BUONINA LA PRIMA

Due punti persi o un punto guadagnato? Boh. Forse tutti e due. O forse nessuno. Cioè, sotto di due gol dopo venti minuti, abbiamo reagito da grande squadra. Salvo poi mangiarcene altri tre di clamorosi (palo compreso) e venire fermati per un sanguinoso fuorigioco ad Ibrahimovic (inesistente) (il fuorigioco, non Ibra).

A rallegrarci il weekend ci sono state “er Barcellona de noantri” presa a pallate dal Cagliari e soprattutto l’armata dei cuginastri colpita e affondata da un grumo di tamarri palermitani di rara intensità emotiva.
Vi vogliamo sempre così, boys.

Logicamente torna il campionato e tornano anche i troll microcefali ad infestare i commenti. Bah, saranno piaghe stagionale come le zanzare e i tafani, vai tu a sapere.
Fatto sta che da quest’anno userò la mannaia senza pietà, e vaffanculo alla democrazia.

E per non farci mancare nulla domani andiamo a Barcellona senza Ibrahimovic e Robinho – fuori per infortunio – e Inzaghi ed El Shaarawy – fuori per scelta tecnica dalle liste champions.

Beh, forse con un bel modulo “9-1-0” un sontuoso pareggino riusciremo pure a strapparlo.
Forse.

Milan, lazio, pareggio, ibrahimovic, champions barcellona

BUONINA LA PRIMAultima modifica: 2011-09-12T22:01:00+00:00da igortv
Reposta per primo quest’articolo

42 pensieri su “BUONINA LA PRIMA

  1. Bicchiere mezzo pieno o mezzo vuoto?
    Della Lazio ho già detto.
    Ieri sera non siamo riusciti a giocare, abbiamo perso palloni in maniera oratoriale, abbiamo buttato via palloni (qui Pirlo saebbe servito) tipo “buttiamola avanti, qualcosa succederà”.
    Però, il Barça, con tutto il suo possesso palla, non ha creato poi queste occasioni. Mi ricordo solo un palo e tre interventi degni di nota di Abbiati. Se poi Zambrotta non dormiva sul primo goal, probabilmente non l’avremmo neanche preso. Il secondo lo abbiamo preso su su punizione. Nel quarto d’ora che ci hanno lasciato il pallone, abbiamo creato più pericolo noi. Il principe che spara in tribuna, il Papero che incespica, che tira altissimo con due liberi al fianco, il colpo di testa, Seedorf che si invola (va bene, trotterella).
    …E non siamo stati travolti come molti pensavano.
    Però, cavolo, non siamo neanche riusciti a giocare.
    Pagelle
    Abbiati. Ordinaria amministrazione
    Abate. Uno dei migliori in campo. Unico neo, si fa sorprendere da Messi.
    S.Drone. Cancellate le incertezze con la Lazio. Invalicabile.
    S.Thiago. Meno imperioso del solito, ma di li non si passa.
    Zambrotta. Buono in chiusura. Dorme sul primo goal
    Nocerino. Mi sono chiesto se giocava. Non è mai stato nominato. Però da quella parte non sono arrivati pericoli. Ma non mi ha neanche mai sradicato un pallone.
    vanBommel. Meno concreto del solito. Meno regista. Meno. Gara sotto tono.
    Seedorf. Sprazzi di classe, ma alla lunga sparisce.
    Boateng. Brutta partita anche la sua. Spara un pallone in tribuna e poi sparisce.
    Cassano E’ rimasto a Milano.
    Pato. Un goal, un paio un pallone regalato al Boa, uno alla tribuna, uno che gli rimane sotto il piede, un colpo di testa fiacco. Per me poteva fare di più, magari giocare a centrocampo a rompere un po’.
    Anbrosini. Palesemente fuori forma.
    Emanuelson . E’ entrato?
    Aquilani. Come sopra.
    Conclusione. si poteva fare di più (o no?!?).

  2. No. Contro questo Barcellona non si poteva pretendere di fare di più.
    Assecondare il loro gioco equivale suicidarsi. Loro non corrono tantissimo, ma fanno girare il pallone a velocità supersonica. Non avessimo rintuzzato al limite dell’area chiudendo loro quanti più spazi possibile, saremmo esplosi dopo venti minuti di gara.

