SIGNORI SI NASCE

Diego Della Valle: «Ci sono state cose talmente eclatanti che non serve fomentare gli animi, nelle sedi opportune in un modo corretto e limpido ci faremo sentire. La gara è finita, meritavamo la vittoria. Adesso pensiamo a vincere sabato: occorre mantenere nervi saldi, trasformare in determinazione la rabbia, anche i tifosi che sono amareggiati devono rimanere calmi. Adesso chi deve decidere certe cose deve farlo per bene, non vogliamo entrare a gamba tesa. Se uno tocca la squadra poi ci siamo noi. Ho detto ai ragazzi di andare a mangiare una bella bistecca, di essere orgogliosi dopo una grande partita».

Leonardo Araujo: «Il rigore per i viola? C’era, ma forse Rosetti non lo ha dato per il vantaggio».

Alessandro Nesta: «Sull’episodio in area tra Thiago Silva e Montolivo la scelta dell’arbitro Rosetti è stata quella di dare il vantaggio, se comunque avesse concesso il rigore, non si poteva dire nulla».

Carlo Ancelotti: «I rigori negati? Non sono più abituato a commentare questi episodi. La stretta di mano con Mourinho? Un gesto normalissimo tra persone civili ed educate».

José Mourinho: «Vorrei vedere che cosa sarebbe successo con un fallo così nell’area del Chelsea. Sì, forse c’era rigore. L’Italia non mi cambia: sono arrivato onesto e finirò onesto. Ho sentito che dobbiamo abbassare i toni. Okay. Però voi italiani avete costruito una storia che mi ha fatto vergognare. Ero in Portogallo, ma dopo aver saputo di Calciopoli mi sono vergognato di aver dato da mangiare ai miei figli con i soldi del calcio».

Certi nascono signori, certi altri non lo diventeranno mai.

mourinho.jpg

SIGNORI SI NASCEultima modifica: 2010-02-25T14:12:00+00:00da igortv
Reposta per primo quest’articolo

32 pensieri su “SIGNORI SI NASCE

  1. “Il rigore su Kalou? Diciamo che se ci fosse stata un’azione così nell’area del Chelsea mi sarebbe piaciuto averlo. Era rigore: sono onesto e resterò onesto”. Questo è il virgolettato completo, ma occorre ricordare che l’allenatore della squadra portoghese che è stata condannata per tentata corruzione di arbitri nella stagione 2003/2004, era José Mourinho. Al termine dell’inchiesta ai Dragoes sono stati inflitti sei punti di penalizzazione e il presidente Jorge Pinto da Costa è stato squalificato per due anni… come la mettiamo? lo è o lo fà?

  2. “Era rigore” con “sì forse c’era rigore” non è la stessa cosa…mi sembrava giusto, riportare la frase esatta… Capello è stato condannato con calciopoli ??? e Ancelotti ?? Con quello che hai scritto cosa vorresti dire, che Mourinho era colpevole di qualcosa??? Non poteva essere estraneo ai fatti come lo erano gli allenatori di juve e milan??? Tu poi sai come si è espresso nei confronti dei suoi ex dirigenti??? L’azione, in area di rigore, si concretizza con un gol direi… mica è un fallo a centrocampo… ricordo diverse occasioni in cui il rigore è stato assegnato dopo il tiro in porta o fuori o parato… come è giusto, logico e normale che sia… anche perchè se avesse superato thiago silva sarebbero stati 2 uomini davanti al portiere…

  3. @ stefano: la frase l’ ho riportata esattamente da qua:

    “Nessun «complotto» da denunciare, questa volta. Niente «manette» da far vedere a pubblico e tv. A Mourinho l’arbitraggio di Mejuto Gonzalez è piaciuto. E ci mancherebbe: due rigori negati al Chelsea, due espulsioni risparmiate all’Inter. Gli fanno vedere il fallo di Samuel su Kalou e lo Speciale vacilla. Prima dice: «Vorrei vedere che cosa sarebbe successo con un fallo così nell’area del Chelsea». Poi, finalmente, concede: «Sì, forse c’era rigore. L’Italia non mi cambia: sono arrivato onesto e finirò onesto». Prego? «Ho sentito che dobbiamo abbassare i toni. Okay. Però voi italiani avete costruito una storia che mi ha fatto vergognare. Ero in Portogallo, ma dopo aver saputo di Calciopoli mi sono vergognato di aver dato da mangiare ai miei figli con i soldi del calcio».”

