LE INTERVISTE POSSIBILI

«Per come sono fatto io, non potrei mai allenare il Milan. È una delle migliori società al mondo ma io ho giocato e sono stato allenatore dell’Inter, non potrei per rispetto verso i miei vecchi tifosi» [link]

Tranquillo Sinisa, il problema non si pone: uno come te sulla panchina del Milan non ce lo vogliamo neanche gratis.

MIHA-2.jpg

LE INTERVISTE POSSIBILIultima modifica: 2010-11-19T17:10:34+00:00da igortv
Reposta per primo quest’articolo

40 pensieri su “LE INTERVISTE POSSIBILI

  1. Al goal di Ibra ho eiaculato li sul posto… bellissimo… poi il secondo tempo di sofferenza.. abbiamo perso troppi palloni forse giocati con sufficenza o forse perche mancava il metronomo a tener palla.. Bonera mi ha fatto rimpiangere Abate, e se dico ciò è da preoccuparsi, levando la bomba che ha tirato al primo tempo il resto è stato tutto un salire sulla fascia, ricevere palla e.. crossare direte voi? No, passarla indietro.. almeno Abate corre avanti e, o la perde o perlomeno ci prova ad inserirsi o ad abbozzare un cross.. Va be che il Bonera è un centrale riciclato terzino… Basterebbe prenderne solo uno di veramente buono, spero ci pensino.. Sul prossimo post glorificate Ibra se trovate un sua foto della rovesciata perche ripeto na roba tanta..

  2. Vittoria senza lode e senza infamia, tranne per i telecronisti di Sky che vedono rigori da tutte le parti, se contro il Milan. Senza tener conto di un paio di entrate da dietro direttamente sull’uomo ai danni di Ambrosini e Blissetinho, minimamente sanzionate. E Flamini accentua la caduta. Vabbè, tre punti in cascina e va bene così.
    Per il resto solito gioco e soliti problemi, ma almeno non prendiamo goals stupidi in contropiede.

  3. Colgo l’occasione tra l’altro tanto per rispondere a dei vecchi messaggi di interisti, che ci ricordavano che siamo sempre favoriti dagli arbitri ultimamente e che poi ci auguravano buon derby (si è stato un BUONISSIMO derby grazie), che con il chievo, dovevate giocare 50 minuti senza Eto’o dato che il suo colpo di testa alla Zidane non è stato visto nè dal arbitro, guardialinee e 4 uomo. Questo tanto per ribadire che è meglio guardarsi in casa propria. Poi Eto’o ha fatto un bellissimo goal, ma non doveva nemmeno poterlo fare se si fosse beccato il rosso.
    @Giorgio
    Un ipotesi è che giocando con Ibra e Robinho manca una punta vera, a volte proprio al momento del cross si è visto che in area non c’era nessuno.. Giocando con loro due dovrebbero inserirsi magari di più a turno o Flamini o Ambrosini in area (non chiamo in causa Gattuso perchè forte in fase di contenimento meno bravo lì davanti)..

  4. Nessuno ha poi fatto notare che il buon Eto’o, prima della testata, ha rifilato una manata in faccia e una gomitata in gola al sig. Cesar, il quale lo ricambia con un pugno sula nuca…
    @Dr.Cipps: quindi l’attacco del Milan non è poi così stellare o non si adatta al gioco di Allegri?
    Vorrei porre un’altro quesito. Questi atleti mi sembrno di carta velina, avete notato la sequenza di infortuni di Inter, Juve e Milan? Lasciando perdere il fattore età (Pato e Coutinho sono giovanissimi) e campo (S.Siro mi sembra un campo insidioso, ma vale per Inter e Milan), mi assale un dubbio. ma non è che prima i nostri andavano a “super” e adesso che devono andare a “verde” non reggono i ritmi di questo calcio forsennato e schizoide?
    Ossequi e buon Auxerre a tutti