    Non sono nemmeno tanto d’accordo sulle pagelle: andrebbero bene se avessimo giocato contro il Novara, ma il Barca è squadra che per definizione non fa giocare l’avversario.

    Abbiamo sì perso palloni banali e Allegri l’ha pure rimarcato, però se avessimo avuto Pirlo in campo le occasioni per il Barca sarebbero triplicate, grazie al brutto vizio che Andreino ha di perdere palla nella sua trequarti campo.

    Alla fine sono molto soddisfatto della gara. Si è visto un Milan umile e pratico quando serve, ossia contro la squadra più forte del mondo. Ed erano anni che non capitava più.

  3. 2 cose, Abbiati è un clown nei rinvii. Non ho mai visto un portiere che ne sbaglia cosi tanti.. ed è insicuro con la palla tra i piedi.
    Cassano, va be che abbiamo giocato in difesa e se le 2 punte non ricevono mai palloni poco fanno. Ma manco l ho mai visto ritornare a disturbare l’azione, fare un minimo pressing. Almeno Pato qualcosa ha fatto, Cassano ha fatto una partita da ectoplasma.
    E adesso Napoli. Proprio un inizio soft, mancava da incontrare Gobbolands e i cugini di pineta ed eravamo al completo.
    Ah tra l’altro hanno fatto na piccola intervista a Barbarella, oh è un figone nulla da dire, ma inquadrata da vicino ha un naso da trifola e si nasconde le orecchie sotto i capelli, segni inequivocabili della discendenza Silviesca. O quello o si stava trasformando in licantropo dopo esser stata morsa da Galliani (anche se piu che un licantropo, Galliani mi ricorda il Nosferatu di Kinski)

  4. Io son contento, per il risultato e per come è arrivato (Culovic è con noi, ma non solo). Credo che dovrò ricredermi su Allegri, si sta dimostrando un allenatore molto intelligente.
    Sulle critiche a Pato e Cassano perché non tornavano a centrocampo non sono d’accordo, secondo me hanno fatto proprio quello che dovevano fare, restarsene lì davanti aspettando palloni che scavalcassero il centrocampo del Barça e tentare (come in occasione del primo gol) di battere in velocità i difensori.
    D’altronde con questa squadra mostruosa non si può pensare di giocarsela a centrocampo. Ammazzarsi col pressing per tentare invano di togliergli la palla serve solo a fare il loro gioco, meglio lasciare che si sfoghino col loro asfissiante possesso palla, tentare di evitare che arrivino palla al piede in area e cercare di colpirli a sorpresa, puntando anche sul fatto che non sono molto abituati a difendersi vicino alla propria area. Direi che questo ci è riuscito abbastanza bene (Grazie San Drone).
    L’unica nota stonata è che nel secondo tempo abbiamo badato quasi solo a difendere, con un atteggiamento che a tratti sembrava di rassegnazione. La zampata nel finale però mi ha esaltato.

  5. Buongiorno a tutti, complimentandomi per la prestazione (secondo me avete fatto la partita che dovevate fare) mi permetto di porvi una domanda: ma solo a me le partite del barcellona risultano noiose?
    sarò strano, ma al 10′ del secondo tempo già non ne potevo più…

  6. @Dr. Cipps.: a parte Ibra/Pato, abbiamo le stesse idee. Abbiati con i piedi è più inquietante del film l’Esorcista.
    @Igor: Pirlo avrebbe fatto lanci precisi e non a casaccio. Per il resto concordo con la linea della società. O lui o Seedorf dovevano andarsene. Certo, non dovevamo pressarli, ma nemmeno perdere da dilettanti i pochi palloni che recuperavamo. Sembrava che tutti avessero paura della sfera! E lasciamo perdere i controlli difettosi o la sorpresa per il passaggio.
    @Bisax: il problema, a parte abbassarsi sulla nosra trequarti o meno, è che Cassano non riusciva a tenere il pallone nemmeno per un nanosecondo, sbagliando anche appoggi elementari.
    @plastico: in effetti, se fossi del Barça sarei incazzato. Non si può tenere palla per tutta la partita e creare così poche palle goals. OK due li ha fatti, ma sono occasionali. In più, le rare volte che l’avversario si affaccia in area, becchiamo due goals (più volte ho criticato il Milan per questo). Ma annoiato no.
    @tutti. “Abbiamo giocato la partita che dovevamo giocare”. Però abbiamo criticato aspramente (io per primo) il CiciarOne per questo atteggiamento. Però a me è sembrato che non riuscissimo a far altro, non che fosse una scelta tattica.
    Comunque, abbiamo segnato un goal mentre eravamo ancora negli spogliatoi e uno lo abbiamo segnato quando eravamo già negli spogliatoi. Almeno il carattere Milan lo abbiamo ritrovato.
    Conclusione. Fanculo il ragionamento. Evvvvaaaaaiiiiii! (scusate per la parola ragionamento).

