AMAREZZA

Tanta amarezza. Questo mi rimane dalla partita di ieri sera.
Alcune considerazioni.

1) Lo sai che le tabelle portano una sfiga immensa, vero? E allora, caro Max, da oggi in poi evita come la peste di farne di nuove. Siamo una squadra in emergenza, dobbiamo ragionare da squadra in emergenza. Ossia contare gli arruolabili, mandarli in campo e cominciare a pregare.

2) Il nostro contributo di due infortunati a partita continua a vele spiegate. Ieri è toccato a Bonera (gomitata allo zigomo) e Legrottaglie (calcio in fronte). Ormai leggere la lista degli indisponibili non mi fa più alcuna rabbia:
Boateng (incerto 26ª giornata), Zambrotta (incerto 26ª giornata), Inzaghi (stagione finita), Amelia (incerto 26ª giornata), Nesta (incerto 26ª giornata), Gattuso (incerto 24ª giornata), Pirlo (incerto 24ª giornata), Seedorf (incerto 25ª giornata), Strasser (incerto 25ª giornata), Ambrosini (incerto 28ª giornata), Abate (incerto 24ª giornata), Bonera (da valutare), Legrottaglie (da valutare).
Praticamente metà squadra azzoppata, a poco più di metà stagione.
Per il prossimo inverno non più ritiro a Dubai, ma a Medjugorje.

3) Il nostro miglior straniero, Culovic, si è trasferito altrove durante la sessione invernale del mercato. Anche ieri sera se ne è sentita molto la mancanza: doppio palo più unico che raro.
Ho paura che Culovic si si trasferito assieme a Nagatomo dall’altra sponda del naviglio. Quella sbagliata.

4) Sfiga a parte, meno male che Emanuelson è un mancino. Di sinistro ha tirato due merde a porta quasi vuota da far gridare allo scandalo. E Oddo? Vogliamo parlare dei cross di Oddo? In tutta la partita non ce ne sono stati due di non dico simili, ma neanche parenti tra di loro: rasoterra, al terzo anello, dal fondo a uscire, dal fondo a rientrare, dal fondo direttamente fuori, missili diretti dall’altra parte del campo o lentissime ciofeche immonde puntualmente preda del portierte.
Perché gli unici terzini con gli scarpini palmati dobbiamo averceli proprio noi?

5) Contro le difese a fortino non riusciamo a creare una breccia, vuoi perché non abbiamo crossatori decenti e vuoi perché non abbiamo nemmeno tiratori da fuori. Inoltre Ibrahimovic e Pato sono francamente incompatibili tra loro, perlomeno a questo punto della stagione. O imparano per amor di squadra ad andare d’amore e d’accordo (e pure in fretta, aggiungo io) oppure si rischierà veramente di perdere punti per vizi puramente formali.
Un consiglio, cari signori: durante i 95 minuti del match guardate di più alla sostanza (ossia vincere le partite) e poi, in spogliatoio o durante la settimana, badate pure alla forma (ossia sfogatevi e prendetevi pure a calci in culo); se questa soluzione dovesse risultare vincente, ben venga.

6) Era dal 1958 (quarti di finale di Coppa Italia tra Torino e Pro Patria) che non assistivo ad un catenaccio così furibondo. Evviva lo spettacolo, evviva il calcio champagne.

7) Ad un certo punto della partita ho creduto di assistere ad un match tra il Milan e una formazione del Sei Nazioni di Rugby. Poi ho guardato meglio e ho capito che quella non era una squadra di rugby: simulavano e perdevano tempo in maniera assurda.

8) Il discorso fatto sugli arbitri la volta scorsa lo ribadisco pienamente qui: tanti pesi e tante misure. Se Damato avesse tenuto con la Lazio lo stesso metro di giudizio che ha tenuto Tagliavento col Milan, avrebbero finito la partita in 4. Ho capito che così il campionato si riapre, la favola della remuntada si compie, Leonardo viene beatificato in piazza Duomo, la gazzetta dello sport (media-partner ufficiale dell’Inter) vende un triliardo di copie e blablabla, ma perlomeno fatelo in maniera più sottile. Non è ammissibile che della gentaglia possa pestare impunita per tutto un incontro, godendo di arbitraggi magnanimi.
Un esempio su tutti:
– Ledesma che al 5° minuto interrompe di mano e volontariamente l’azione del Milan: da regolamento il gioco andrebbe interrotto e il giocatore ammonito oppure, se si dà vantaggio come in questo caso, si ammonisce Ledesma alla prima occasione utile. Niente di fatto.
– Lo stesso Ledesma che al 60° minuto trattiene Robinho per la maglia a centrocampo (che però riesce a divincolarsi): da regolamento il gioco andrebbe interrotto e il giocatore ammonito oppure, se si dà vantaggio come in questo caso, si ammonisce Ledesma alla prima occasione utile. Niente di fatto.
– Ancora Ledesma che al 65° minuto trattiene Robinho per la maglia a centrocampo (che però riesce a divincolarsi): da regolamento il gioco andrebbe interrotto e il giocatore ammonito oppure, se si dà vantaggio come in questo caso, si ammonisce Ledesma alla prima occasione utile. E infatti si becca il giallo.

Due azioni identiche nel giro di 5 minuti: la prima non è giallo, la seconda sì.
Attendo spiegazioni.