    Stefano Fiore – lastampa.it
    [ http://www.lastampa.it/sport/cmsSezioni/calcio/201002articoli/25467girata.asp ]

    Incazzati con lui, eventualmente. Non con me.

  4. E resto dell’ idea che il rigore non ci fosse. E’ montolivo che strattona Thiago Silva per primo, il quale poi non è da meno e rende la pariglia. Poi, nel girarsi verso la porta, Montolivo accentua la caduta. Per questo Rosetti ha fatto proseguire.

    Contatti così in area ce ne sono 40 a partita, e per il 95% dei casi l’ arbitro non fischia mai il rigore, a meno che non siano trattenute lunghe, vistose e ripetute.

    Era più rigore quello di Bonera a Bari, che non quello di Silva ieri.

  5. Fossi nei panni dei milanisti mi vergognerei alquanto nel parlare coi toni che leggo qui.
    Hanno cercato di faslare la partita nel derby, stanno facendo di tutto per far salire il Milan (e la Juve… ricordo che da quando è tornato Bettega, ci sono stati ben due rigori concessi alla Juve, INESISTENTI!!) e buttare giù l’inter. L’inter finisce sempre in 9 ed al Milan non fischiano rigori contro… fate voi, se riuscite, 1+1.
    Per quanto riguarda la partita contro il Chelsea, il rigore c’era così come era NETTO il gioco regolare di Balotelli segnato invece in fuorigioco e vari falli da ammonizione non assegnati a favore dell’Inter.
    Io continuo a vedere e leggere commenti di persone affatto obiettive e per niente sportive. Poi ci si lamenta se ci scanniamo!!!

  6. Il signor Mourinho sorprende sempre di più con le sua affermazioni giorni fà ha detto in merito al rigore assegnato alla Juve contro il Genova che l’area di rigore delle squadre avversarie della Juve è di 25 metri però si è scordato di dire che nella metà campo della sua squadra non esiste l’area di rigore (vedi partita con il Chelsa).

  7. ieri sull’episodio incriminato è stata applicata la regola del vantaggio, come la partita prima contro il bari, anche li è stata applicata la stessa regola ,quella del vantaggio, a favore del milan.
    la juve ormai non fà più testo, se dobbiamo ascoltare elkan che a proposito di del piero dice:”è da prendere come esempio”, per la nazionale di tuffi sicuramente. ciao a tutti.

  8. Rubando …anzi no, non sono milanista … prendendo in prestito le immortali parole di Mazzocchi:
    E’ COME SE IL PAPA SI LAMENTASSE DEL GIUBILEO.

    Facile fare i signori quando si è quelli che si guadagna.
    E poi, definire signori certa gente.
    Potevi almeno riportare qualcosa di Pato o Flamini, che nel 2006 non sapevano neppure dove fosse l’Italia.
    Già che c’eri potevi metterci anche una bella frase di zio Fester.
    Potevi scegliere fra:
    – Meani chi?
    – Io non parlo degli arbitri.
    – Ho un dossier sui torti arbitrali.
    – Io non parlo dell’altra squadra di Milano.
    – L’Inter sbaglia a fare il silenzio stampa.
    oppure c’è sempre la migliore:
    – Con quel riflettore spento non si vedeva il campo.

  9. 2 sole cose:la regola del vantaggio non esiste nei casi di calcio di rigore,di fatti è stata l’unica scelta giusta di Ovrebo in Bayern-Fiorentina,parlo regolamento alla mano.Poi Igor,io non sono milanista e in quanto tale ti stimo perchè mi sembri molto obiettivo,ma non mi puoi dire che il fallo su Montolivo non fosse rigore…era netto.Sul resto possiamo discutere finchè vuoi, a partire dalla signorilità della dirigenza rossonera quando il sig. Galliani sparava merda sugli arbitri parlando in quanto “capo della lega calcio” mentre in quanto “dirigente” non diceva nulla…non sono passati molti anni,ricordi?E’ solo un esempio…..

  10. @ galliano: vedi galliani in quella lista, forse?

