tigre di Rino (tranne deJong di stima).
    Attacco. Via Ibra, arrivano Pazzini, Bojan, Niang. Due promesse e un bomber che va servito in una certa maniera. Ora, pur con tutte le critiche per SSS, di tre non ne facciamo uno, almeno per ora.
    In definitiva, direi che è stata una campagna acquisti deficitaria, abbiamo perso i due veri “portieri” del Milan ed un attancante che, seppur assente nei momenti topici, metteva comunque in apprensione le difese. E non è poco.
    Mi viene da ridere quando Galliani dice che Allegri DEVE vincere lo scudetto.
    Intanto vedremo stasera.
    Oggi come ieri, FORZA MILAN.
    PS …e potremmo anche passare il turno in Coppa.

  6. GRAVISSIMA DIMENTICANZA. In attacco abbiamo dato l’addio anche a SuperPippo e Cassano. Ibra ha oscurato queste partenze. Quando dico che è sopravvalutato…
    A maggior ragione gli acquisti in attacco non valgono le partenze.
    Già che ci sono, auguro a Cassano di realizzare i suoi sogni così come Storari (panchina Juve), Leonardo (scudetto perso con l’Inter) e Borriello (mesto ritorno al Genoa dopo che lo volevano tutti e non l’ha preso nessuno).
    Ri-FORZA MILAN

  7. Mala tempora reframing
    Al mio paese (quello del celebre “ciliegino”…vediamo se ci arrivate) si dice spesso “malu e beddu tiempu nun rurunu tuttu u tiempu”. Per quei pochi “brutto e buon tempo non durano per sempre”… Per cui…a due ore circa da quello che ritengo già un match importantissimo, stringiamoci a coorte e anche un po’ gli zebedei (non abbiamo bisogno di pali stasera) e speriamo bene.
    Speriamo che:
    1. Ambro sia in condizioni accettabili davanti alla difesa;
    2. Montolivo dieci metri più avanti diventi un altro (…);
    3. I crestaroli tutti siano più palle e meno fighetta;
    4. Pazzini riceva uno anche due palloni con un cross bello teso (una te la mette);
    5. Nonno Abbiati contenga le sue vaccate;
    6. Nonno Yepes non mi faccia la prima punta di sfondamento (vorrà dire che la partita si è messa bene);
    7. Allegri sia riuscito a dare se non uno straccio di gioco quanto meno una carica emotiva…
    Forza ragazzi…

  8. Beh, dato il livello, direi che abbiamo giocato, non benissimo, ma abbiamo giocato.
    Direi che De Sciglio promette bene, qualche ingenuità da correggere ma può essere il tassotti del futuro. Bene anche Acerbi, direi. Non ha fatto grossi errori, così come Bonera (una volta tanto). Il Principe sta tornando.
    Sottotono invece Nocerino, Montolivo, il Faraone.
    Normale amministrazione per Ambro, Antonini (quindi buona partita?) e Abbiati (papera ininfluente).
    Pazzini discorso a parte. Poche palle ricevute, ma sempre lì a lottare. E tre goals.
    Rigore. Personalmente non lo avrei dato. Però dire che il fallo lo fa il Pazzo mi sembra eccessivo. Intanto è il difensore bolognese che gli mette il braccio davanti, poi, essendo in corsa e sbilanciato nonchè aiutato dal Pazzo che tenta di liberarsi, cade, Cadendo, forse, ma dico forse, tocca il piede destro di Pazzini. Certo che a velocità normale sembrava rigore. Ma sti arbitri d’area, che ci stanno a fare? Al Catania hanno dato un goal in fuori gioco kilometrico contro la Roma, qui non decidono. Boh.
    Per concludere, altri tre infortuni (staremo a vedere) e tante occasioni lasciate agli avversari. D’altronde, mancando i due “portieri” titolari, sarà sempre così, quindi inutile continuare a rimarcarlo.
    Buona settimana a tutti.

  9. @ giorgio

    INFORTUNI…..
    1) o il Milan si dota di una rosa stile football americano (50-60 giocatori)…
    2) o cambia staff medico (già cominciare con gli stregoni dell’amazzonia sarebbe qualcosa)…
    3) o rade al suolo MilanLab. Che, ormai è evidente, o non serve un cazzo o se serve a qualcosa è solo per fare danno.
    Direi che le ipotesi (2) e/o (3) costano molto meno.