9) Il tenente Kozak. Riesce nell’impresa di mandarne due all’ospedale, di saltare sempre coi gomiti alti, di tuffarsi ad ogni contatto e di mandare affanculo arbitro e avversari senza essere mai sanzionato col giallo. Si fa ammonire come un pollo solo perché spintona Yepes al petto.
Reja giura che è un ragazzo buonissimo. Meno male: cosa ci avrebbe fatto se fosse stato un figlio di puttana?

ibrahimovic.jpg

AMAREZZAultima modifica: 2011-02-02T11:57:01+00:00da igortv
Reposta per primo quest’articolo

40 pensieri su “AMAREZZA

  1. Giocatori come Kozak sono IL MALE del calcio.
    Mettici pure la sfiga (centrare due pali è come vincere al superenalotto) la paura di Pato verso Ibra (mi ricorda un neo assunto in un qualsiasi posto di lavoro che si prende parole dal capo al primo errore) ed un caciucco di allenatore e ti vien fuori la partita di ieri sera.
    Certo che altre squadre trovano rimonte impossibili o goal al 89 (vedi napoli) noi niente.. deve essere la nuova maga assoldata da Moratti (una volte si rivolgeva ad una maga per vincere).

  2. Ieri sera ero allo stadio… lasciamo perdere l’arbitraggio altrimenti mi viene fuori l’istinto omicida… lasciamo perdere Oddo… appena date le formazioni ho subito capito che mi sarei incazzato come un bestia…

    A me dispiace vedere la poca cattiveria da parte dei nostri… Ibra ha una potenza indescrivibile ma non la sfrutta… è sempre li a fare il tocchettino malizioso che il + delle volte sfuma… ma Dio mio (scusa Legrottaglie per averlo nominato) ma tira quelle fucilate che sai e butta dentro anche il portiere con la palla!
    Pato davvero irriconoscibile… e se penso che il Chelsea si è preso Torres un po’ rosico, perchè vuol dire che il Papero rimarrà qui (cosa devo dire, non ha grinta, poco carattere, poco sacrificio…)… come già scritto in altre occasioni, questo Milan è lì dov’è solo grazie ad alcune giocate di singoli, non sicuramente per un bel calcio.

  3. Pato non si discute, alla sua età un periodo di appannamento glie lo si può anche concedere.
    Ma uno che aha già segnato 51 gol in 102 partite (ci sono attaccanti che quei gol lì li contano a fine carriera) non può essere messo in discussione.
    Prima della partita avrei firmato per un pareggio, vista la qualtità e la qualità degli indisponibili.
    Alla fine non ero contento, perché abbiamo sprecato un sacco di occasioni e perché la lazie è una squadra di randellatori impuniti, ma va bene comunque così. Se anche il napoli dovesse vincere resterebbe 2 punti sotto.
    Speriamo che rientri presto Pirlo.

  4. @ Bisax
    Abbiamo due modi differenti di vedere il calcio…
    Il fatto che sia giovane Pato, dovrebbe essere un incentivo in più per vederlo correre e coprire quegli spazi che i più vecchi non riescono a chiudere… il fatto che sia più giovane e che sia già milionario credo che non dia stimoli (questo non lo deve giustificare), stiamo parlando di una società chiamata Milan, quindi penso che avere attaccanti con medie gol alti sia il minimo se pretendi di vincere qualcosa…

    Pirlo è uno di quelli che io NON aspetto. Dal mio punto di vista rallenta troppo il gioco, in copertura non è il massimo e raramente lo vedi spingere. Non fa più gol su punizione e, dal mio punto di vista, non è più incisivo come lo era una volta.

    Sai chi aspetto io? Boateng. Uno che ha grinta, uno che corre, uno che quando c’è da difendere è indietro e quando c’è da attaccare si sa inserire ( e fa i suoi gol).

    Ma ci rendiamo conto che siamo l’unica squadra che non segna mai con i centrocampisti?

  5. “Boateng. Uno che ha grinta, uno che corre”
    uno che soffre di pubalgia.
    uno che avrà una mezza carriera, purtroppo.

    Pato a 22 anni non si può e non si deve discutere, punto.
    Ricordo gente che al secondo anno di Shevchenko lo voleva mettere su di un carro bestiame direzione siberia.
    E magari prendere Di Vaio o Chevanton, che loro sì erano giovani e campioni.

    Pato è uno che va aspettato e al quale va data fiducia. Lui ha una paura fottutissima di rifarsi di nuovo male gravemente e compromettere la propria carriera. In questo senso la giovane età e la poca esperienza non gli vengono in soccorso.
    Ma è un talento cristallino che va salvaguardato.

  6. Peccato che Boateng 2 buonissime partite le ha fatte da trequartista, a centrocampo si perde perchè non è nelle sue corde quello di fare il Flamini o il Gattuso, insomma quello da cui ci si aspetta dal centrocampo di questo milan (3 mediani ”mastini”).
    Ora con Cassano o con Robinho spostato alla trequarti come ieri, sarà dura rivederlo Boateng giocare in quella posizione che ben mi aveva impressionato.
    Per quanto riguarda Pirlo, preferisco ci sia uno in più di ruolo a centrocampo che sacrificare sempre Thiago lì.
    E non segnamo con i centrocampisti non perchè non si inseriscano, ma perche essendo proprio ”falegnami” sono propensi ad avere tombini al posto dei piedi (pensavo Emanuelson avesse meno calli data la giovane età, ma si è visto ieri sera che si è mangiato minimo 2 goal, e sotto porta c’era arrivato).