  5. @ Giorgio
    No, l’attacco del Milan è più che buono, ti ricordo che ci manca anche gente là davanti, è solo che per aumentare magari la pericolosità di certe azioni gli inserimenti del centrocampo sono molto utili, ti ricordo che a Bari hanno segnato Flamini ed Ambrosini tanto per dire, ed il Bari ha giocato a viso aperto, mentre con la Fiorentina che si chiudeva abbiamo trovato un pò di difficoltà, visto anche che non allargavamo troppo il gioco ed andare per vie centrali con 9 uomini in difesa è dura. Per quanto riguarda gli infortuni levando i nostri, (Pato ormai non lo conto più è un caso cronico, anche aumentandogli la massa muscolare con chissa che genere di Plasmon, si strappa e si stira ad ogni accellerazione, Pippo è anzianotto) che fino ad ora non sono stati molti, l’inter per me è stata usurata da Mourinho l’anno scorso, con il suo modulo copri e riparti han dovuto correre per 22, mettici anche il mondiale in mezzo (son tutti o quasi nazionali), e ti vedrai aumentare gli infortuni, la Juve quest’anno non la vedo falcidiata come lo scorso.. comunque in generale si gioca troppo.. e i calciatori non sono robot. Se dovesse arrivare a Gennaio Coentrao prendiamo finalmente un buon terzino giovane.

  6. @ giorgio e Dr. Cipps

    D’accordissimo sull’orgasmo provocato dal gol di Ibra. Più che dal gesto tecnico, per quel che mi riguarda per il fatto che ha segnato al 45° minuto. La partita si stava facendo difficile, e se non avesse segnato il secondo tempo si sarebbe complicato. Ed è stata una delle rarissime volte che ho esultato sull’1-0 per il Milan. Vittoria pesantissima perchè sudata , difficile, ottenuta ancora grazie al sacrificio, all’abnegazione, e una volta tanto grazie ad Abbiati, anche.
    Teniamo conto che venivamo da un derby che probabilmente ci aveva prosciugati mentalmente, e con la “decisivissima” partita in Francia alle porte.
    Sui rigori non dico più niente, tanto ormai per Caressa (era Caressa?) e Bergomi è sempre rigore contro il Milan a prescindere.
    Certo che +9 sui cugini non me lo aspettavo proprio. Non so cos’abbiano, e non mi interessa. Forse è il Mou che li ha prosciugati mentalmente, forse è il fatto che non puoi vincere sempre, ed almeno un anno di quaresima dopo questo quinquennio e il triplete te lo devi aspettare. A parte che non sono ancora morti, per cui…..
    Se poi siamo così tanto favoriti dagli arbitri, com’è che abbiamo vinto solo 2 scudetti negli ultimi 14 anni?
    Bye

  7. Complimenti alla Roma per la grande rimonta. La partita con l’Auxerre è stata solo una questione di controllo della partita visto la pochezza degli avversari (non me ne vogliano..). Qualificazione ottenuta, da secondi visto il gran momento del Real, e solita lotteria su quale big dovremo affrontare..

  8. @ Dr Cipps.

    “Sono pienamente d’accordo a metà con quello che hai scritto…..”

    Grandissima Roma, non grande, grandissima!. Perchè è riuscita a risalire da un baratro, perchè e riuscita ad andare oltre le proprie paure, e perchè ha bastonato i crucchi. Cosa quest’ultima che non guasta mai, vista la loro IMMOTIVATA spocchia ogni volta che ci affrontano.
    Per quanto riguarda il Milan, che dire…. l’Auxerre è in effetti poca cosa. Non mi è piacuto molto quel rinculare in difesa dopo l’1-0, ma voglio vedere il bicchiere mezzo pieno, stavolta. Anche perchè a furia di continuare a criticare anche quando le cose vanno bene finisce che non mi riesco a godere questi momenti e queste vittorie. Non sono d’accordo con la questione lotteria. Capisco che con squadroni del livello del Real e altre non siamo messi bene. Ma dobbiamo anche noi uscire dalla spirale del complesso di inferiorità, e mettere anche gli altri nella condizione di maledire il sorteggio, quando ci beccheranno. Come succedeva una volta. Non solo noi, intendo. Voglio dire le squadre italiane nel loro complesso.
    Un’ultima chiosa sul Mourinho, sul Shit-man, per intenderci. Capisco che tutto il mondo è paese, ma fetenzie come quelle di Amsterdam alle altre squadre, TUTTE le altre squadre (Inter compresa, quindi) non le ho mai viste fare. O comunque non le ho viste fare con quella presunzione di impunibilità e con quell’impunita presunzione che accompagna ogni cosa che fa lui.
    Quello che non capisco è la difesa a oltranza che gli interisti fanno di questo individuo. Li ha presi per il culo, gli ha spompato la squadra, continua ad altare le dita nel gesto del triplete come se lo avesse fatto solo lui, se ne è andato come un ladro nella notte e qualunque cosa faccia o dica, a loro va bene.
    Contenti loro…..
    Bye

