M COME MILANELLO

Il mercato di M sembra essere servito a qualcosa:

M come Merkel: a lui va l’oscar della sfiga. Si spacca proprio quando siamo in piena emergenza a centrocampo. Pazienza. Ci sarà modo di (ri)vederlo in campo più avanti;

M come Mesbah: sembra il meno peggio tra i terzini sinistri orrendi di cui dispone la nostra squadra. Azzecca pure qualche cross e, a Udine, ha eseguito pure una buonissima diagonale salvarisultato su Armero;

M come Muntari: oggi ha iniziato il primo allenamento a Milanello e domani mattina è prevista una prima rizollatura. Ottimo inizio;

M come Maxi Lopez: lo ritenevo utilissimo, soprattutto se avesse dimostrato di essere quello dei primi sei mesi di Catania. La prova a Udine fa ben sperare. Se non proprio un titolarissimo, forse abbiamo trovato un ottimo sparring partner (vi dice niente il nome Jon Dahl Tomasson?).

La partita di Udine è stata essenziale, uno spartiacque. L’abbiamo persa per 75 minuti. Bravo Allegri a rischiare – anche se Nocerino l’avrei tenuto in campo e avrei fucilato Seedorf, sempre più un ex-giocatore capriccioso e umorale. Alla fine abbiamo portato i tre punti a casa, e questo era l’essenziale.

Stasera ci aspetta l’Arsenal in casa: non ho la più pallida idea di che partita possa essere, anche alla luce del fatto che non so quanta voglia di “grande gara” ci sia in casa Milan.

Lo vedremo dalla formazione che metterà in campo il Mister.

milan, campionato, champions league, mercato

M COME MILANELLOultima modifica: 2012-02-15T13:31:43+00:00da igortv
Reposta per primo quest’articolo

21 pensieri su “M COME MILANELLO

  1. a vedere la formazione iniziale di questa sera non sono per niente tranquillo:
    – sembra che giochi la coppia d’attacco Ibra-Bihno. Perchè non Ibra-Faraone? Mah…
    – Dovrebbe giocare Seedorf… Nlo Comment
    – Perchè non è stato messo nella lista champions Muntari. Lo sanno anche i muri che siamo Muntari-dipendenti.

    Comunque buona partita a tutti. Io la vedro’ in qualche pub di Dublino, cosi’ se dovesse andare male c’è sempre la Guinness… In realtà anche se dovesse andare bene…

  2. Le voci sulla formazione iniziale fanno sperare in una improvvisa nevicata da almeno un metro.
    Ballottaggio Antonini-Zambrotta sulla sinistra, Culo di legno e Evanuelson a centrocampo, Robinho titolare davanti con Ibra, in panchina El Sharawy, maxi Lopez e Boateng.

  3. Bene, ad Allegri non frega un cazzo della Champions.
    Può essere.
    Prima domanda. Chi facciamo giocare?

    Che ci sia stata scarsa programmazione è vero. Che non si sia conclusa (forse perchè mai cominciata) l’opera di rinnovamento è vero.
    Sostituire due terzini che in verità sono due ali come Cafu e Serginho purtroppo si è rivelato più dura del previsto. Inutile dire cosa si poteva fare, troppo lungo.

    Intanto, come ho già detto a FratelGiorgio in precedenza, occhio a Walcott a destra e a Chamberlain a sinistra. Frecce velocissime ma anche potenti. L’anno scorso Bale non c’era, altrimenti il Tottenham ci avrebbe fatto a pezzi infilandosi allegramente nel nostro “ventre molle”. I laterali di difesa. Infatti è bastato il solo Lennon a Milano per buttarci fuori.

    Wenger, che di calcio ne capisce, farà giocare questi due, Walcott e Chamberlain appunto, in appoggio all’unica punta Van Persie. Con un centrocampo mobile e manovriero, e non escludo l’inserimento a sinistra, come laterale difensivo, di Kieran Gibbs, velocissimo e molto abile nelle sovrapposizioni.