  7. No,ti prego Igor,non ti ci mettere pure tu tra quelli che”il campionato è già deciso”,”sono sfacciatamente a favore di”,”due pesi e due misure” ecc ecc.Non era per caso il Milan che fino a poco tempo fa qualche favoruccio lo aveva avuto?non si imputava per caso al Milan di avere dei randellatori che il più delle volte la facevano franca e ai quali più di qualche arbitro a concesso un gioco diciamo”maschio”?Oggi per me la rabbia per una decisione sbagliata dura esattamente quanto rimane inviolata la porta di Castellazzi,perchè paradossalmente mi solleva il fatto che gli arbitri sono semplicemente scarsi e non bravi ma corrotti come durante calciopoli.Ma come si fa a far terminare la partita a uno come Kozak,non solo per i falli che commette,ma anche per l’atteggiamento assunto durante tutta la partita condito con la faccia da cazzo che si ritrova.E poi concederai a uno dei vostri migliori in campo fino ad ora,Culovic,di rifiatare di tanto in tanto(non mi risulta sia stato acquistato dall’Inter nel mercato di riparazione).Infine per me un campionato che non vince la giuve è un campionato vinto,anche se lo vincete voi.Ma è meglio se lo vinciamo noi.

  8. @ robynter

    1) “Infine per me un campionato che non vince la giuve è un campionato vinto,anche se lo vincete voi.Ma è meglio se lo vinciamo noi.”

    ANCORA! Ma se ne avete vinti cinque a fila……. Un po’ anche agli altri, dài! (cioè noi…..). Almeno uno…..

    2)”non si imputava per caso al Milan di avere dei randellatori che il più delle volte la facevano franca e ai quali più di qualche arbitro a concesso un gioco diciamo”maschio”?”

    Ti riferisci ad Ambrosini e Gattuso? Può essere. Ma sono gli inconvenienti del ruolo. A centrocampo si randella, non ci sono cazzi. Ma per randellare intendo mordere le caviglie, ogni tanto fare falli, rincorrere l’avversario. Cose così, insomma. Sono cose che fanno anche Nocerino….. Gargano….. Sissoko e Felipe Melo….. Cambiasso o Stankovic o T.Motta o altri dell’Inter e tutti quelli delle altre squadre. Infatti certi ruoli di centrocampo vengono chiamati, non per caso, “DI ROTTURA ED INTERDIZIONE”. E’ il lavoro “sporco, insomma. Ma non mandare in neurochirurgia qualcuno….. Come ha fatto ‘sto cazzo di Kozak, che ne ha spediti due, in ospedale! Capisco che magari su Legrottaglie non ha fatto proprio apposta, ma stai attento, ostia! I due pesi e due misure è sul fatto che se guardiamo come è stato espulso Van Bommel mentre Kozak l’ha fatta franca…..

    3)”E poi concederai a uno dei vostri migliori in campo fino ad ora,Culovic,di rifiatare di tanto in tanto”

    Sì, però basta, adesso! E’ da Milan-Roma compresa che è sparito. Ritornare in campo, per favore. Rifiatato ha rifiatato. Anche se, a vedere Inter-Palermo, è già rientrato ma dalla parte sbagliata, mi pare(Balzaretti…..).

    Non ho risposto al posto di igor. Ma l’ho fatto lo stesso. Così, tanto per chiacchierare un po’…..

    Bye, interista

  9. #Alex, su Pato ho già detto, inutile ripetersi. Sottoscrivo anche le virgole del commento di Igor nei suoi confronti.
    Su Pirlo mi hai confermato, ma non è grave né per me né per te, che abbiamo idee diverse del calcio.
    Tu hai fatto la descrizione di Seedorf.
    Anche io aspetto pure il ritorno di Boateng, ma ci vuole uno che faccia girare la palla nel modo giusto, non solo gente che gli corra dietro, ed in questo Pirlo, non più davanti alla difesa ma nel ruolo in cui ha giocato le ultime partite prima di farsi male, anche se con una gamba sola, è ancora uno dei migliori al mondo.
    Si vede tanto di più adesso che non c’è e il nostro centrocampo, pur con il titanico Thiago Silva a metterci una pezza (spero però che possa ritornare presto in difesa), continua a farla rimbalzare da una parte all’altra facendo però una fatica mostruosa a farla entrare decentemente in area.

  10. @ robynter: un conto è avere giocatori rudi graziati qualche volta (Gattuso e Ambrosini da noi, De Rossi e Pizarro nella roma, Thiago Motta, Cambiasso e stankovic da voi, Felipe Melo e Sissokho alla juve, Gargano e Pazienza al Napoli, and so on) (solo rimanendo al centrocampo) e un conto è avere il ribaltamento di senso nell’arco di due partite:
    – a Van Bommel fischiavano anche le scoregge, espulso per eccesso di zelo (che il secondo giallo era un fallo normale)
    – ai laziali ieri è stato permesso di tutto, perfino di mandare due dei nostre all’ospedale
    – su Krasic Domizzi si è accanito impunito sulla altrui caviglie.

    Di norma, più gli arbitri sono scarsi e più facilmente si possono corrompere.