  9. @igor

    Non per sminuire la tua lungimiranza, ma neanche una sottospecie di scemo balbuziente orbo e rincoglionito non si accorgerebbe di quanta merda trasudi dai pori del portoghese. Lo scorso 04/11/2010 in “GIUDIZI E PREGIUDIZI (credo….)” avevo scritto, testualmente:

    “Ho sempre considerato Mourinho un uomo da poco fin dai tempi del Porto. Ha proseguito a fare lo stronzo anche in Inghilterra (le patetiche e ridicole diatribe con Benitez e Ferguson ce le ricordiamo, vero?) per terminare poi in Italia con tutte le “prodezze” che gli abbiamo riconosciuto, contribuendo a ricoprire di cacca persone perbene come Ancelotti e Del Neri, solo per citarne un paio”.

    Come diceva mio padre: “sono solo le azioni di un uomo che parlano per lui, il resto non conta niente…..”

    Mi sembra abbastanza già così, per definirlo. Quella merda ambulante.
    E gli interisti, che capisco sempre meno, sempre pronti a difendere ‘sto stronzo che li ha fottuti e presi per il culo piuttosto che sostenere un allenatore che ci capisce di calcio, che cerca di dare un gioco alla squadra che prima non aveva, che cerca di darsi da fare con giocatori letteralmente spremuti da quel testa di cazzo che lascia solo macerie ovunque vada, e che è anche un galantuomo. Bah, valli a capire…..

    In conclusione. Sì, ci avevi visto giusto. Oppure, ci avevamo visto giusto.

    Bye, amico.

  10. OK. Benvenuti anche all’Inter, che si qualifica. Spero riesca a vincere anche in Germania. Non perchè mi sia improvvisamente rimbambito (lo sono già…..) o sia stato colto da demenziale affetto parentale nei confronti di cugini (che non ho…..). Ma perchè il primo posto dell’Inter mi serve. Anzi, ci serve. Per cui spero che vincano a Brema, e per i seguenti motivi:

    1) Ormai l’Inter è qualificata, per cui gufare non serve più a un cazzo.
    Semmai più in là…..
    2) Va a batostare una squadra di crucchi. Il che non guasta mai
    (soprattutto ora che non serve a una minchia perdere o vincere…..)
    3) Arriverebbe (se gli Spurs non vincessero in Olanda) prima nel
    girone.

    Per cui….. CI TOGLIEREBBE DALLE BALLE IL TOTTENHAM NEGLI OTTAVI!!!!!

    Dato che dovremo già vedercela con (sicuramente) una tra:
    – Chelsea
    – Bayern Monaco
    – Barcellona
    E a seconda dell’ultimo turno:
    – Una tra Manchester e Valencia (probabilmente lo United)
    – Una tra Shalke e Lione
    – Probabilmente l’Arsenal (magari arrivasse primo lo Shaktar…..)

    potessi non preoccuparmi anche del Tottenham , lo preferirei.

    Capisco che dovrebbero preoccuparsi anche gli altri del Milan, e non continuare a sfregarsi le mani dopo il sorteggio come han fatto ultimamente. Ma francamente, oltre alle squadre sopraelencate, un poco di timore nel vedere gli Spurs ce lo avrei:
    – perchè ha sonoramente bastonato l’Inter. E per quanto mi stia sulle
    balle, bastonare l’Inter, ed in quel modo, non è proprio facile facile…..
    – perchè noi le squadre inglesi con un ritmo della madonna le
    soffriamo maledettamente sempre.
    – perchè hanno Bale (ed ho già la dissenteria ad immaginarmi Abate o
    Zambrotta contro di lui sulla fascia. Lasciamo perdere, che è meglio…)
    – perchè dall’altra parte hanno pure Lennon (che non sarà un
    fenomeno, ma corre come una lippa. Comunque troppo per qualsiasi
    laterale mettessimo)
    – e perchè, cosa che non guasta mai, sanno giocare a calcio, oltre che
    correre come dannati. Dato che hanno anche Modric e Van der Vaart,
    solo per citarne un paio…..

    Comunque… Buona Champions a tutti, la prossima primavera.