    Sul rigore: quando inizia l’ azione si vede chiaramente la mano di Montolivo che, spalle alla porta, spintona Silva per difendere palla. E anche la caduta è molto accentuata rispetto al contatto: a contatto con il ginocchio di Silva si avvita su sè stesso come se gli avessero sparato. Di contatti così in area ce ne sono decine a partita, e 9 su 10 non vengono mai fischiati.

  11. Caro Igor,ahimè….temo che ormai stiamo pestando sempre più merde, convinti cha quando pestiamo le nostre non ci sporchiamo le scarpe. Dopo che gli Anti-Inter parlano da 4 anni di favori e di scudetti di cartone, putacaso doveste vincerlo voi sarebbe sicuramente “il magnifico coronamento del lavoro di una grande società capace di guardare al di là di….ecc. ecc. ” E, a proposito di signori: che dire di Lord Huntelaar?… Vedi però che per avere un po’ di commenti devi parlare dell’Inter. Con simpatia….

  12. @ old: niente Inter, solo psicologia inversa.

    Nel post, infatti, non ho mai nominato la parola Inter.
    E non ho parlato male dell’ Inter, né come società né come squadra.
    Il fatto è che i tifosi nerazzurri, afflitti da sindrome da accerchiamento, càpitano qui.

    Il mio post voleva essere un riferimento al modo di essere delle persone sopracitate; puntualmente si è parlato d’ altro.
    In questo caso gli interisti che scrivono qui si sono sentiti attaccati e han cominciato a generalizzare.
    Questa è una mentalità perdente, che mai il tifoso interista riuscirà a togliersi di dosso. Anche se avesse 24 punti di distacco dalla seconda, l’ interista si comporterebbe così, vedendo complotti dappertutto.
    Mourinho lo fa per mettere le mani avanti, per mettere pressione, per giustificare un suo ipotetico fallimento (dato che lo scudo può solo perderlo l’ Inter – ma il tifoso no, il tifoso non riesce neanche a godersele le vittorie ed il primato in classifica. Anche se vincesse 29 scudetti di fila non riuscirebbe a togliersi di dosso quell’ aria malmostosa che gli fa pensare “se noi vinciamo, noi siamo i più grandi e tutto il resto sono merde; se noi perdiamo, è colpa del complotto del palazzo”

    Per quanto riguarda lo specifico del post, ho solo riportato frasi dette, e ciò che mi interessa è i concetti che esprimono e come li esprimono.
    Volutamente non ho inserito tra i “signori” Galliani, Berlusconi, Gattuso, Ambrosini, Huntelaar, etc… proprio perché non sono degni di essere definiti signori.

  13. Questa è una mentalità perdente, che mai il tifoso interista riuscirà a togliersi di dosso.

    Frase da applausi.
    E come si chiama la mentalità di uno che inserisce fra i “signori” dei dirigenti, l’allenatore ed un un giocatore di due società coinvolte in calciopoli?
    Ipocrita?
    Compagnomerendistica?
    Dicci.
    Oppure noi interisti abbiamo male interpretato e stai facendo psicologia inversa ed il tuo scopo è, invertendo le qualità morali dei succitati, spingere i tuoi amici milanisti a riflettere su quanto infame sia la condizione di gonzonero?
    In questo caso mi scuso.

    Non è questione di sindrome da accerchiamento.
    E’ questione che se uno non dice le solite banalità, non partecipa del clima di oscurantismo e non segue la corrente e lo definisci “non signorile” ti tocca di beccarti il biasimo.

    Non è questione di sindrome da accerchiamento.
    E’ questione che se Balotelli applaude o zittisce il pubblico è maleducato. Se Ruttelar sfancula i tifosi c’è una mandria di servi pronti a dire che è un gesto liberatorio.

    Non è questione di sindrome da accerchiamento.
    E’ questione che se i tuoi esempi di moralità devono essere i DellaValle che prima si fanno spostare le partite come fossero pacchi postali per compiacere il pelato e poi si lamentano di stare giocando troppe partite (oltre ad esserselo fatto mettere in quel posto), meglio tenersi stretti l’antipatico portoghese.

  14. @ meani: ecco, hai centrato il punto.
    Hai generalizzato, esattamente come tanti altri. Tipico dell’ interista perdente che cerca scuse. Però io sono e resto convinto che esistono anche tifosi nerazzurri sportivi ed obiettivi: sono ottimista per natura.