  11. non so a voi ma a me l’andazzo non piace.
    non me la prendo mai con gli arbitri, a prescindere, arbitrare è difficilissimo e ha ragione robyinter, non sono corrotti e per me nemmeno scarsi, tutt’altro.
    anch’io ero allo stadio ieri, come sempre.
    e sapete cosa ho visto?
    ho visto il portiere della lazio compiere in tutta la gara zero parate.
    zero.
    vuol dire che non abbiamo mai tirato come si deve. emanuelson ha avuto un’occasione d’oro e ha tirato in curva, ibra ha colpito due pali, binho ha battuto il portiere ma non il difensore.
    questo in apparenza è confortante, abbiamo creato tanto, come dice allegri, e non abbiamo subito nulla. certo la lazio giocava senza zarate, floccari e rocchi (immaginate noi senza ibra, pato e robinho: che avremmo fatto?), e con ogni probabilità reja voleva un punto. ha giocato 4-4-2, e non mi risulta lo faccia mai.
    ma noi? non me ne vogliano i cugini, ma sembriamo l’inter di ibra (senza offesa ovviamente). giochiamo a sprazzi, una fiammata e cinque minuti di buio, ancora un lampo e poi nulla. come direbbe il presidente, non siamo più padroni del campo, padroni del giuoco. rischiamo pochissimo, sia davanti che dietro. provare a vincere la partita mettendo cassano senza togliere pato secondo me valeva la pena. tentare di prendere due punti in più giocandosene uno in meno. levare emanuelson (rivedibile, non bocciato, ovviamente) non avrebbe tolto granchè ad una fase difensiva che non creava problemi. nella peggiore delle ipotesi il napoli restava comunque ad un punto. o no?

  12. Arbitri. Direi che ieri il nostro non ha arbitrato bene. Punto. A termini di regolamento, oltre ai falli di Ledesma, le entratrate a gomiti alti sono da espulsione diretta. Non ditei che Kozak saltava, perchè su Bonera tira una gomitata volontaria, così come su Yepes, Legrottaglie aveva tutto il tempo si saltarlo, altro che non l’ha fatto apposta. Questo, anche per me, non vuol dire che il campionato è indirizzato, ma ricordiamocene e se ne ricordino gli altri quando avremo noi degli “aiutini”.
    Pirlo/Boateng. Il Milan migliore che ho visto, vedeva in campo entrambi. Pirlo non corre più, è assodato, in compenso KPB, anche se trequartista, corre anche per lui. Piuttosto vorrei che scovassero il sostituto di Pirlo, con 10/12 anni di meno
    Ibra. E’ vero, ci basiamo troppo sulle sue fiammate, ma non siamo dipendenti. Con la Sampdoria ce la siamo cavata egregiamente anche senza di lui. Basterebbe toglierlo, ma penso che finirebbe in rissa. Personalmente lo trovo irritante nelle giocate, con quell’aria si superiorità, irritante nell’atteggiamento.Penso che se non avesse avuto successo come calciatore, avrebbe frequentato le galere svedesi con una certa assiduità. Però, quando fa certe giocate, non puoi non spellarti le mani per gli applausi.
    Buttarla dentro. lo scrissi già ai tempi di Milan Juve. Non puoi dominare la partita e non segnare. Non sei da scudetto. E’ vero anche che Muslera non ha fatto una parata, ma ci ha pensato il, anzi i pali e Biava, nonchè tiri sballati di fenomeni o presunti tali. Anche se Blissettinho non lo toglierei mai, anche se mi fa incavolare per i goals che divora. Francesco mi trova d’accordo nel sostenere la sostituzione di Emanuelle Nera lasciando in campo Pato, tanto più che Binho poteva arretrare a centrocampo a dar manforte.
    Pato. Lo preferisco mille volte allo zingaro, ma anche lui deve svegliarsi. Forse ha paura di farsi male ancora, ieri lo vedevo pauroso nello scattare, sicuramente ha problemi con Ibra, ma lo mandi al Diavolo, anzi no al biscione, e si rimetta a giocare come sa. Se invece vuole andarsene lo dica chiaro e tondo. Saluti e baci. Chi non ci ama non ci merita.
    Allegri. Perchè non lasciare fuori Ibra, qualche volta? A “Sampdoria” ce la siamo cavata benino anche senza di lui. se è stanco, fallo riposare.
    Stavo dimenticando. Oddo (notare cosa manca). da qualche partita non sembra avere problemi in fase difensiva. Per i cross, pazienza, prima o poi ne farà di decenti.
    Scusate la lunghezza del commento. Potrebbe avere delle parti sconclusionate, ma sono stato interrotto alcune volte e quindi…
    Salute a tutti.

  13. @ tutti

    Aggiungerei che, se la mettiamo sul fatalistico, i segnali che si percepiscono dopo Inter-Palermo e dopo Milan-Lazio sono purtroppo tutt’altro che confortanti. Io ci credo sempre nello scudetto perchè ci voglio credere, perchè abbiamo una squadra finalmente competitiva, perchè ritengo che quest’anno abbiamo limato di molto il gap con l’Inter. E quindi ci voglio credere fino alla fine. Perchè è giusto e doveroso farlo. Ma se mi limito al giudizio delle sole due carambole…..
    1) Balzaretti-Maicon-Julio Cesar-PALLA FUORI
    2) Ibra-palo-palo-PALLA FUORI
    …….devo dirvi che sento qualcosa di strano infilarsi (metaforicamente) in un posto basso dove non batte il sole. Non so se rendo l’idea…..
    Passando così da un possibile (ma non reale) +14 sull’Inter (prima di Bari-Inter) e un reale +10 (sempre prima di Bari-Inter). Quattro punti pesantissimi, direi!
    Spero davvero di sbagliarmi, stavolta, sulla sindrome da sfigati.
    Bye a tutti

    @ igor
    concordo pienamente. Come ho già spiegatoanch’io a robyinter.