  11. @ igor

    a proposito:
    “ma neanche una sottospecie di scemo balbuziente orbo e rincoglionito non si accorgerebbe di quanta merda trasudi dai pori del portoghese”

    guarda che non ti volevo dare del rincoglionito, ecc. ecc.!!!!!
    Sai che ti rispetto.
    Volevo solo dire che accorgersi che il “SHIT MAN WALKING” di cui parliamo è l’uomo che è, non è un difficile esercizio di osservazione o una complessa operazione di comprensione psicologica.
    E semplice ed immediato accorgersi di quello di cui ci siamo accorti.
    Basta guardarlo in faccia e sentire come parla.
    Spero di essere stato esaustivo e non offensivo.
    Bye

  12. @ albo: capisco in pieno. ma io mi riferivo ad episodi “sul campo” i quali non erano mai stati così spudorati finora.
    Le dichiarazioni extra campo mi interessano fino ad un certo punto, ed il gesto delle manette è molto meno grave di un ordine di scuderia così meschino.

    Io intendevo dire: «attenti a lodarlo, che Mourinho è uno che venderebbe la madre pur di vincere la Coppa del Re. Avete visto cosa è stato capace di fare martedi? Chissà quante altre ne avrà combinate, senza che noi lo si sappia».

  13. @ Dr Cipps

    mollarlo non se ne parla proprio! Sono già dei deficienti, in Via Turati. Consiglierei loro di non darci argomenti per rinchiuderli alla neurodeliri, nella fantascientifica ipotesi che San Drone volesse rinnovare ed in società (con quali misteriore motivazioni, poi….) gli rispondessero picche.
    Se poi è lui che non se la dovesse sentire, beh….. ragazzi. Tutti smettono di giocare, prima o poi. Vedremo piuttosto quello che la società deciderà di fare per sostituirlo. E’ comunque una decisione che va presa a prescindere delle decisioni di Nesta. Perchè è vero, è un fenomeno, è bello vederlo giocare, è insostituibile, ma non è possibile fare affidamento su di lui nel lungo periodo. Nel medio-breve non lo cambio con nessuno, ma bisogna purtroppo cominciare a pensare in prospettiva (e ce ne sono anche altri, in prossimità di scadenza. Il famoso giugno 2011 non si sposta, è sempre lì. E sono curioso di vedere i passi della società Milan in questo senso. Come penserà di risolvere il problema delle scadenze/rinnovi).

    N.B.: SHIT MAN WALKING sotto inchiesta dall’UEFA insieme al Real per la vergognosa sceneggiata di Amsterdam.
    Non succederà niente, ovviamente. Però una scrollatina alla sua presunzione di intoccabilità….. mi accontenterei di questo, per il momento.

    Bye

  14. @ tutti

    “Mi era bastata la gara col real a San Siro, quando Pirlo era a terra con la testa rotta e i miei hanno buttato fuori il pallone. Loro ce lo hanno restituito col terzino che pressava sulla rimessa laterale, non un grande esempio. Del resto Mourinho è stato qui due anni ed ha infamato chiunque”.

    Vedo che la lista degli ammiratori di Mourinho (SHIT MAN WALKING, per gli amici…..) si allunga ogni giorno che passa. Complimenti!
    Come con il crono-totalizzatore di Telethon, vedi i numeri degli innamorati di quell’individuo aumentare progressivamente ogni secondo che passa. Siamo grossomodo arrivati a 2.344.765.201, e il numero aumenta…..
    Chissà come mai…..
    Bye a tutti.

  15. Vedremo il partitone Barca-Real come andrà a finire, però devo ammettere che ha tirato su bene fino adesso il Real, dimostra di saper compattare le squadre, anche quelle con una minor predisposizione al sacrificio e piene di prime donne o solisti, la cosa non è del tutto semplice. Detto questo rimane un personaggio alquanto antipatico.. Tornando al Milan, Allegri oggi in conferenza ha ammesso che se si deve operare nel mercato per prendere una punta, bisogna prenderla di alto livello altrimenti tanto vale rimanere così. Spero che questo escluda l’arrivo di Paloschi.. l’unico che forse può entrare nel target per gennaio è Adebayor, non viene da stagioni brillanti, ma visto che i Citizens e il Ciuffo non lo desiderano più e forse lo si può strappare con un prestito gratuito col solito pagamento estivo (ora dai 30mln di 2 anni fa ne vale 15) non ritengo un cosi’ brutto affare.. fosse solo ancora ai livelli del Arsenal, ma a gennaio non si può fare piu di tanto.. tutto ma non Paloschi, è come portare Verdi in prima squadra.. non so che ci veda Pippo in Paloschi visto che anche prima di partire per operarsi consigliava il suo ritorno..