    Tra i signori io avrei potuto inserire anche Massimo Moratti e Javier Zanetti ad esempio, perché per esperienza hanno dimostrato equilibro ed ironia nelle loro dichiarazioni. Ma non metterei mai Galliani, per il motivo opposto.
    E se fosse per me, Huntelaar andrebbe squalificato per tre turni, lo dico tranquillamente. Come ho sempre sottolineato quando il Milan è stato avvantaggiato, o svantaggiato. Se questo per te significa essere ipocrita, compagnodimerende o, in quanto gonzonero come dici tu – gemeralizzando – io sia “infame”, beh, allora sì.

    Il mio post fa riferimento solamente alla dichiarazioni post-partita di Fiorentina – Milan ed Inter – Chelsea.

    Non ho fatto alcun riferimento a calciopoli, o a passaportopoli, o a sailcazzopoli. Solo a QUELLE dichiarazioni.

    E, come contraltare alle dichiarazioni di Mourinho, non ho neanche tirato in ballo lo scandalo degli arbitri comprati in Portogallo quando Mourinho allenava il Porto come ha fatto qualche giornale, vedi un po’ tu, proprio perché con le dichiarazioni cui faccio riferimento, quella vicenda non ha NIENTE A CHE VEDERE.
    E’ un altro paio di maniche, e un’altra questione.

    Diciamo che ho buttato l’amo, e diversi tonni nerazzurri hanno abboccato in pieno.

  15. Diciamo che ho buttato l’amo, e diversi tonni nerazzurri hanno abboccato in pieno.

    Punti di vista.
    Per me hai detto una cazzata e sei stato zittito.

    Per me sei tu che hai generalizzato sulla mentalità perdente del tifoso interista. Poi hai accusato me di generalizzare … confermando che avevo ragione: “generlamente” il tifoso milanista è ipocrita.

  16. @ Meani: tu dici: “Per me sei tu che hai generalizzato sulla mentalità perdente del tifoso interista.”

    Nel commento precedente dico: “Tipico dell’ interista perdente che cerca scuse. Però io sono e resto convinto che esistono anche tifosi nerazzurri sportivi ed obiettivi: sono ottimista per natura.”

    Mi dispiace per te se, oltre a interista, sei pure analfabeta e in malafede.

    Get a life, man.

  17. Bravo, peccato che quella che riporti tu sia la frase con cui, dopo, cerchi di salvare capra e cavoli.
    Quella di cui parlo io e quella ancora precedente:

    “Questa è una mentalità perdente, che mai il tifoso interista riuscirà a togliersi di dosso.”

    Sai la frase che io ho definito da applausi?
    Non è difficle, stà 4 commenti SOPRA quella con cui cerchi di fare il tifoso illuminato.
    Te l’ho riportata di nuovo, giusto perchè se io sono analfabeta tu sei smemorato e, guarda un po’, ipocrita.
    Come il tuo presidente, prima dici, poi smentisci e poi vale solo la smentita.

    Lascia perdere, questa volta è scacco matto. Dove sia la malafede è evidente (ma con esempi di signorilità quali i della valle…). Stacci.
    Sarà per la prossima volta.

  18. riportala tutta la frase, su, non solo ciò che ti interessa estrapolandolo dal contesto dandogli connotazioni “altre”:

    “In questo caso gli interisti che scrivono qui si sono sentiti attaccati e han cominciato a generalizzare.
    Questa è una mentalità perdente, che mai il tifoso interista riuscirà a togliersi di dosso.”

    Ora, la definizione “CHE SCRIVONO QUI” del primo periodo serve a descrivere il contesto delle mie affermazioni.
    Avrei dovuto dire “CHE SCRIVONO IN QUESTO POST”, a scanso di equivoci, ma speravo non ce ne fosse il bisogno.
    Sbagliando, evidentemente.

    Cerco di spiegarti il contenuto dei miei commenti con esempi: dell’insieme “tifosi interisti” esiste il sottoinsieme “tifosi interisti afflitti da sindrome di accerchiamento”. Un sottoinsieme dei quali “tifosi interisto affetti da sindrome di accerchiamento che scrivono qui” possiede la famosa “una mentalità perdente, che mai il tifoso interista riuscirà a togliersi di dosso”. Questo non è generalizzare; eventualmente è sfanculare gli interisti che capitano nel mio blog.