  14. @ tutti: voglio pensare positivo e vedere che, nel nostro punto più basso, il secondo in classifica è a potenziali due punti da noi.

    Noi (sfiga cosmica a parte) non potremo far altro che migliorare, tgli altri nella migliore delle ipotesi andranno avanti così, nelal peggiore perderanno terreno.

    Almeno questo è ciò che spero.

  15. @ Giorgio:ma certo che l’arbitro non ha arbitrato bene,solo un gobbo potrebbe dire il contrario.Kozak la partita non doveva finirla,ma sono ben altre le decisioni arbitrali che decidono un risultato e io quest anno grazie a dio non ne ho ancora viste(mi scusi Legrottaglie per la d minuscola)e se ne vedrò spero riguardino tutti.

    @ Igor:nulla da obiettare,ma il piagnisteo è cosa zampariniana o delaurentisiana e mi pare che non sia mai stato di casa in questo bel blog.Hai giocato ingiustamente in dieci a Catania e hai vinto in scioltezza.Quella di ieri sera non la vincevi neanche se giocavi contro otto.

    @ Francesco:ieri sera giocavi con la Lazio che ci ha dilatato a dismisura lo sfintere un mesetto fa,mica con il Poggibonsi.Ci stava pure pareggiare.E poi siamo pure gemellati.

    @ Albo:paura eh?

  16. @ robynter: nessun piagnisteo, è che non è normale vedere due persone in ospedale e il reo impunito.
    Tra l’altro due cambi se ne sono volati così, forzati. Metti che con tutti gli effettivi a disposizione Allegri non avesse deciso di rischiare il tutto per tutto…
    Non lo sapremo mai. Ed è questo che mi fa incazzare.

  17. @robynter: appunto, ai primi sbagli a favore nostro, che non cominci la peana… Per quel che riguarda l’espulsione del Kozak, probabilmente (perchè non c’è la controprova) non cambiava nulla. Daltronde (si scrive così? Dio mio, dov’è il vocabolario) dopo il doppio palo ho pensato che non ne sarebbe entrata nessuna. Oltretutto, avevamo davanti la muraglia cinese!!!
    Paura dell’Inter?? Sì, perchè è la più atrezzata e la più forte. Inoltre, credevamo di aver perso due punti e invece ne abbiamo guadagnato uno (per ora). Vedremo domani (sì, i resti del Bari vedremo),
    Ah, mi associo a Bisax per il codice.
    Notte

  18. @mirko
    Cassano non è un pacco.. ma deve giocare dal 1′ per vedere qualche risultato.. non è uno che se lo metti gli ultimi dieci minuti ti cambia il volto alla partita.. cosa che invece può far Pato.

    Ci è andata di lusso, aspettando l’inter, pareggi e sconfitte (Napoli) e la povera Juve.. pensavo anche se non per lo scudetto, combatesse di più…

  19. Mamma mia, quanta carne al fuoco! Che mitragliata di spledidi interventi!

    Cominciamo…..

    @ giorgio
    Piccola sboronata (ti prego di scusarmi…..). Si scrive “D’ALTRONDE”.
    Solo per la precisione e per il amore sconfinato per l’italiano.
    Bye, fratello.

    @bisax
    Per quanto riguarda il codice di validazione: D’ACCORDISSIMO! (come diceva Axel ne “Il cacciatore).

    @ robynter
    “sono ben altre le decisioni arbitrali che decidono un risultato”. Ma hai visto il fallo di mano di Bovo? Lo avete visto tutti? MA COME SI FA A NON DARE UN RIGORE COSI’? La Giuve (come la chiami tu) sta sulle balle anche a me. Ma quello che è successo oggi a Palermo….. A proposito! Dopo il piagnisteo di Milan-Palermo e la sua filippica sulla disonestà degli arbitri, mi aspettavo una levata di scudi del Zamparini. Il suo sconcertante silenzio lo giudica e lo inchioda, direi.
    Eh…..sì! Dire che l’Inter faccia paura non è esatto. ME LA FACCIO LEGGERMENTE SOTTO!!!!! (Sto scherzando). Penso che il campionato di Inter e Milan si deciderà al derby. Come è giusto che sia. Come dicevano i cavalieri: “Lasciamo che sia la singolar tenzone ed il giudizio di Dio, a decidere del nostro destino. E a determinare a chi arriderà la vittoria”.
    E sono d’accordo che il pareggio ci stia. Sono venuti a fare un catenaccio ignobile, ma succede. Dato che mancato circa 15 giornate, è impensabile credere di vincerle tutte. E lo stesso anche gli altri. Per cui ci credo fermamente. E se non ci crediamo quest’anno, quando dovremmo farlo? Poi magari non ci riesci, ma come ho sempre detto, anzi preteso da questa società, almeno eri lì e ci hai provato fino alla fine. Poi magari non vinci, ma ci hai provato!