    Ora, noi chi abbiamo? Quelli che sono. E cioè Abate a destra che è l’unico che abbiamo. A sinistra la scelta è tra Zambrotta/Antonini/Mesbah. I centrocampisti sono quelli. E gli attaccanti pure. Al massimo si potrebbe inserire l’Emanuele come laterale sinistro (mai provato. Vale la pena rischiare?).
    Non mi sembra che Allegri, pur nei suoi limiti e nella convinzione che della Champions non gli frega un cazzo, abbia molte frecce al suo arco.
    Avessimo avuto metà degli indisponibili del centrocampo, avremmo più possibilità. Ma questi ci sono rimasti, e a questo punto non ci resta che pregare.
    Magari ci va bene. Come si fa a dire?
    Ma non credo, sinceramente.

    Bye

  4. SOLO UN NOME (ANZI DUE):
    KEVIN PRINCE BOATENG!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    IBRA!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    Comunque tutti bravi. Avrei qualcosa da dire ad Antonini e Mexes ma “fa gnente” oggi tutti bravi.
    Mi è piaciuto anche Seedorf, il suo infortunio è stato provvidenziale.
    In bocca al lupo, Clarenzio.
    Ora bisogna rimanere concentrati (Deportivo docet).
    E la Juve ha pareggiato…
    Giocassimo sempre così, altro che Tevez.
    Sono troppo allegro, domani forse sarò più lucido e critico.
    Oggi mi è sembrato che giocasse bene anche Emanuelson (a sinistra), è tutto dire.
    Vabbuò fratelli, notte e sognatevi … chi vi pare.

  5. UHHHh…come godo…..gran serata… 3 ottime notizie…
    1) la rube ha buttato 2 punti in quel di parma
    2)il milan ha asfaltato i gunners che avevano i cannoncini a salve…
    3)clarenzio culo basso si è rotto….

    Ora aspetto la quarta ottima notizia… cioè che clarenzio ne abbia per 4 mesi… 🙂

    FORZA MILANNNNNN!!!

  6. ve l’avevo detto che con il rientro degli infortunati sarebbe stata un’altra musica. Ieri sera quando ho visto uscire Seedorf ho pensato che avremmo vinto.
    Era da Milan-ManUnited 3-0 che non apprezzavo cosi’ tanto una partita.
    In piu’ è bello vedere come gli juventini iniziano a sentire la tensione, sarà ancora piu’ bello batterli…
    Ora sotto con il cesena.
    A proposito, gioca il mitico Muntari?

  7. Boa Boa, teng teng/ Boa Boa, teng teng/ Boa Boa, teng teng/ Boa Boa, teng teng/ Boa Boa – teng teng/ Boa Boa, teng teng/ Boa Boa Boa Boa BOATENG.
    Da canticchiare sul tempo de “La danza delle ore” di A. Ponchielli.
    Sto per ritornare critico, tranquilli

  8. @ Giorgio

    Boa Boa Boa Boa Teng Teng / Boa Boa Boa Boa Teng Teng / Boa Boa Boa Boa Teng Teng / Boa Boa Boa Boa Teng Teng / Boa Boa Boa Boa Teng Teng / Boa Boa Boa Boa Teng Teng / Boa Boa Teng teng Boa Boa Teng Teng Boa Boa Teng Teng / Boa … Teng.

    Ecco, fratello, questo mi sembra il tempo più giusto per “La danza delle ore” di Ponchielli.
    Riprova e vedrai.
    Nel frattempo che ti eserciti con i solfeggi, vado a trovare il mio psichiatra di fiducia.
    Se vuoi ti passo il numero…..

    Bye, fratello. E curati. Anzi, curiamoci bene tutt’e due…..

  9. @ Giorgio

    ….. naturalmente “La danza delle ore” prosegue, ma non ho voglia, sinceramente, di solfeggiare tutto il pezzo. Ma se vuoi lo faccio…..

    per esempio….. poi prosegue:

    Boa Boa Boa Boa Boa Boa Boa Boa Boa Teng Teng / Boa Boa Teng Teng Teng Teng / Boa Boa Teng Teng Teng Teng / Boa Boa Boa Boa Boa Boa Boa Boa Boa Teng Teng / Boa Boa Teng Teng Teng Teng / Boa Boa Teng Teng / ….. ecc. ecc. ecc. …..

    Ok, vado…..