  7. tralascio ogni commento su barcellona-milan. salvo solo tre cose: il gol di pato (strepitoso per coraggio, fantasia, tecnica, velocità e freddezza), il risultato e il fatto che non li abbiamo picchiati a morte. per il resto, poco da dire. mi auguravo di più, ma forse il massacro che avevo pronosticato non permetteva illusioni. in fin dei conti la superiorità loro è stata schiacciante, tranne che nel risultato, che non è poco.

    altra nota dolente: perdiamo i pezzi. spero che gli infortuni siano meno numerosi dei giocatori, altrimenti si fa difficile.

    @plastico
    secondo me non ti sei annoiato guardando il barcellona, ma guardando il milan.

  8. @ francesco

    Della partita di martedì salvo tutto. Atteggiamento, prestazione dei singoli (con esclusione solo di quella di Cassano, purtroppo) e soprattutto risultato. Mi aspettavo, e molti insieme a me si aspettavano, un’imbarcata della madonna. Invece li abbiamo sospresi subito, abbiamo retto abbasanza bene, abbiamo fatto la partita che dovevamo (e che potevamo!) fare, e abbiamo con un poco di buona sorte, per una volta, sfangato un pari pareggiando alla fine.
    Purtroppo con quelli lì puoi fare solo questo tipo di partite. Basta ricordarsi come ha trottolato il Manchester United (non proprio l’ultima squadra del mondo…) nella scorsa finale a Londra.
    Non so se @Plastico si sarà annoiato guardando il Milan o guardando il Barcellona. Mi chiedo piuttosto come si sarà divertito il giorno dopo guardando l’Inter. O se si sarà annoiato anche lì.

    Tema infortuni. Sappiamo dell’età media della rosa e di alcuni elementi in particolare. Per cui farei riferimento a quanto dichiarato da Benitez in merito ai giocatori dell’Inter in quel di Abu Dhabi lo scorso dicembre.
    Quando hai una certa età, gli infortuni sono più frequenti, vuoi per stanchezza o per logorio o per le cicatrici di precedenti infortuni, e conseguentemente risulta più difficile recuperare.
    Benitez…… che immane stronzata hanno fatto a mandarlo via. Prima sbertucciandolo, infangandolo, ridicolizzandolo, deligittimandolo per mandarlo via come fosse l’ultimo degli idioti, per sostituirlo con Leonardo che poi li ha piantati in asso.
    Spero si rendano conto delle cazzata. E che giustamente ne paghino le conseguenze.

    Bye

  9. Avete ormai già detto tutto della partita, ma io vorrei spezzare una lancia in favore di Nocerino, che mi è sembrato il più dinamico del nostro centrocampo e spero si prenda subito il posto da titolare così come Aquilani.
    Passando alla prossima sfida.. ma di far giocare El Sharaawy a tre-quarti no?

  10. Benitez…… che immane stronzata hanno fatto a mandarlo via. Prima sbertucciandolo, infangandolo, ridicolizzandolo, deligittimandolo per mandarlo via come fosse l’ultimo degli idioti, per sostituirlo con Leonardo che poi li ha piantati in asso.
    Spero si rendano conto delle cazzata. E che giustamente ne paghino le conseguenze.

    Scritto da: albo | 15/09/2011

    Quoto, sottolineo, avallo!
    Buongiorno a tutti.

  11. DOVEROSA CORREZIONE STORICA.

    Il giorno 13/09, vigilia di Barça-Milan, in “MISTER NO”, ho scritto la seguente citazione:

    “tutto è perduto, fuorchè l’onore”.

    attribuendola erroneamente alla Folgore.
    Detta citazione è del re Francesco I° di Francia, dopo essere stato incarcerato da re Carlo V° di Spagna a seguito della sconfitta subita nella battaglia di Pavia nel 1525.