    @ igor
    “Noi (sfiga cosmica a parte) non potremo far altro che migliorare, tgli altri nella migliore delle ipotesi andranno avanti così, nelal peggiore perderanno terreno”.
    Il Napoli ha perso, la Roma ha pareggiato. Direi che hai avuto ragione.
    Mancherebbe anche l’Inter, ma pensare che il disastrato Bari possa prendere punti….. (gufatina!!!!!).
    Penso che per ora possiamo accontentarci di come si sia sviluppato questo mercoledì.

    Bye a tutti, con amicizia.

  20. @ giorgio

    non ti preoccupare. Tu continua ad andare e vedrai che da qualche parte arrivi.
    Io lo faccio sempre. Per quello che vado sempre in tangenziale. Giro in cerchio, mentre guido rido e quando voglio prendo un’uscita a caso.
    Poi telefono a casa.
    Bye, fratello

  21. Sotto scrivi fiero di un centrocampo rossonero che farebbe saltare rotule come stelline ninja, mentre qua condanni i giocatori laziali per il gioco rude (tralatro identico a quello del milan, anzi, chissà come mai gli interventi di yepes o oddo non li avete visti…)

    Un po’ di coerenza ed obiettività, grazie

  22. @igor
    Avevi ragione tu. Su “MEA CULPA” già avevi risposto a @ triplete:

    “vedo che l’ironia (e, in questo caso, l’autoironia) è un universo a te sconosciuto.
    Niente: da ora in avanti mi toccherà mettere l’avviso «attenzione: il seguente post ha carattere ironico»”.

    Abbiamo una new entry con Mefisto (che magari si è già presentato con altri nomi).
    Mi sa che bisogna sottotitolare gli interventi. Spiegare anzitempo che l’allegoria “STELLINE NINJA” significava una scena più da cartoon che reale. Che nessuno si prefigurava nè si augurava una spietata CACCIA ALL’OSSO in pieno centrocampo, che era solo un’autoironia sul carattere “FISICO” del centrocampo rossonero. A sentire certa gente sembra che i nostri giocatori si presentano in campo come energumeni stile wrestling mentre tutti gli altri sono poveri cherubini indifesi.
    Bah…..
    Bye

  23. @ albo: se certa gente è palesemente in malafede (e si attacca a certe puttanate perché non ha più argomenti) a questo punto non ci posso fare nulla.

    Bravo mefisto, hai capito tutto: ho scritto esattamente che noi dobbiamo scendere in campo e spaccare le ossa a tutti. Non solo: dobbiamo essere impuniti dall’arbitro, che dovrà arbitrare solamente a nostro favore e non fischiarci mai fallo contro.

    Perchè noi siamo stati, siamo e saremo sempre la squadra della congiure del palazzo; la squadra che vince millemila scudetti perché c’è Silvio Berlusconi a capo del governo; la squadra che in stagione ha avuto più rigori a favore; la squadra del rapporto falli fatti/cartellini presi quasi inesistente; la squadra protetta dal Palazzo; la squadra che, a Palazzo, imbastisce congiure contro tutto e tutti; la squadra di mafiosi corrotti contrabbandieri delinquenti dopati.

  24. mi rimangio tutto quanto detto sul pareggio con la lazio. punto d’oro.
    ecco perchè allegri rideva in conferenza stampa martedì sera, conosceva già i risultati di ieri sera.
    magari sa anche qualcosa su bari-inter.
    il calcio per me rimarrà sempre un mistero. ma forse è meglio così.
    a presto.

  25. ….(da leggersi con l’intonazione dei presentatori di incontri di boxe del Madison Square Garden)…ON THE RIGHT COOORNERR..THE UNDEFEATED..THE ROMANIAN TERROR…THE INTER PUNCH…MRRRR….. CHRISSSTIANNN CCCCHIVUUUUUU….
    direi che ogni ulteriore commento sulla questione “fabbri del calcio” e’ superfluo..

  26. Rosico… cosa devo dire? ROSICO! E rosico di brutto!
    Contro il Palermo l’Inter ha preso 3 punti nonostante fossero andati sotto di 2 gol, con un rigore sbagliato del Palermo e un’occasione di Balzaretti che ancora mi sto sognando di notte…

    Ieri contro il Bari Chivu ha dato sfoggio di tutto il suo valore… nessuno vede, nessuno sa niente… un giocatore del Bari a terra con uno zigomo spaccato… ma nessuno sa niente… ma io dico… difficile pensare si trattasse di una forma allergica per Dio!
    Chivu resta in campo… la partita finisce come sappiamo… chissà come sarebbe finita con un uomo in meno…

    Rosico… contro la Lazio abbiamo perso altri 2 giocatori e anche li nessuno vede, tutto tace… Bonera uno zigomo di 10 metri quadrati in faccia… Legrottaglie con la fronte squarciata… chissà come sarebbe finita se alla lazio avessero buttato fuori 1 o 2 giocatori (perchè sarebbe dovuta andare così)…

    Continuo a rosicare… 3 mesi fa, quando l’Inter era a -13 dicevo a tutti “ho + paura di un Inter a -13 che di una Lazio a -2…”

    Si deciderà tutto nel derby? Aprile è lontano… le partite sono tante… i giocatori nostri sempre meno… sempre meno gioco…

    RAGAZZI…. HO PAURA!

  27. @ alex: mai paura. 4 anni senza vincere nulla si fanno sentire, a quanto vedo.
    Eravamo abituati ad una finale di chapions ogni 2 anni, e vittorie o sconfitte in rimonta in campionato ne abbiamo vissute tante.