  16. I demeriti di 2 punti buttati nel cesso:
    -1 Allegri; uno che non fa i cambi che deve fare e aspetta il 90′ per farli è tutto fuorchè un allenatore di calcio professionistico. Tenere poi un ex-giocatore di calcio come Seedorf a trotterellare inutilmente dietro le punte e a perdere piu palloni che giocarli ed a sbagliare un goal allucinante e na roba fuori di testa.. non ho parole…
    -2 Seedorf, Boateng, Abbiati; il primo non serve che aggiunga commenti, il secondo lo perdono per questa volta, ma già mi ha fatto cambiare un pò idea su di lui, il terzo abbina buone parate salva partita a dei rinvii che nemmeno al patronato ho mai visto fare.
    -3 Il campo del Marassi che di una merda assoluta, penso sia proprio letame quello che pestano i giocatori per questo si scivola che è una meraviglia.
    -4 I giornalisti che strombazzano troppo la squadra, parlando di un Milan di Allegri un Milan super un Milan ultra, quando il campionato è troppo aperto e lungo.
    Sto pareggio mi fa troppo girar le palle perche la partita si poteva e doveva vincere. Ronaldinho in 4 minuti ha vatto più cross che i novanta di Bonera.. non dico di fargli fare la partita intera.. ma farlo partire almeno da titolare quando ti ritrovi un Seedorf del genere si.

  17. Io resto della mia idea, che questo sia un Milan mediocre che prima o poi ritornerà nell’alveo. Il ns. attacco non è stellare, ma segna per errori o per giocate estemporanee. Abbiamo vinto partite senza lode e senza infamia, visto che gli avversari erano poca cosa e una grande squadra avrebbe sommerso di goals.
    Spero che duri fino alla fine della stagione, ma…

  18. @ Dr Cipps

    ti vedo un po’ troppo incazzato. Giusto tutto, o quasi, ma è anche vero che a volte non vinci, che Genova è un campo un po’ difficile, che il campo sia di merda o meno, che martedì abbiamo giocato una partita stancante più mentalmente che fisicamente (non abbiamo un organico della madonna, ricordiamocelo).
    Vincevamo e dovevamo chiuderla, ci hanno presi e potevamo riallungare. Non è successo. Dài, capita! E poi non siamo una squadra che ti può fare un filotto di 10 vittore e passa. Le prossime sono, nell’ordine, Brescia + Bologna fuori + Roma. Nove punti sarebbero fantastici ma penso e spero in sette punti. Se fossero di meno non saremmo da campionato di vertice.
    Pensiamo agli anni passati e accontentiamoci.
    Poi, per carità, non dico che hai torto. Hai ragione. Però preferisco
    avere qualche volta la sensazione che si poteva vincere, piuttosto che quella d’impotenza che ci ha accompagnatro nelle ultime due-tre stagioni, non ti pare?
    Bye

  19. @ giorgio

    Anche tu hai l’amaro in bocca come Dr. Cipps.
    Che incontentabili…..
    Siamo in testa. Forse per poco tempo ancora, ma siamo in testa. Da quanto tempo non succedeva?
    Siamo passati nel girone con una giornata d’anticipo. Ok, il girone non era gran che. Ma a mio parere era complicato, sicuramente molto più di quello del Barcellona o dell’Arsenal (che si è complicato la vita da solo).
    Ve lo ricordate l’anno scorso? A penare dietro lo Zurigo (LO ZURIGO, CAZZO!!!!!), che ci ha bastonati a Milano, che ci stava bastonando anche in Suisse se non fosse stato per il rigore, unico gol segnato ai quei perecottari mandorlati svizzeri del menga! E a mangiarci le unghie sperando che il Real facesse il suo dovere in Francia contro il Marsiglia. Direi che siamo migliorati, in un anno.
    Poi, ovvio!, si può semprer migliorare. Ma come ho detto a Dr. Cipps, per quel che mi riguarda per ora mi accontento. Poi vedremo. Non sto a sbavare. La dirigenza e la proprietà, a mio parere, sono sempre sotto osservazione. Tanto per evitare che si esaltino per un cazzo.
    Bye, fratello