    La Folgore iscrisse ad El Alamein, su un cippo di pietra, la frase:

    “Mancò la fortuna, non il valore”

    nel punto di massimo avanzamento dell’esercito italiano.

    Solo per la precisazione storica.
    Scusate il disturbo.

    Bye a tutti.

  12. Allegri, in estate, voleva una rosa di 25 giocatori.
    A me pare che ce ne vorrebbero almeno una quarantina, se continuiamo di questo passo (probabile microfrattura costale per il Principe, spalla per Ambro, caviglia per Ibra, età per Inzaghi, boh per Robinho, vista per Gattuso, ginocchio per Flamini, Mexes e Taiwo convalescenti).
    La vedo male per Napoli.

  13. Con il Napoli un pareggio al San Paolo, per come siamo presi, sarebbe oro colato, è la seconda di campionato, non allarmiamoci piu di tanto, le altre ”grandi” (vedi Juve) hanno un calendario piu agevole. Non ci siam trovati tipo Udinese(saltata) Lazio e Napoli, squadre forti.

  14. Con l’Udinese altri 5 peri minimo, ormai son talmente deluso che penso di evitare di guardare le prossime partite del Milan per non farmi venire una crisi isterica (e poi tanto so gia come vanno a finire). Tolto un calendario decisamente difficile e la mancanza di giocatori importanti, sia Pato che El Pippawi (giocatori fortissimi se non ci sono i titolari) non riusciranno a far sopravviviere questo milan. Spero almeno che Giorgio sia d’accordo con me ora sul punto, Ibra meglio di Peto.
    Se non lo fosse ancora, aspettiamo Udine.

  15. Noto che anche dall’altra parte del naviglio le cose non vanno come sperato.
    Dato che per noi lo scudo allo stato attuale è poco più che un miraggio, va a finire che ad aprile mi tocca sperare in un vostro recupero, che se per sbaglio (Dio non voglia) la spuntano i gobbi poi mi tocca anche sentire i loro sproloqui sulla terza stella…
    Campionato cominciato bene, non c’è che dire!
    Buona settimana a tutti!

  16. @Plastico: già ci tarmano le orecchie (e qualcosa d’altro) con i 29 scudetti, ci mancherebbe anche quella. Però io punto Napoli
    @Dr.Cipps: non caro doctor, non cambio idea, nel senso che tra i due mi tengo Pato perchè più giovane. Però non ho mai detto che è meglio di Ibra. Dico che Ibra NON è così importante, dico che al posto di Ibra si poteva prendere qualcuno che la butti dentro 20/30 volte a campionato, non max 18 quando è andata bene. Dico che farei un bel pacco di Ibra, Pato, Binho, Cassano, li darei al miglior offerente e spenderei il ricavato per la suddetta punta.
    Poi chiedo a voi: ma Aquilani, goal a parte, ha giocato così bene? A me non sembra.
    Poi vorrei ricordare al mister che Seedorf (ma mi pare anche vanBommel) non gliela fa a giocare tre partite in sette giorni. Ieri non stava nemmeno in piedi. Fanne giocare uno alla volta.
    Aspettiamo Udine, pensando che con questo centrocampo, e qui torno a concordare con te Doctor, potremmo si prenderne un tot.
    A margine vorrei fare le più sentite condoglianze a Diego Fuser, due anni intensi al Milan con scudetto, Campioni e Intercontinentale in bacheca. Oggi è morto suo figlio di quindici anni, no dico, QUINDICI, dopo lunga malattia.
    Direi che non ci sono parole.

  17. @ Plastico

    amico mio, volenti o nolenti, lo scudo i gobbi prima o poi lo vinceranno. In quanto ai loro sproloqui sulla terza stella….. beh….. per quel che ne so io (e molti ma molti come me, anche!) di scudetti ne hanno 27, se non ho disimparato a fare le sottrazioni. Così come ne abbiamo 18 noi e 17 i cugini. Così, solo per giustizia storica, diciamo….
    Poi, ognuno può dire quello che vuole, e pensarla come vuole.
    I graziosi signori in bianconero il casino lo hanno combinato. Per cui direi che, fra tutte le sentenze cazzone del 2006 e le decisioni pilatesche e tremebonde del 2011, l’unica decisione SICURAMENTE pertinente è stata quella di levargli gli scudetti 2005 e 2006.
    Ovvio ed evidente che si tratti di meri pareri personali. Per cui, conseguentemente, passibili di critica. Ci mancherebbe altro.