    Ora più che mai non bisogna avere paura perché se a questo punto del campionato, in pienissima emergenzissima e nel nostro punto più basso riguardo a forma e culo, siamo sopra di 4 dalla più diretta inseguitrice, non possiamo far altro che migliorare. Sfiga satanica a parte.

    Se poi anche le altre cominceranno a perdere qualche colpo, tanto
    meglio.

    Altrimenti, se ci si caga sotto, non vale la pena nemmeno giocarli i campionati.

    Per quanto riguarda Chivu è giusto rendergli onore, perché ai microfoni di Sky ha ammesso di aver sbagliato.
    Ok, l’ha detto solamente un’ora abbondante dal simpatico buffetto (perché di questo si tratta) e per tentare uno sconto di pena in vista della prova TV (TV di palazzo controllata da Berlusconi e dal Milan, sia chiaro), ma sono solo schifose illazioni dei tifosi imbecilli delle altre squadre.

    «La punizione non serve perchè si è accorto di aver sbagliato, Fabio» [cit. Bergomi su Sky].
    «Anzi, che si vergognino gli altri» [cit. Moratti].
    «Dai, non facciamo troppo i moralisti. Si è vero, sembrava una bella stecca ma alla fine non lo colpisce nemmeno tanto forte. Nei miei anni di rugby ho visto molto di peggio» [cit. Hal Incandenza su Settore]

    Piuttosto darei 4 giornate a quel simulatore di merda di Marco Rossi: simulare un pugno allo zigomo in maniera così plateale e pretendere di restare impunito?

  28. Esatto Dr.Cipps, pensiamo a fare il ns… E senza quelle cazzo di TABELLE!
    Pensiamo a vincere sbattendocene degli altri. Siamo a +4 dall’Inter e +5 dal Napoli. Badiamo a rimanerci.
    Chivu? A parte che i pentimenti nel calcio mi suonano molto dubbi, anche questo errore sarà da far rientrare nella serie “Il Milan vince perchè ruba, noi siamo onesti” (e mi riferisco a TUTTI quelli che dicono che vinciamo per il Berlusca, non agli solo gli Interisti)

  29. @ tutti i rossoneri

    Mi unisco allo scambio di idee, se posso.

    Non ho visto Bari-Inter. Difficilmente guardo il Milan, per cui SICURAMENTE non guardo l’Inter. Ho solo visto il gesto, ma non si vede bene se è nell’area dell’Inter o nell’area del Bari. Perchè se è nell’area dell’Inter e la palla è in movimento (cioè è all’interno della proiezione del campo di gioco) allora, oltre che l’espulsione, l’arbitro doveva dare anche calcio di rigore. Non lo dico io, lo dice il regolamento.
    1) Bergomi è pericoloso, lo dico ufficialmente. Perchè poco prima dell’inizio del secondo tempo di Milan-Lazio ha giustificato Kozak asserendo che “un giocatore della sua stazza è normale che si ricavi lo spazio in quel modo”. Ora giustifica Chivu asserendo che il giocatore si è accorto di avere sbagliato per cui non dobbiamo punirlo? BENE! COMPLIMENTI, BEPPE! La prossima volta ci presentiamo con un AK47 cubano o con una scure e facciamo fuori qualcuno. Tanto poi mi confesso in chiesa, mi pento e non vengo neanche denunciato. Bergomi…… VA A CAGARE, VA!!!!! Se Krasic s’è beccato tre giornate, se ne beccherà un paio Chivu. MA TU, BERGOMI, DOVRESTI ESSERE SOSPESO DAL PROGRAMMA SINO A FINE CAMPIONATO!
    2) Moratti è bene che si abitui ad un concetto semplice semplice. Se c’è qualcuno che si deve vergognare, è lui. Punto e basta. E questo assunto non è in discussione. Gli interisti possono dire quello che vogliono. Non mi frega una sega del loro parere. E’ già una rovina per il calcio italiano che FACCIANO SEMPRE quello che vogliono.
    3) Allora vada a giocare a rugby, il signor Chivu.
    4) Per il tifoso interista (HAL non so cosa…..) che rilascia commenti a vanvera ricordo che non è necessario COLPIRE, è sufficiente anche il GESTO. Rileggiti il regolamento, o continua a giocare a rugby, che è meglio.

    Il tutto dopo le cervellotiche decisioni su Van Bommel, su Kozak, e su Chivu. Spero che non comincino con i discorsi su complotti, palazzo e potere. Roba da matti! C’è chi vince il campionato da cinque anni di fila e ha anche il coraggio di temere complotti. Ma per favore…..

    Bye a tutti.

  30. OK.
    Mi hanno riferito che il pugno di Chivu è avvenuto nell’area del Bari. Per cui, a correzione di quanto detto precedentemente:

    “Perchè se è nell’area dell’Inter e la palla è in movimento (cioè è all’interno della proiezione del campo di gioco) allora, oltre che l’espulsione, l’arbitro doveva dare anche calcio di rigore”.

    mi correggo, doverosamente, in quanto il fatto è avvenuto nell’area del Bari. Per cui la puntualizzazione da me enunciata sul calcio di rigore non trova fondatezza, ovviamente.

    Per la precisione.