    ARBITRI…
    1) Il rigore per il Milan era, tanto per usare un eufemismo, “tirato per i capelli”. Io personalmente non lo avrei dato. Ma poichè ce ne hanno dato contro di peggiori, prendo e porto a casa. Tagliavento da allora ha arbitrato a senso unico, vedasi le ammonizioni cervellotiche (“pazzesca” quella su De Jong) e le non ammonizioni cervellotiche contro il Bologna (tipo Morleo sempre a terra o a caccia di caviglie, o Guarente “sgomitoso” su Krkic).
    2) Quello che ho visto a Udine le batte tutte, però. Se aggiungiamo l’arbitraggio “creativo” di Pechino e quello alla “occhio di lince” sul gol di Pirlo con il Parma (a proposito….. mi sarebbe piaciuto avere il quinto uomo al gol di Muntari. Ma lasciamo perdere…) mi verrebbe di pensare che il complotto, se c’è, è a danno delle altre 19 squadre.
    Cosa vogliono, a Torino, che iniziamo tutti 10 contro 11 e 1-0 per loro?
    Il fallo, SE C’ERA, era fuori area. Giovinco ha ricevuto una spinta che non avrebbe fatto cadere neanche neanche una bottiglia vuota. Brkic è solo saltato per cui è stato Giovinco ad andargli addosso e cosa si sono inventati arbitro+arbitro di linea+segnalinee? Rigore ed espulsione. COMPLIMENTI!

    GALLIANI…..
    Solito stronzo. “Squadra alla pari con le altre, ora Allegri non si può nascondere. Siamo una squadra da scudetto”.
    Così, se anche arrivassimo secondi, colpa del tecnico. Non sua o di quel “distruttore” del suo capo.

    BERLUSCONI…..
    C’è? Esiste? Chi è il Presidente dell’A.C. MILAN? Ne abbiamo uno?

    ALLEGRI…..
    Anche lui… non si lamenti dei giocatori che ha o di quelli che non ha.
    Castagner con Blissett, Gerets, Carotti ecc. ecc. almeno un gioco lui lo dava. Si dia da fare. Per il bene suo e del Milan. Oltre che nostro, che dobbiamo sfarfallarci zebedei e coronarie ogni santissima partita.

    Bye, fratello

  10. @ giorgio

    INFORTUNI…..
    1) o il Milan si dota di una rosa stile football americano (50-60 giocatori)…
    2) o cambia staff medico (già cominciare con gli stregoni dell’amazzonia sarebbe qualcosa)…
    3) o rade al suolo MilanLab. Che, ormai è evidente, o non serve un cazzo o se serve a qualcosa è solo per fare danno.
    Direi che le ipotesi (2) e/o (3) costano molto meno.

    ARBITRI…
    1) Il rigore per il Milan era, tanto per usare un eufemismo, “tirato per i capelli”. Io personalmente non lo avrei dato. Ma poichè ce ne hanno dato contro di peggiori, prendo e porto a casa. Tagliavento da allora ha arbitrato a senso unico, vedasi le ammonizioni cervellotiche (“pazzesca” quella su De Jong) e le non ammonizioni cervellotiche contro il Bologna (tipo Morleo sempre a terra o a caccia di caviglie, o Guarente “sgomitoso” su Krkic).
    2) Quello che ho visto a Udine le batte tutte, però. Se aggiungiamo l’arbitraggio “creativo” di Pechino e quello alla “occhio di lince” sul gol di Pirlo con il Parma (a proposito….. mi sarebbe piaciuto avere il quinto uomo al gol di Muntari. Ma lasciamo perdere…) mi verrebbe di pensare che il complotto, se c’è, è a danno delle altre 19 squadre.
    Cosa vogliono, a Torino, che iniziamo tutti 10 contro 11 e 1-0 per loro?
    Il fallo, SE C’ERA, era fuori area. Giovinco ha ricevuto una spinta che non avrebbe fatto cadere neanche neanche una bottiglia vuota. Brkic è solo saltato per cui è stato Giovinco ad andargli addosso e cosa si sono inventati arbitro+arbitro di linea+segnalinee? Rigore ed espulsione. COMPLIMENTI!

    GALLIANI…..
    Solito stronzo. “Squadra alla pari con le altre, ora Allegri non si può nascondere. Siamo una squadra da scudetto”.
    Così, se anche arrivassimo secondi, colpa del tecnico. Non sua o di quel “distruttore” del suo capo.

    BERLUSCONI…..
    C’è? Esiste? Chi è il Presidente dell’A.C. MILAN? Ne abbiamo uno?