  20. Be Giorgio insomma si non è un Milan spettacolare ma manco i 5 anni di regno della seconda squadra di Milano non è che mi ha fatto impazzire per il gioco spumeggiante visto.. in italia si vince cosi, certo che pero qualche cambio fallo… A perdere cosi non ci sto, speravo di arriavare fino alla Roma con risultati pieni, poi li se pareggiano o perdono non me ne impippa, ma co ste squadrette ci andiamo ad infognare no è.. avesse giocato bene la Samp, ma se anche il loro allenatore fa capire che meritava il Milan di vincere vorrà dire qualcosa…

  21. Si Albo, purtroppo quando gioca il Milan mi salta una furia omicida addosso, e per sbollentirmi mi servono un 10 20 minuti, dopo riesco a vederla con occhio piu calmo ma quando vai vicino e domini una partita poi sto amaro in bocca non riesco a levarmelo.. Brescia e Bologna non doverebbero essere difficilissime, ma son le solite squadre stressa balle che non sai mai se gli capita la giornata del super portiere o del gollonzo assassino, la Roma non la conto mi va benissimo un pareggio, gioca un bel calcio ed è dura.

  22. @ Dr Cipps

    Certo che guardare una partita con te dev’essere impagabile!
    Mi sembra già di vederti che ti sbatti per 90 minuti, per poi:
    – se vinci esaltarti come un riccio infoiato: “gli abbiamo fatto il culo-non ce n’è per nessuno-‘fanculo tutti, ed il tutto condito con gesti dell’ombrello vari al cuginame o ai gobbi (come ho fatto io stasera…..).
    – se pareggi a criticare a destra ed a manca: che sono tutti deficienti-ma come si fa a non cambiare-ma i cambi falli prima-ma i cambi falli giusti-ma i cambi falli e basta-ma io cambio canale che mi sono rotto le balle, per poi sbollire lentamente fino alla fase, come da te descritta, della “riflessione postuma”.
    – se si perde….. mollarti immediatamente! almeno fino a quando la smetti di fissare la parete e/o la televisione con le braccia conserte al petto, lo sguardo truce, bofonchiando sottovoce con brontolii continui ed improperi vari dal magazziniere al presidente passando ovviamente per quegli ingrati in mutandine che ti/ci hanno fatto passare l’ennesimo week-end di merda!
    Sto scherzando, amico mio. Non te la prendere. Anche perchè, in verità, scrivendo così ho fatto il mio autoritratto.
    Per quanto riguarda la Juve, non ho visto niente per impegni improvvisi. Mi fido del tuo giudizio. Posso solo aggiungere che:
    1) saranno stati anche favoriti, ma è finita 1-1. Almeno una volta
    rompevano le balle vincendo. Ora sfangano un pari interno in
    extremis.
    2) In quanto agli aiuti che riceveremmo, impara a farti scivolare
    addosso queste allusioni come l’acqua calda della doccia. Dopo
    quello che è successo pro Juve nei DECENNI precedenti e pro Inter
    nel QUINQUENNIO precedente, i due suddetti è meglio che stiano
    zitti tutti, che è meglio! Se è così vero che abbiamo sempre rubato,
    com’è che delle tre grandi in Italia siamo quelli che hanno vinto di
    meno?

    Sempre forza Milan. Ovunque e comunque.

    Bye

  23. Esatto Albo hai inquadrato il tipo.. son proprio cosi.. esser tifosi a sti livelli è proprio brutto.. in certi momenti perdi la cognizione di quello che dici e vedo tutto rossonero.. tipo Abatantuono quando si alza dal letto in una camera completamente rossonera a gridare milan milan e a romper le balle a chi dorme ahah.. però poi mi passa è solo il dopo partita ..

  24. @ giorgio

    Vero! Cazzo, è vero! Mi dimentico sempre questo pezzo! Che noi avevamo un gestore di trattorie che telefonava facendo finta di fare il duro tanto poi lo prendevamo nel culo (infatti gli scudetti 2005 e 2006 li hanno vinti i gobbi). Erano gli altri ad avere i colloqui telefonici privilegiati con schede telefoniche svizzere (Juve) o a parlare direttamente con i designatori (Inter) per poi mettere addirittura un loro uomo ex appartenente al consiglio di amministrazione nerazzurro a “fare giustizia”. Ma che andassero tutti a ‘fanculo, va…..
    Sto solo aspettando che la verità venga finalmente a galla, per poi vedere gli “onestoni-noi-sì-che-vinciamo-senza-rubare” scappare nottetempo con il bavero alzato ed il cappello calzato sugli occhi. Sempre che vogliano farla saltar fuori, ‘sta cazzo di verità!
    Ma non mi voglio incazzare e passo oltre. Che certi anni le cose girino per il verso giusto lo vedi dai risultati di oggi. Dove, dopo il nostro pareggio a Genova, nessuno di chi sta dietro ha vinto. Ad eccezione dell’Inter, che come in un gioco di prestigio di Houdini ha ribaltato la verità, trasformando una partita virtuale da 2-5 in un’altra purtroppo alla fine vera che è finita 5-2. Complimenti!