    Saluti

  31. Ingiustizia è fatta!Solo quattro giornate a Chivu.Dovevano dargliene otto.E dieci punti,anzi quindici, di penalizzazione all’Inter per responsabilità oggettiva.E revoca di uno scudetto.E scudetto al Milan a tavolino.Ma per piacere!Quello di Chivu è stato un gesto vigliacco di un convalescente da trauma cranico semplicemente non visto dalla quaterna arbitrale e svergognato dalla prova tv,che con l’Inter mi sembra sempre abbastanza puntuale ancorchè severa e io aggiungo giustamente.Un po’ meno giustamente fa finta di niente quando Ibra e Gattuso sfanculano l’arbitro e sua madre in mondovisione(Maicon prese due giornate lo scorso campionato per un vaffa a un segnalinee). Nessun sano di mente potrebbe giustificare un gesto così meschino e nè Leo nè Moratti lo hanno fatto caro Igor.Quello che è veramente poco chiaro e perchè si è contrari alla moviola in campo.
    Comunque,cari diavoletti isterici,siete sempre primi no?!

  32. @ robynter

    E’ vero, siamo sempre primi. Sicuramente di 4. Forse di 6. Non credo di 7, sinceramente, anche se mi piacerebbe. Non penso nemmeno di essere isterico, io personalmente perlomeno. Mi inquieta, e ci mancherebbe!, la progressione dell’Inter. Progressione peraltro supportata da una discreta dose di culo, come gli avvenimenti di Inter-Palermo ed anche di ieri farebbero pensare. Non mi riferisco al palo di Pastore (peraltro viziato da un offside galattico) o al rigore sbagliato. Questi sono cazzi di Pastore. Mi riferisco alla carambola sul tiro di Balzaretti. E mi riferisco al cazzotto non visto. Perchè se visto, avrebbe costretto l’Inter a giocare l’ultima mezz’ora in dieci e con il punteggio ancora sullo 0-0. Non mi frega una mazza che Chivu abbia preso 4 giornate. Mi fregava che venisse espulso. Magari avreste vinto lo stesso. Ma magari no. E sono queste, alla lunga, le cose che fanno decidere un campionato.

    Magari ti sembro nervoso. Non per l’Inter che vince, ma per Moratti che parla come al solito in modo criptico (chi si dovrebbe vergognare e perchè? Lo dica senza fare il misterioso) e con Bergomi, che auspica il perdono a Chivu perchè si è cosparso il capo di cenere. Ha fatto autocritica e tutti lo apprezzano. Ma rimane il cazzotto, ragazzi…..
    Se non vengono punite situazioni del genere, poi sarà sempre peggio.

    E anche tu, non parlare a sproposito, per piacere. Quattro giornate, otto giornate, punti di penalizzazione, retrocessioni. Non ti sembra di esagerare con il vittimismo e con la sindrome del complotto?
    Non dimenticare che vincete il campionato da cinque anni di fila. CINQUE! Roba mai successa nel dopoguerra. Una squadra vessata e vittima del palazzo, credi che, pur essendo forte, sarebbe riuscita a tanto solo con la propria valenza tecnica e atletica?
    Non c’è riuscito, per quel che ci riguarda, nè il Milan di Sacchi contro il Napoli nè quello di Ancelotti contro la Juventus.
    A proposito. Qual’è il comune denominatore, il personaggio presente sia nel Napoli del 1990 che nella Juventus dal 2005-2006, i due anni degli scudetti scippati al Milan?
    Moggi…..
    In quanto a sfanculare e al bestemmiamento sparso sarei decisamente più rigido. Sono d’accordo. Ma ci sarebbe uniformità di giudizio da parte degli arbitri? Io non credo. Già tu poni esempi con una disparità di trattamento relativi ad Ambrosini/Gattuso e Maicon. E hai ragione. Il mio parere è che gli arbitri INTERPRETANO troppo. Un regolamento sportivo non deve essere interpretato. Deve essere applicato. Altrimenti, sia io che tu possiamo interpretare un episodio in modo diverso. E la sanzione verrebbe magari da me applicata e da te no. Con conseguente catena di discussioni….. complotti….. sospetti….. suggestioni….. condizionamenti di arbitri….. Non si finirebbe più. E la moviola in campo non risolverebbe i problemi, facendo oltretutto finire le partite alle due del mattino.
    Ma su quest’ultimo aspetto si potrebbe discutere su quali casi applicarla. Certo, sui cazzotti sempre, ma poi cominceremmo con le gomitate che sembrano sbracciate o non-gomitate. sull’intervento a gamba raccolta, a gamba tesa, a gamba molle. Anche qui, come vedi, non si risolverebbero i problemi ma si dilaterebbero i tempi, si accrescerebbero le discussioni senza veramente arrivare ad una decisione condivisa sull’episodio specifico. Non so. Sono un po’ scettico, sinceramente. Forse la soluzione potrebbe stare nel semplificare le regole, dando agli arbitri riferimenti certi su cui operare, e non interpretazioni. Altrimenti fanno anche loro il cazzo che vogliono.

    Saluti

    Saluti

  33. @albo: ti ricordi i “bei tempi”, quando bastava alzare il braccio verso l’arbitro in maniera dubbia per essere espulsi? Quando toccare un arbitro valeva il rosso diretto? Quando il vaffa si fermava al Va…. e ti ritrovavi negli spogliatoi?. Personalmente sarebbe ora di tornare a quel timore reverenziale nei confronti delle “giacchette nere”. Certo che se poi queste ne sbagliano di tutti i colori…
    Fratello…

Lascia un commento