    Un abbraccio e una preghiera per Diego Fuser, centrocampista del Milan di Capello. Purtroppo il destino gli ha riservato la tragedia peggiore che possa capitare ad un essere umano.
    Sopravvivere ai propri figli.
    Spero che trovi la forza per andare avanti, e per racchiudere nel proprio cuore il ricordo del figlio senza che ogni giorno ti porti via una parte di te stesso.
    Io, che ho la fortuna di avere i figli che ho, non ci riuscirei.
    E sono sicuro che mi lascerei morire.

    A tutti, visto il momento, che la pace vi accompagni. Almeno oggi.

  18. @ Giorgio

    Evidentemente hanno altro a cui pensare.
    Cosa non lo so. Però avranno altro da fare.

    Bastavano due righe, in effetti.
    Far sentire la presenza della Società, della squadra come gruppo sportivo. Gruppo del quale Diego ha fatto parte.
    Di un ambiente al quale sei appartenuto.
    Sappiamo tutti che non esistono parole per confortare le persone che hanno subito una tragedia del genere.
    Ma fai qualcosa, un minimo, almeno.

    Invece no. C’è il Settore Giovanile…. l’e-store….. le quote per domani…
    i biglietti….. il Viktoria…..
    C’è tutto. Ma una schifosa, striminzita, piccola riga no. NIENTE.
    Complimenti…..

    Bye, fratello

  19. @Plastico: non è meravigli, è indignazione e tristezza, appunto.
    Tristezza perchè è più importante riprendersi subito dalla sconfitta di Napoli piuttosto che fermarsi un momento a piangere per la morte di un ragazzino.
    Comunque, Diego, penso che qui tutti ti siano vicini. Non possiamo fare niente ma almeno condividere una minima parte del tuo dolore che, da genitore, posso immaginare immenso.

  20. @ towanello 70

    Ti risponderanno scrivendo che hanno già provveduto.
    Scriveranno che si stringeranno attorno a lui bla… bla… bla…
    Scriveranno che il dolore ecc. ecc. ecc.
    Sicuramente non ti risponderanno. Mi stupirei se lo facessero.
    Del resto….. che potrebbero dire?

    @Plastico
    Che vuoi che ti dica. Il mondo sarà anche come ce lo facciamo noi.
    Ma qualche minchiata colossale mi sa che la abbiamo fatta.
    Ma qui siamo tutti dietro ai serial, ai culi e alle tette di Miss Italia, o della Belen, o di chissà quale strafigone di turno in servizio permanente effettivo. Non abbiamo capito niente della vita. La vita ti dispensa soprattutto dolori, lasciandoti ferite profonde che a volte non si chiudono mai.
    Non voglio nemmeno pensare a questi quindici anni passati da Diego a sostenere e ad assistere un figlio sfortunato, guardandolo andarsene giorno dopo giorno. A volte pregando Dio e a volte maledicendo la malasorte. Piangendo nel buio per non farti vedere. Vedendo che anche la speranza moriva con lui. E senza sapere come colmare quel vuoto.
    Ed alla fine lasciarlo andare via, finalmente.
    Dico finalmente con rispetto infinito e silenzioso. Chinando la testa e pregando. E’ atroce. Mentre scrivo piango, perchè anch’io ho dei figli, e non riesco proprio ad immaginare una cosa del genere. Non ci riesco proprio. Mi fa male.
    E noi siamo qui a sbavarci per una tetta, o a pestarci per un rigore.
    Hai ragione. E’ triste. Ed inquietante.
    E hai ragione. Tutti ad inseguire le futilità, mentre la vita, e la morte, stanno ai margini.

    Bye, cugino.

  21. @ Dr.Cipps

    tutti giocano meglio del Milan…..

    Perchè il Novara gioca così? o il Napoli? o anche altre?

    Motivazioni, gioventù, fame agonistica, voglia di vincere, capacità di sacrificarsi, desiderio di perseguire gli obiettivi.

    Non so quanti al Milan abbiano queste caratteristiche, o all’Inter…..
    Troppa gente datata, troppa gente con la pancia piena ed il conto in banca gigantesco, troppa gente che ha altro a cui pensare per pensare di rischiare le gambe in campo.