    Ti farei anche un disegnino della questione, ma non sono sicuro che lo capiresti.

    Normalmente tendo a sopravvalutare troppo il potenziale intellettivo le persone.
    Che mi serva di lezione per la prossima volta.

    p.s. Get a life, man. E cerca di riportarle meglio le frasi degli altri, trollone, se non vuoi continuare con le figure di merda.

  19. Essere definito trollone da te è un complimento.
    Una medaglia al merito.
    Anche se il tuo vocabolario scurrile non ti fa onore.

    Comunque aspetta, lo so fare anche io il giochino del girafrittate:

    laddove tu mi accusi di generalizzare, io avevo posto delle domande.
    Mi chiedevo come un certo atteggiamento, sottoinsieme di tutti gli atteggiamenti possibili, potesse essere definito.
    Forse ipocrita?
    Magari compagnomerendistico?
    Non so. Non avevo espresso un giudizio.
    Tu mi hai affibiato una sentenza.
    Eppure io, non ritenendolo superfluo, avevo anche messo i punti di domanda.

    Fra tutti i sottoinsieme di stati d’animo in cui pormi, avevo scelto quello di curiosità.
    Tu, nel sottoinsieme delle risposte, hai scelto quella “cialtronesco/lapidatoria”.
    Al che io potendo scegliere fra il sottoinsieme “piccatamente risentito” e “divertitamente sprezzante” ho scelto per il secondo.
    Al che tu hai sbroccato ponendoti proprio nel sottoinsieme “ipocrita” di cui sopra.
    Ora, la mia è sempre una domanda: tu ricadi nel sottoinsime “gonzi ipocriti” per un problema tuo o perchè tale sottoinsieme conicide quase totalmente con il suo sovrainsieme “milanisti” è quindi è statisticamente quasi impossibile non rientrarvi?

    Sei divertente, potrei eleggerti a mia nuova play station.
    Ma il gioco è bello quando dura poco.
    Ci risentiamo quando affronterai di nuovo l’argomento signorilità.
    Hai un tasto off o vai in stand by da solo?

  20. trollone perché continui a sollevare questioni inutili sul nulla.
    Io, ogni volta, ho risposto a tue domande, citando i tuoi virgolettati ed i miei.

    Quando tu, come ora, mi chiedi:
    “E come si chiama la mentalità di uno che inserisce fra i “signori” dei dirigenti, l’allenatore ed un un giocatore di due società coinvolte in calciopoli?
    Ipocrita?
    Compagnomerendistica?
    Dicci.”

    io ti rispondo che:

    “Il mio post fa riferimento solamente alla dichiarazioni post-partita di Fiorentina – Milan ed Inter – Chelsea.
    Non ho fatto alcun riferimento a calciopoli, o a passaportopoli, o a sailcazzopoli. Solo a QUELLE dichiarazioni.” etc. etc.etc.

    Nel mio post non ho parlato AFFATTO di calciopoli, l’hai tirato in ballo tu, cercando di innescare non so quale polemica dal nulla.

    Rileggiti il tuo primo commento, e vedrai che chi fa partire una discussione che esula dal contesto del post, quello sei tu.

    Lo fai per sentirti vivo? Ok, ora lo sappiamo.
    E ora, a quota 30 commenti, direi che ne ho un po’ le palle piene.
    Se vuoi, continua pure da solo.

    E ribadisco: get a REAL life, man.

  21. Allora Meani hai un pò rotto non credi? ma scusa i signori per caso sono Mourinho oppure il Vs presidente signore che fà il gesto dell’ombrello in un derby oppure paulillo o oriali
    Ma va la ricordati che i tuoi dirigenti signori sono + tifosi dei tifosi
    a volte siamo + obbiettivi noi tifosi in genere che i dirigenti di un pò tutte le squadre per non parlare degli oppinionisti nelle TV lombarde che vogliono fari gli obbiettivi e invece sono fazziosi anzi fazziossissimi i qualunque colore delle maglie
    e finiscila dai tanto lo scudetto lo vincete voi stai tranquillo non devi preoccuparti
    un saluto a tutti

Lascia un commento