    Bye, fratello

  10. @albo: secondo te, uno che per divertirsi si mette addosso trenta chili di armatura per prendere sprangate in testa… e più ne prende (e ne da) più si diverte ed alla fine della contesa ringrazia chi lo ha “suonato” per il bel combattimento, TI SEMBRA NORMALE???????
    Comunque sono rientrato nel quotidiano e a breve muoverò le mie solite critiche da tifoso “non evoluto”. perchè qualcosa di storto l’ho visto…
    Bye

  11. @ giorgio

    sicuramente più normale di uno che PRETENDE di insegnare solfeggio sulle note di Ponchielli accompagnandosi con un delirante Boa Boa Teng Teng ecc. ecc.

    A spanne….. troppo normali non lo siamo. Nessuno dei due.
    E comunque sono curioso di conoscere (TORNANDO SERI) le cosucce storte viste in una serata trionfale. Ma credo che siano peccati veniali, quelli riscontrati da te.
    Fammi sapere. Io, al di là di una incomunicabilità ormai evidente tra Pato e Ibra, dove se potessero si sparerebbero a vicenda, altro non mi pare di avere visto. Niente di grosso, perlomeno.
    Fammi sapere.

    Bye, fratello.

  12. fratelli di fede godiamoci tutta questa strepitosa vittoria che rialza il morale e ci inorgoglisce in quanto diamo un forte segnale soprattutto alle sqaudre europee. in tutto ciò mi sembra sempre strano che IGOR non trovi il tempo di postare un suo commento. BAHHH!

  13. Eccomi qua.
    Allora, cosa non mi è piaciuto mercoledì.
    Abate, Mexes, Antonini. Intendiamoci, hanno fatto una buona partita, ma, Abate mi ha rifatto l’errore del derby e il colpo di testa di vanPersie (mi pare) non è entrato per la parata di Abbiati. Stesso discorso per Mexes, ogni tanto si perde l’avversario, di Natale a Udine, vP mercoledì e anche qui ci ha messo una pezza Abbiati con quella deviazione sul tiro ad incrociare. nessuno l’ha rimarcato, ma avete visto come gli ha dato la palla Henry? Bellissima giocata. Antonini, a parte il goal mangiato, ma è un terzino, ci sta, ha lasciato troppe giocate al suo avversario, perdendo palle banali, tanto che anche TS lo ha ripreso. Tutti errori che potevano compromettere la quaterna.
    Buona prova invece di Emanuelson sulla SUA fascia. Nulla da dire sul del Noce sulla fascia che non gli piace edel direttore MvB
    Che dire invece di TS, Ibra e del Boa? E di Binho che lascia a casa lissett e non sbaglia un colpo? Immensi.
    Vediamo ora a Cesena

  14. @ giorgio

    OK. Qualche sbavatura. Ma roba da poco, anche perchè, santo cielo, vuoi lasciare qualche cosa anche all’Arsenal? Mi sono girati di più gli zebedei quando abbiamo lasciato occasioni al Viktoria Pilsen e al Bate Borisov.
    Dall’anno scorso a quest’anno siamo passati a tre-tiri in porta-tre in 180 minuti al Tottenham con ZERO gol (con un solo tiro in porta loro, ma sufficiente…), al 4-0 sui Gunners con almeno altre 4 occasioni limpide contro due loro.
    I problemi a questo punto sono due. Nell’immediato DIMENTICHIAMOCI del 4-0 e concentriamoci su Cesena, perchè E’ QUESTA! la partita da vincere. Milan-Juve, alla luce del loro pari a Parma, può anche finire in pari, se proprio non si riuscisse a vincere.
    Se poi dovessero vincere loro, i pigiamati, bravi loro e fine della cosa.

    Nel futuro prossimo, per la partita di ritorno a Londra, DIMENTICHIAMOCI del 4-0, altrimenti rischiamo di fare la fine di La Coruña o di Istanbul.
    Dobbiamo andare lì e infilargli la pera il più in fretta possibile. Perchè con gli inglesi… se vai subito sotto…. sappiamo come sono fatti!

    Spiacenti, i milanisti mi manderanno a ‘fanculo, gli interisti si metteranno a ridere additandomi come scaramantico coglione, ma io non mi fido.

    Bye, fratello

  15. ragazzi vi devo dare non una brutta notizia, ma una bruttissima notizia!!!
    siete pronti?? vi siete seduti? Bene
    allora la notizia shock è che seedorf starà fuori ALMENO un mese…
    come faremo senza di lui nel momento topico della stagione?
    come faremo???

Lascia un commento