    Forse la dimostrazione ce la daranno gli sconosciuti dell’Udinese già stasera.
    Come l’hanno data gli sconosciuti del Novara ieri sera.

    Bye

  22. Abbiati prende ormai almeno un gol a partita. Indipendentemente dal fatto che si giochi contro il Barcellona o contro la Juve stabia. Seedorf puo giocare una e dico una partita alla settimana. Van Bommel è il calciatore piu lento della serie A. Pato ha un talento incredibile ma una testa di cazzo ancor piu incredibile. Aquilani è un calciatore di una mediocrità assoluta, non ha caso Roma, Juve, e Liverpool l’hanno scartato. Cassano è inutile ha la pancia ed è cocainomane, non corre e gioca praticamente da fermo. Poi sentire Allegri dire di essere contento per la prestazione della squadra a Napoli è il massimo!!!! La verità è che senza Ibra e Boateng siamo una squadra da centro/bassa classifica.

  23. @ mirko

    Purtroppo questo passa il convento.
    Non la metteri giù così dura, ma è indubbio che i problemi di organico, con il passare degli anni, ovviamente si acuiscono.
    ABBIATI : non è lui che prende 1 gol a partita. E’ la squadra che si difende molto male, e si difende male perchè il centrocampo non filtra più un cazzo. Perlomeno non lo fa come lo faceva l’anno scorso. Il ragazzo gioca poco tranquillo, per cui alla lunga fa anche lui le cagate.
    Il problema difesa sulle fasce è annoso. Ci è andata bene a destra con Abate (per ora…). Ma a sinistra c’è il vuoto. E ci sarà ancora per chissà quanto tempo. I problemi grossi ci sono a centrocampo e in attacco.
    Ambrosini, Van Bommel, Seedorf, Gattuso, Flamini, Aquilani, Emanuelson….. tutta gente che vuoi per motivi anagrafici, vuoi perchè un poco scarsa, vuoi perchè un poco determinante appesantisce un reparto che prima o poi (molto più prima che poi…) dovrà essere discusso, per usare un eufemismo.
    L’attacco poi….. vedere ieri un reparto composto da uno sbarbato + un vecchietto artritico alle prese con le giunture + un cicciotto stile Kung Fu Panda, vi dico la verità….. mi ha fatto cambiare canale.
    Purtroppo la realtà è questa, che poi è la realtà del calcio italiano come capacità di spendere ed investire. Zero. Anche Moratti non lo fa più, figuriamoci gli altri.
    Moratti! I cugini spesso mi divertono, ma spesso mi fanno incazzare. Hanno perso Eto’o. Va bene, succede. Non dovrebbe, ma succede. E tutti a rompere i coglioni a Moratti spingendolo a spendere per sostituirlo. Chi? Eto’o? E con cosa lo vorreste sostituire? Non so quanti gol ha fatto la scorsa stagione. 30? 35? Di più? Trovatemene uno, anche a comprarlo con 30-40 milioni di euro, in grado di sostituire una punta come il camerunense. Fuori i nomi. Ma deve essere decisivo uguale. L’insieme Zarate+Forlan+Milito+Pazzini non arriverà a segnare come il solo Eto’o.

    Bye

  24. @ Albo

    Tutto vero Albo. Ma vorrei comunque far presente che l’anno scorso in piu di un occasione sia Merkel che Strasser sono risultati essere utili alla causa. Non vedo perchè mandarli via e sostituirli con Aquilani e Nocerino. Lo stesso Paloschi poteva essere tenuto in considerazione maggiore, invece ci siamo tenuti il fantantonio…… ti giuro che ieri sera ho cambiato canale anch’io !!!!! Riguardo ai cugini non vedo perchè al posto di Eto’o non hanno venduto Snejder, avrebbero monetizzato comunque, ma si sarebbero tenuti uno che fa la differenza.
    Bye