    ALLEGRI…..
    Anche lui… non si lamenti dei giocatori che ha o di quelli che non ha.
    Castagner con Blissett, Gerets, Carotti ecc. ecc. almeno un gioco lui lo dava. Si dia da fare. Per il bene suo e del Milan. Oltre che nostro, che dobbiamo sfarfallarci zebedei e coronarie ogni santissima partita.

    Bye, fratello

  11. @ mirko

    ottima disanima della situazione.
    Che contiene però un difetto.
    Non spiega cosa possono fare, loro, per dare una svolta alla situazione.

    E soprattutto…. cosa possiamo fare noi.

    Perchè una cosa è ormai evidente nella sua lapalissiana drammaticità.
    Questa proprietà ha sbriciolato una squadra che nemmeno se lo avesse fatto pagata dagli Agnelli e da Moratti.

    A parte che poi io, ragazzi, al di là delle vostre convinzioni politiche, sono veramente preoccupato che una persona come Silvio Berlusconi si aggiri ancora “VIVO” per le strade. Senza scomodare assassini prezzolati stile Nikita, mi auguro che la natura si sbrigi VELOCEMENTE a fare il proprio dovere. Anche se questo potrebbe far nascere un problema.
    E mi spiego.
    A parte che, mentre i giovani di Atreju12, lo aspettavano, lui ha deciso candidamente di andare in crociera. Ripeto, la si può pensare come si vuole. Ma tu non puoi NON farti vedere e spudoratamente darti assente dimostrando che non te ne frega niente. Anzi congedandosi con frasi mistiche del Vecchio Testamento, manco fosse un Profeta. “C’è un tempo per parlare ed un altro per andare”. Sì….. affanculo! Il che mi farebbe pensare che ormai non ci sia più GRANDEMENTE con la testa.
    Ma non è questo il problema, dicevo…..
    Non me ne potrebbe fregare di meno dei giovani di Atreiu12. Lo portavo solo come esempio di come, anche lì, sia diventato pericoloso ed inadeguato. O pericolosamente indecifrabile. Come nel Milan.
    Perchè al Milan, cari ragazzi, al di là del gioco-non gioco, di Galliani che dice stronzate o del Capo che non c’è, esiste il seguente problema.

    1) Il Milan non ha la fortuna di Inter e Juve che hanno la successione, o le successioni, garantite nel tempo. Il Milan, purtroppo, ha…..
    2) Il dolce Piersilvio che ha REITERATE volte affermato che del Milan non gliene frega una beneamata mazza di niente. Inoltre ha ….
    3) L’arcigna Marina che, se potesse, seppellirebbe il Milan sotto cento metri di cemento in una bara di piombo. Posto che…..
    4) La rovente Barbara ha dimostrato di essere esperta in tutto fuorchè in come si gestisce una società di calcio. Se a ciò si aggiunge che…..
    5) Il caos ed il vuoto di potere in società ha ormai raggiunto livelli impensabili ed inaccettabili, bisogna prendere in cosiderazione che….
    6) Fatto forse doloroso ma inevitabile, per il prode Silvio prima o poi si spalancheranno le porte dell’Ade, e questo ci mette nel doloroso “settimo” punto. E cioè…..
    7) quando il succitato Sig. Berlusconi Cav. Silvio farà parte della storia ………………………. al Milan, a quel punto, CHE SUCCEDE?

    Visto quanto sopra scritto, il Milan, CHE FINE FA? Chi se lo prende?

    Qualcuno può rispondere, per favore?
    Questo al di là della squadra che io sosterrò sempre e comunque anche se sono una banda di zozzoni mentecatti, ma questo non è colpa loro. Se sono scarsi sono scarsi e basta.

    Un’ultima su Galliani. Una cosa piccola piccola così come lui è un uomo piccolo piccolo.
    Questo mettere Allegri con le spalle al muro dicendo che la squadra è da scudetto e che “adesso sono cavoli suoi se non vince”, è un esercizio meschino e rivoltante. Fatto oltretutto su istigazione del Grande Capo, probabilmente. E questo fa passare in secondo piano le uniche responsabilità di Allegri sull’incapacità di dare un gioco alla squadra.
    Il Milan è questo ed io lo sosterrò per quello che posso. Sono scarsi e di obiettivi non ce ne possiamo porre se non una stagione almeno decente. Da Europa League, perlomeno. Ma questo esercizio da scaricabarile non lo accetto.
    Lui e Silvio hanno letteralmente smembrato la squadra senza nemmeno darle un futuro appena accettabile. E la colpa è solo di Allegri?
    VERGOGNATEVI!

    Bye

Lascia un commento