    @ Dr Cipps
    Manca il camminare nervosamente avanti indietro quando la partita si fa tesa, contanto i minuti, i secondi, maledicendo qualunque palla persa, dribbling fallito, chiusura non effettuata, occasione persa. Forse il vedere le partite e gli eventi in diretta ha complicato la vita. Non so. Ho vissuto situazioni alla radio che oggi non potrei sopportare senza vederle. Napoli-Milan 2-3 del 1988, per esempio, solo per dirne una. Fosse successo oggi, mi sarei infilato sotto il letto tenendo il cuscino sulle orecchie, mentre invece ho spasmodicamente seguito tutto alla radio fino alla fine. O in televisione certe partite di Coppa Campioni del Milan di Rocco: a Glasgow, a Manchester, a Buenos Aires con quei macellai drogati dell’Estudiantes. Dovrei vedere le cose con un punto di vista più da “adulto”, più distaccato, critico, quasi asettico. Mi sono accorto invece che la passionalità che avevo da ragazzo è rimasta intatta, la voglia di soffrire vedendo il Milan immutata, la fiducia che possa sempre finire bene incrollabile. Mi sono accorto che, mentre il mondo cambiava, immutabili restavano le mie emozioni. Per fortuna.
    Bye a tutti e due.

  25. Sto solo aspettando che la verità venga finalmente a galla, per poi vedere gli “onestoni-noi-sì-che-vinciamo-senza-rubare” scappare nottetempo con il bavero alzato ed il cappello calzato sugli occhi. Sempre che vogliano farla saltar fuori, ‘sta cazzo di verità!

    da “oggi le comiche”…

  26. @ miki, nico, e altri…..

    E’ bastato gettare un sasso nello stagno …..
    (“Sto solo aspettando che la verità venga finalmente a galla, per poi vedere gli “onestoni-noi-sì-che-vinciamo-senza-rubare” scappare nottetempo con il bavero alzato ed il cappello calzato sugli occhi. Sempre che vogliano farla saltar fuori, ‘sta cazzo di verità!”)
    che si è scatenata la solita ridda di risposte istintive.

    Esiste una verità politica, ed esiste una verità storica. Il più delle volte la seconda in conflitto con la prima. Io personalmente ho la mia interpretazione del fenomeno. Molto più complesso. Non sono in discussione le malefatte commesse. Ma è incontrovertibile che nel “conflitto a fuoco” che si è scatenato con l’Inter, Juve e Milan hanno perso perchè indebolite da una posizione perdente e poco difendibile. Soprattutto la Juve. Come ho già scritto, noi avevamo un gestore di trattorie che parlava con i segnalinee. Altri parlavano, compreso l’Inter, con chi volevano e quando volevano. Se si vuole fare un’analisi della questione, bene. Si sviluppa una discussione, si critica, si ribatte. Ma lo si fa senza rispondere con slogan pseudopolitici del cazzo stile centro sociale alternativo. Perchè, francamente, non avete portato il beneficio di nulla sulla chiarificazione di questo fenomeno. Se poi si vuole considerare chiusa la faccenda con le sentenze del 2006, beh….allora…. non so che dire. Se si vuole, se volete ridurre tutto a un confronto tra curve, bene. Accomodatevi.
    Francamente a me piacerebbe sapere con quale criterio sia stato nominato Francesco Saverio Borrelli, per esempio. Solo per dirne una, per iniziare, diciamo così.
    Sentire commentatori assolutamente neutrali dichiarare, a inchiesta ancora in corso: “Se hanno nominato Borrelli, per il Milan è finita” non fa molto onore al percorso giuridico della questione, al senso di equidistanza, ed al desiderio di “giusta giustizia” che si invocava da tutte le parti.
    O volevate un colpo di stato?…..
    Volevate che fosse fatta pulizia, o volevate essere voi a comandare?
    Poi si può dire tutto ed il contrario di tutto. Volendo si possono elencare tutta una serie di equivoche situazioni. Basta essere disposti ad ascolarle ed a leggerle. Se si vuole. Se poi si deve trattare tutto con lo spirito dell’ultras…… non è il mio ambito, mi dispiace.
    Io sono disposto a dare la mia interpretazione, se me la chiedono. Non da Solone del cazzo. Non voglio insegnare niente a nessuno, ci mancherebbe. Voglio dare una mia interpretazione, magari sbagliata, forse inesatta o incompleta. Ma desiderando capire ciò che veramente è accaduto.
    Poi se la verità è quella che sappiamo tutti, ok. Mi arrendo ed accetto. Ma non credo…..
    Buonanotte a tutti.