  25. Fermi tutti. Solo quattro mesi fa, tutti incensavamo questa squadra che, praticamente senza Pirlo, ha vinto lo scudetto. Ora sono dei brocchi imbolsiti.
    Non sono mai stato acritico nei confronti di Allegri & co., ma oggi urgono alcune precisazioni.
    Abbiati. Ieri lo volevamo in nazionale. Oggi è una pippa. Però nel finale nessuno ricorda che ha salvato la partita.
    S.Drone. Gli anni passano e la forma tarda a venire. Avrebbe bisogno di riposo ma…
    vanBommel. Ieri era l’acquisto più azzeccato, oggi na pippa pure lui. Come per Nesta, l’età non aiuta e giocare tre partite in sette giorni neanche.
    Seedorf. Stesso discorso per vB.
    Aquilani. fatto passare per Mister X, per ora resta, per me, solo una X. Grandi doti ma trasparente, con tendenza alla sparizione.
    Nocerino. Fa quel che può. Ha vinto un terno al Lotto ed è arrivato qui.
    Cassano. Diciamolo, doveva essere un investimento. Preso a parametro zero, dovevamo rivenderlo a tot milioni. Il problema è che non l’ha voluto nessuno.
    Pato. Rotto. Nel senso che mi sono rotto di aspettarlo. Vada al Barça o al Chelsea e fanculo (scusate).
    Direte, ma li hai affossati come noi!
    No, voglio solo dire che questi ci sono rimasti.
    L’anno scorso abbiamo vinto quando non abbiamo giocato la Campioni e quindi Seedorf e vanBommel potevano giocare una partita a settimana. In più erano affiancati da certo Gattuso Rino o Ambrosini Massimo e da tal Kvin Prince Boateng, capace di cantare e portare la croce. In più, avevamo un certo Blissettinho che sbagliava goals in quantità industriali, ma lo avevi sempre di fianco per appoggiare o smarcato. Creava situazione, insomma.
    In più c’era Ibraimovic Zlatan, balordo di origine svedese, che, pur se non fondamentale, il suo peso ce l’ha.
    Discorso a parte per Pirlo. Lo abbiamo tacciato per bollito mille volte, abbiamo invocato la sua cessione per qualcuno più giovane e adesso lo rimpiangiamo?.
    Per carità, Andreino è un fuoriclasse, ma nel Milan avrebbe creato tensione perchè o avrebbe giocato lui o avrebbe giocato Seedorf. Pirlo non ha accettato un contratto annuale e la società ha fatto bene a lasciarlo andare. Parentesi. Il goal di ieri della Juve era da annullare anche perchè l’arbitro dice “fischio io” accompagnando la frase con il gesto di indicare il fischietto. Chiusa parentesi.
    Ora, di questi tempi, l’anno scorso, imploravamo perchè ne giocasse uno tra Dinho, Pirlo e Seedorf. Dopo Napoli, vi ricorderete che dissi che avevamo rubato la partita (sportivamente, s’intende).
    Oggi dico di aspettare il rientro degli infortunati, poi vediamo.
    Piuttosto, cara società, torniamo ai discorsi dell’anno scorso. Piuttosto che un non centravanti da 14goals/anno, avrei cercato uno da 30/35, magari sui 23/25 anni. Avrei preso un terzino sinistro idoneo al campionato di serie A, non un giovane talento spagnolo da rispedire al mittente o africano (scusa Taiwo, non ricordo la nazione), tutto da scoprire. Sperando che non sia anche lui “impreparato alla serie A italiana (e allora cosa cazzo lo abbiamo preso a fare?).
    E già che c’eravamo, tenere Strasser?
    Ed è già sabato.

  26. @ giorgio

    FratelGiorgio, scusami, ma la critica urge.

    ABBIATI : Non mi sembra di averlo criticato. Ho solo detto che, essendo quest’anno poco protetto, o non protetto come l’anno scorso, e dai e dai e dai….. una cappella salta fuori, prima o poi. A parte che è un essere umano anche lui, poi si è riscattato alla grande. E ho visto bene che ha salvato il pari. A me va benissimo lui, ma bisognarà pure parlare del dopo Abbiati, prima o poi. Anche perchè le alternative sarebbero, a tutt’oggi, Amelia e Roma. Avessi detto…..
    A Marchetti non si poteva arrivare?

    CENTROCAMPO : Non ho criticato i giocatori. Forse non mi sono spiegato bene, ma anche per quelli che ho elencato nell’intervento precedente, bisognerà pensare se non alla sostituzione, almeno a qualche alternativa. Mi pare che il mercoledì prima di Juve-Milan ci sia la Champions. Va bene, è il Viktoria, tutto quello che vuoi! Ma che, facciamo riposare qualche pezzo grosso con il Viktoria? E se la partita si mette storta come con lo Zurigo? E’ qui che entra in ballo il tuo concetto su Strasser, Merkel, magari anche Verdi, Zigoni e Paloschi.
    Giovani inesperti? Rooney a vent’anni era titolare nel Man Utd, per cui…..
    PIRLO : Rinunci a uno come lui. Ok. Lo dai ad una TEORICA avversaria per lo scudetto. OK. Ma a sostituirlo, ci vuoi almeno pensare un poco? Se non subito, almeno in prospettiva?
    ATTACCO : Ho solo detto che ieri ci siamo ritrovati con quei tre. Infatti, l’anno scorso a Brescia, per esempio, avevamo di punta Cassano e Binho perchè Ibra era squalificato (come al solito) e Pato infortunato (come al solito). Solo che l’anno scorso si vincevano, certe partite. Quest’anno si pareggiano con rischi.
    Oltretutto, hai voglias a giocare senza Ibra… Binho… Boa… Gattuso… Ambro… Flamini… Pato… Resistono giusto i difensori. (Mani sulle palle, prego!!!!!).
    Mi hai sentito dire che sono dei brocchi imbolsiti? Non mi pare.
    Vediamo. Aspettiamo Cesena e vediamo. Lo so che l’anno scorso abbiamo vinto lo scudetto. Non sono rincitrullito.
    Ma non sono disposto ad accettare tutto ad occhi chiusi e sempre solo per riconoscenza.

    @Mirko
    “Riguardo ai cugini non vedo perchè al posto di Eto’o non hanno venduto Snejder”………………
    Perchè è stato Eto’o a voler partire. E poi….. siamo sicuri che l’olandese resti?

    “hanno lasciato andare Andrea Pirlo alla juve. Non so voi ma io a tutt’ oggi non riesco a trovare in Italia, un calciatore con le sue doti”…….
    In Italia? Solo? Nel mondo, come lui, conosco solo Xavi, Fabregas, e Sahin, ex Borussia Dortmund (che per il momento è solo un progetto, come giocatore sul livello dei sopracitati. Ma buono, però. Molto ma molto buono. E il tempo mi darà ragione).

    Bye a tutti e due

  27. Fratello, sai bene che l’invito alla calma non è per te, ma per lo stuolo di tifosi che ieri osannavano e oggi bruciano.
    Io, e tu mi sei testimone, l’anno scorso ho spesso criticato la squadra anche quando vinceva.
    Oggi dico solo che, con fuori Gattuso, Ambrosini, Flamini, Ibra, Binho, BOATENG, senza un terzino sinistro titolare (speriamo esploda Taiwo, almeno come Abate), non si poteva fare molto di più.
    Forse non perdere a Napoli, ma loro hanno uno che la butta dentro spesso (altro che Ibra e Pato).
    Ti dirò di più, io non avrei trattenuto Rino, Anzhi… Bel mucchietto di milioni da reinvestire in un Rino giovane. Invece abbiamo preso un Rino noce… che non è neanche male, ma neanche tanto bene.
    Come vedi, sempre allerta.
    Ciao fratello.

  28. Il discorso non è osannare o meno. L’ anno scorso i vari Seedorf, Van Bommel, Gattuso, Ambro, Nesta, Zambrotta ecc. Erano ultratrentenni, che si infortunavano spesso. Immaginiamoci quest’ anno!!!! Abbiati non è che sia diventato un brocco ma prende almeno un gol a partita, è un dato di fatto. Poi la colpa sarà anche della difesa……. Il fatto è che abbiamo gli uomini contati in ogni reparto, e in molti casi i sostituti non si avvicinano nemmeno lontanamente ai titolari. Su Pirlo si puo fare lo stesso discorso dell’ Inter con Eto’o se perdi un calciatore con determinate caratteristiche devi sostituirlo degnamente.

    @ Albo

    Da quel che ho letto Eto’o sarebbe rimasto volentieri a Milano se Moratti avesse voluto tenerlo.

  29. Una delle migliori partite di Seedorf, da 10, ma visto che si è mangiato un goal praticamente fatto e che ha rimesso in forse la partita il voto scende a 9. Buonissimo Cassano, bene anche l’Egizio, molto incerto Abbiati (e non è una novità) e per ultimo un’appunto su Taiwo.. Penso sia veramente l’erede di Bogarde ora, Antonini è meglio, e se dico che Antonini è meglio vuol dire che il Nigeriano è na’ munezz ma na munezz…

Lascia un commento