  27. «vi basta avere quel mafioso stragista di presidente…quello si’ che è un onore»

    @ nico: come al solito si mischiano argomenti che non c’entrano un cazzo tra di loro. Io parlavo di un allenatore, tu tiri fuori il presidente.
    Vogliamo parlare allora del tuo di presidente? Quello che, grazie al «mafioso stragista» ha ottenuto mediante il cip6 incentivi a bruciare asfalto marcio come se fosse energia rinnovabile?
    Quello che ha intossicato mezza sardegna con i miasmi della Saras? Quello che con l’inganno ha collocato i titoli della stessa Saras ad un valore fittizio di almeno 4 volte, fornendo alla consob dati volutamente taroccati?
    Torna la prossima volta, va là.

    Oltretutto, mai parlato in termini lusinghieri di Berlusconi, qui dentro. Ti sfido a trovare un solo post in cui lo faccio da serio.

    e poi, presidente di che?
    del Milan no, dato che la carica è attualmente vacante.

    forse del consiglio, e magari sei uno di quelli che lo ha votato (magari indirettamente, votando Lega o Fini, o la destra, o quelle altre robe lì).

    Per quanto riguarda Mihajlovic, io un fascista cetnico amico di Arkan in panchina non ce lo voglio, punto.

  28. “gia’.ma mentre altri andavano in b ed erano fortemente penalizzati,voi facevate una champions e la vincevate pure,col placet del nanetto di arcore che,piaccia o non piaccia,ha insabbiato tutto…”

    Voi pure facevate le Champions negli stessi periodi e non l’avete mai vinta fino a ieri. O telefonavamo anche in Europa.

    “qualcuno portava gli arbitri,altri portavano i segnalinee(spinga meani spinga).”

    E infatti siamo arrivati secondi, mai vinto un tubo in Italia

    “vi basta avere quel mafioso stragista di presidente…quello si’ che è un onore.”

    Non è che in fatto di stragi l’amichetto di Sinisha se la passi male…

    Comunque io lascerei fuori le argomentazioni politiche e resterei in quelle calcistiche.

  29. @ igor

    “Per quanto riguarda Mihajlovic, io un fascista cetnico amico di Arkan in panchina non ce lo voglio, punto”.

    E non solo amico di Arkan (al secolo Zelico Raznatovic), ma anche di Vojislav Seselj….. Vuk Draskovic….. Mirko Jovic….. Sinisa Vucinic….. Oltre ai genocidi Radovan Karadzic e Slobodan Milosevic.
    Croati, bosniaci e kosovari sanno BENISSIMO di chi si tratta. Chiedere a loro per informazioni.

    A fare certe liste mi sembra di tornare al processo di Norimberga. Chissà perchè…..

    Hai ragione, il caro Sinisa sta bene dove sta…..
    Bye, amico

    @ giorgio
    a volte non puoi scindere le cose. Non si può dividere il mondo e la vita in compartimenti stagni ognuno indipendente dall’altro. Le esperienze e le storie di vita, i percorsi dei popoli, i loro conflitti si mischiano, anche se non lo vogliamo, coinvolgendo tutto. Anche lo sport. Basta pensare alle partite, solo per rimanere al calcio, tra Francia ed Inghilterra, tra Inghilterra e Germania, tra Iran e USA, tra Rangers e Celtic….. E la lista è infinita, purtroppo.
    In quanto all’annosa questione calciopoli tra Inter e Milan ho già scritto in questo blog ieri.
    Di più non posso fare, se non cercare di creare un contenzioso.
    Poi, per discutere anche con passione bisogna essere in due. Ma se uno parla e il suo interlocutore risponde a pernacchie….. la vedo dura.
    Bye, fratello

Lascia un commento